UltraBeauty
10 modi per creare un’atmosfera natalizia

10 semplici modi per creare un’atmosfera natalizia a casa

10 modi per creare un'atmosfera natalizia

Sondaggi dicono che quest’anno la maggior parte degli italiani festeggerà sia il Natale, che il Capodanno in casa. Noi di UltraBeauty abbiamo messo insieme alcune idee, o meglio, 10 modi per creare un’atmosfera natalizia nella tua casa. Ecco le idee che possono aiutarti a creare un’atmosfera da favola.

1. Decoro minimalista

Minimalismo nel decoro natalizio

Minimalismo è sempre più in voga, quindi il classico albero di Natale può essere sostituito con un bellissimo decoro minimalista. Appendi una ghirlanda ad un ramo secco e aggiungi qualche pallina colorata, oppure decora il muro con una composizione di rami secchi naturali arricchiti con orpelli e decorazioni natalizie in stile minimal chic.

10 modi per creare un'atmosfera natalizia

2. I colori del Natale

Verde e bianco è una classica combinazione di Capodanno, che è immediatamente associata agli alberi innevati nella foresta e ai soffici fiocchi di neve. Aggiungi qua e là alcuni accenti rossi e oro e l’atmosfera della festa è garantita.

10 modi per creare un'atmosfera natalizia

3. Creiamo intimità

Hai notato che ci sentiamo più a nostro aggio in un ambiente non troppo illuminato? Ecco perché nei locali e nei ristoranti chic c’è sempre la luce soffusa. Quindi perché non ricreare quest’atmosfera di intimità, tranquillità con un pizzico di misteriosità anche nel periodo di Feste Natalizie? 

Le luci di una ghirlanda, accompagnate da luce soffusa delle candele e le ombre delle fiamme che ballano sui muri faranno sentire la magia delle feste. Se hai un camino, accendilo, il fuoco vivo aiuterà a creare l’atmosfera di una vera casa di Babbo Natale.

Crea intimità con le candele

4. Usa la creatività

10 idee di come creare un'atmosfera natalizia

La miglior ghirlanda di Natale è quella fatta a mano. Puoi sbizzarrirti come vuoi creando la ghirlanda di Natale unica. Puoi utilizzare materiali tradizionali come ramoscelli di abete per creare una ghirlanda di Natale. Ma puoi anche accendere la tua immaginazione e sperimentare. Ad esempio, crea una ghirlanda usando i fiori finti o secchi, oppure utilizza i rami degli alberi con un intreccio di nastri e palline.

5. Due sono sempre meglio di una

Hai preso gusto di creare con le proprie manine? Benissimo! Chi ha mai detto che ci dovrebbe essere una sola ghirlanda di Natale? Puoi utilizzare diverse ghirlande per abbellire la tua casa per le Feste. Ghirlande appese alle finestre rallegreranno l’umore tuo e dei passanti. Usa la ghirlanda più bella come centro tavola e porta candele.

10 modi per creare un'atmosfera natalizia

6. L’argento è bello

Un colore grigio perla è un’ottima alternativa all’oro per le Feste Natalizie. L’argento aiuterà a creare un’atmosfera di lusso discreto, glamour e celebrazione senza eccessivi glitter e orpelli. Puoi decorare l’albero di Natale con palline d’argento monocromatiche e completare tutto con tessuti in una nobile scala di grigi. Ma puoi anche semplicemente creare delle “isole” di decoro festivo come in questa foto.

10 modi per creare un'atmosfera natalizia

7. Tavola festiva

La bella tavola apparecchiata è una parte importante, se non obbligatoria delle Feste Natalizie. Anche qui puoi sbizzarrirti con le idee, libera la tua creatività e non dimenticare le candele!

Tavola di Natale aparecchiata
Fai che il tavolo di Natale di casa tua sia più bello che a ristorante e l’atmosfera di Festa è garantita.

8. Albero di Natale

Un soffice abete sembrerà festoso anche sullo sfondo di un semplice muro grigio. Usa l’albero di Natale artificiale per preservare la Natura. Ma se preferisci, puoi anche acquistare un albero di natale vero nel vaso e poi trapiantarlo nel terreno in primavera. Se hai optato per un’albero vero, affinché possa sopravvivere fino alla primavera, è necessario tenerlo in una stanza fresca (va bene anche sul terrazzo), non dimenticare di annaffiare e spruzzare la corona.

10 consigli su come creare un'atmosfera natalizia

9. Un vestito bello per la regina di casa

Anche se hai deciso di passare le Feste Natalizie in casa, non devi scordare di vestirti bene. Niente jeans e maglia comoda! L’atmosfera della festa non sarà la stessa se non indosserai un vestito bello. Il vestito può essere anche comodo ma deve essere da sera e ti deve piacere, e non dimenticare le scarpe eleganti. Il vestito elegante perde parecchio indossato con le ciabatte da casa.

Tu sei la padrona di casa e la festa inizia da te!

10 modi per creare un'atmosfera di Natale
Sii la Regina della Festa!

10. Manca ancora qualcosa

Hai pensato a tutto: alle candele, alla ghirlanda, all’albero e al tavolo apparecchiato, ma manca ancora qualcosa… Si, manca la musica!

Niente crea l’atmosfera giusta come la musica, o forse è meglio dire che con la musica giusta anche l’atmosfera diventa ancor più magica.

Prepara una playlist della musica che si adatta bene alle feste. Meglio se prepari due o tre playlist diversi, uno l’inizio della serata, quando gli ospiti stanno arrivando, uno per la cena con la musica più tranquilla e un playlist per dopo cena, con la musica allegra e movimentata. Se non hai tempo per preparare le playlist, puoi andare su YouTube e sceglierne una dedicata alle feste di Natale.

Puoi anche mettere le canzoni natalizie con il testo, in questo modo potrai cantarle insieme alla famiglia e agli ospiti. Cantare è un’ottimo modo di passare il tempo insieme, le risate e allegria sono garantite.

Adesso hai pensato veramente a tutto. Non resta che augurarti Buone Feste piene di magia e belle sorprese!

Dolce Gran Natale al Caffè e Gocce di Cioccolato Fondente Bio
Dolce Gran Natale al Caffè e Gocce di Cioccolato Fondente Bio
12,73 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it

Leggi anche “Come creare una casa accogliente”

Le tendenze trucco della Primavera 2021

La mascherina non potrà nascondere la bellezza!

Le tendenze trucco primavera 2021
Base naturale, un po di blush e occhi magnetici: le tendenze trucco della Primavera 2021

L’obbligo della mascherina non potrà di certo fermare la voglia di essere attraenti. Le tendenze trucco della Primavera 2021, prendendo in considerazione la situazione attuale, puntano sulla parte scoperta del viso – la pelle e lo sguardo! Noi di UltraBeauty abbiamo selezionano alcune tendenze trucco per le donne di classe.

Il fondotinta invisibile – le tendenze della primavera 2021

Le tendenze trucco Primavera 2021
Fondotinta invisibile è in voga questa primavera

La pelle sana non richiede molto trucco quindi è di fondamentale importanza avere cura della propria pelle. Perché il fondotinta può uniformare, esaltare e perfezionare una pelle già bella, sana e luminosa. Quindi, perché non trovare un prodotto che soddisfa le due esigenze, quella di trucco e della cura della pelle. Il consiglio è quello di scegliere prodotti naturali che idratano e nutrono la pelle grazie ai principi attivi, meglio ancora se di origine biologica, come ad esempio Fondotina Fluido Sublime della PuroBio Cosmetics e Fondotinta Creamy Comfort della Neve Cosmetics che rendono incarnato uniforme ed omogeneo.

Per un effetto ancora più naturale puoi mescolare fondotinta con crema idratante all’interno del palmo della mano con il dito fino ad ottenere un colore omogeneo. Spalma la crema così ottenuta sul viso con dei movimenti leggeri. In questo modo è quasi impossibile esagerare con il fondotinta. Incarnato risulterà uniforme e luminoso.

Eye-liner grafico – le tendenze della primavera 2021

Tendenze trucco Primavera 2021
Eye-liner grafico nero è intramontabile e questa primavera è lassoluto protagonista insieme al mascara extra nero.

Per incorniciare lo sguardo la linea precisa di eye-liner è ideale. Ora che il viso è parzialmente coperto dalla mascherina, gli occhi sono assoluti protagonisti. Eye-liner nero è intramontabile e le tendenze trucco della Primavera 2021 lo dimostrano. Si può applicare due ombretti chiaro-scuro sulla palpebra superiore e tracciare una riga nera per creare un effetto glamorous.

Super ciglia con mascara – le tendenze della primavera 2021

Tendenze trucco primavera 2021
Ciglia lunghissimi ma naturali fanno da protagonisti questa primavera 2021

Le tendenze trucco della Primavera 2021 sostituiscano le ciglia finte con quelle naturali. Le ciglia devono essere ben divise e lunghissime. Il mascara quindi torna in voga. Ma devi scegliere un mascara a lunga tenuta per poter resistere alla condensa della mascherina. Le ciglia sopra la mascherina prendono tutta la scena, quindi devono essere curate e ben visibili.

Blush della freschezza – le tendenze trucco della primavera 2021

Le tendenze trucco della Primavera 2021 parlano di blush effetto gote arrossate che trasmettono salute e freschezza. Gioca con tinte rosate o pescate, leggermente satinate.

Leggi anche “10 dettagli nel look che ti fanno sembrare più vecchia”

Rossetto? Si, grazie – le tendenze della primavera 2021

Tendenze trucco primavera 2021
Rossetto matt e semi matt questa primavera sono in voga, rigorosamente a lunga tenuta.

Ovviamente non possiamo trascurare le labbra anche se le occasioni di mostrarle sono poche, bisogno sfruttare questi momenti al massimo. Le tendenze trucco della Primavera 2021 parlano dei rossetti naturali e a lunga tenuta, per resistere a mascherine. Le texture matt e semi matt ma assolutamente confortevoli e nutrienti.

Sopracciglia effetto laminazione

Le tendenze trucco della primavera 2021
Sopracciglia effetto laminazione con i peli ben visibili, ricreati se è necessario con la matita.

Pettinate verso l’alto e fissate con gli appositi prodotti, le sopracciglia aprono lo sguardo e donano un effetto lifting. E’ tornato di moda l’effetto pelo pelo che va ricreato con le matite e altri prodotti specifici. Con questa tecnica è possibile infoltire e ricostruire zone in cui i peli sono venuti a mancare.

Leggi anche “Sopracciglia – 5 errori del trucco che ti invecchiano”.


Foto: Maria Orlova, Rachel Claire, Daylane Oliveira, Thais Sarmento, Ekaterina Bolovtsova di Pixels

7 consigli per avere la pelle perfetta ad ogni età

Sette consigli fondamentali da seguire se vuoi avere pelle perfetta ad ogni età

Chi non vorrebbe avere la pelle perfetta? Ho raccolto per te questi 7 consigli per avere la pelle perfetta ad ogni età, che i migliori dermatologi del mondo danno ai propri clienti.

Jennifer Lopez a 51 anni ne dimostra almeno 15 anni in meno.
Jennifer Lopez è l’esempio di come sembrare più giovane della propria età curando la pelle. Segui questi 7 consigli per avere anche tu la pelle perfetta.
Principium Acido Ialuronico Skin 120 - Integratore per la Pelle
Principium Acido Ialuronico Skin 120 – Integratore per la Pelle
25,50 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it

7 consigli fondamentali per avere la pelle perfetta ad ogni età:

  1. Acqua solo a temperatura ambiente

    Si vuoi avere la pelle perfetta, ti consiglio di lavarsi e bere solo l’acqua a temperatura ambiente. All’inizio sentirai un po’ di freddo ma presto ti abituerai e la pelle ringrazierà. L’acqua fresca tonifica la pelle e ovviamente ti farà sembrare più giovane, tonica e bella.

  2. Olio di cocco – olio della bellezza

    Olio di cocco è uno dei prodotti migliori non solo per la pelle ma anche per i capelli. Spalma l’olio di cocco sulla pelle ancora umida, subito dopo aver fatto la doccia e tampona leggermente la pelle con l’asciugamano per togliere l’eccesso. La pelle diventerà morbida e setosa. Mettendo l’olio sulla pelle bagnata eviterai l’effetto unto e avrai la pelle idratata. Puoi anche fare la maschera nutriente-idratante sia per il viso che per i capelli. Un’impacco di olio di cocco tenuto per almeno mezzora (meglio per tutta la notte) renderà i tuoi capelli più forti e lucidi. Dopo aver tolto l’impacco lava i capelli normalmente ma aggiungi un cucchiaio di bicarbonato di sodio nell’acqua che aiuterà ad eliminare l’eccesso di grasso dai capelli.

  3. Giorno di riposo dal trucco

    Inutile dire che anche la nostra pelle ha bisogno di un po’ di riposo. Quindi concediti la pausa dal trucco almeno per un giorno a settimana. Durante quel giorno di relax fai qualche trattamento rilassante al viso, una maschera purificante o una maschera lenitiva, un leggero massaggio. E ricordati di non andare mai a dormire con il trucco – la pelle durante la notte deve riposare e respirare, sempre se vuoi avere la pelle bellissima.

  4. Lavati i denti prima della colazione

    Questa regola sembra bizzarra ma ha il suo senso e ti spiego subito quale sia. Se tu pulisci i denti prima di fare la colazione – eviterai di mangiare, insieme al cibo, i batteri della bocca che inevitabilmente si formano durante la notte. Questo non gioverà soltanto alla tua pelle ma a tutto l’organismo che avrà meno pulizie da fare. Usa possibilmente un dentifricio naturale, sono più delicati e non contengono sostanze nocive.

  5. Usa il primer

    Il primer (base) prima di maquillage aiuta a prevenire la disidratazione della pelle dovuta ai prodotti da trucco nelle pelli secche. Nelle pelli grasse grasse inoltre aiuta a prevenire l’ostruzione dei pori con le particelle del trucco che possono causare i brufoli. Sette consigli per avere la pelle perfetta

  6. Non stringere i denti

    Se hai la brutta abitudine di stringere i denti dovresti subito smettere di farlo e ti spiego subito perché. Intanto quando stringi i denti lo smalto si rovina. Inoltre i muscoli delle mascelle vengono contratte e dopo diversi anni rimangono in quella posizione contratta senza rilassarmi mai. Questo fa sì che si formano le rughe intorno alle labbra e la pelle delle guance scende giù. Il viso assume l’aspetto stanco e provato, la linea del volto perde la definizione, tipica dei visi giovani.

  7. Crema idratante solo su pelle bagnata

    Ti consiglio di mettere la crema idratante sul viso subito dopo averlo lavato. Già dopo solo un minuto lo strato sottile di acqua che si crea dopo il lavaggio inizia ad evaporare e la pelle comincia a seccarsi. Pertanto spalmare la crema sulla pelle ancora umida aiuta a mantenere l’idratazione e quindi prevenire la formazione delle rughe.

Crema idratante liftante
La crema viso liftante Gocce di Latte con il 60% di latte d’asina ed estratti vegetali ristruttura la pelle in profondità, migliorando il tono e la compattezza cutanea e restituendo vigore ad un viso stanco.

Leggi anche: Sopracciglia 5 errori del trucco che ti fanno sembrare più vecchia.

Ovale del viso indefinito?

 Sette motivi per cui il viso perde la sua forma

Con l’età il viso perde quel ovale definito, le guance scendono e il viso perde la sua definizione. Perché succede? Tutti pensano solo alla forza di gravità, ma in realtà i motivi sono ben sette. Anche tuo ovale del viso è indefinito? Leggi quali sono i motivi veri.

Cifosi patologica

Hai presente quando la testa è spinta in avanti, la schiena è rotonda, le spalle sono sollevate e il petto affondato? E’ un immagine molto famigliare, spesso le persone dopo una certa età hanno questo difetto di schiena.

Ovale del viso indefinito, postura sbagliata
Ovale del viso indefinito, postura sbagliata

È questa posizione del corpo che forma un’intera cascata di problemi con la parte inferiore del viso:

1. Inizia la tensione tissutale patologica, che va lungo il platisma, il muscolo superficiale del collo, dall’alto verso il basso, fino alla regione del torace. La pelle cede, la linea della mascella perde la sua levigatezza e grazia.

2. Le scapole cambiano posizione. In che modo questo minaccia l’ovale del viso? Il fatto è che il muscolo scapolare-ioide collega la scapola e l’osso sottomascellare. La minima violazione della postura porta a un cambiamento nella tensione dell’intero diaframma sottomandibolare. Di conseguenza l’ovale del viso diventa indefinito.

3. La massa muscolare tesa della schiena comprime i vasi, il che rende difficile il deflusso di sangue e linfa. Si verifica un ristagno di liquidi e quindi si forma un doppio mento, la linea sottomandibolare perde i suoi contorni e la ptosi tissutale appare nella parte inferiore del viso.

Ecco perché un ovale definito non esisterà mai senza una buona postura.

Pessime abitudini responsabili del fatto che l’ovale diventa indefinito

1. Postura da gadget

Ovale del viso indefinito, postura da gandget
Ovale del viso indefinito, postura da gandget

Se trascorri tutto il tempo con il tuo telefono, tablet o computer, il collo formerà una caratteristica postura, posizionandosi al corpo con un angolo di 45 gradi. La curva tra la schiena e il collo che si forma con questa postura farà andare via l’ovale del viso e il contorno della faccia perderà la sua definizione. E’ solo questione di tempo.

2. Incapacità di rilassarsi e alleviare lo stress

Le emozioni di ansia e paura sono “fissate” nei muscoli scheletrici, formando una curva e rigidità dei movimenti.

3. Atteggiamento permissivo nei confronti delle malattie croniche del tratto gastrointestinale o degli organi pelvici

Senza accorgercene, quando sentiamo il dolore, ci rannicchiamo a palla per ridurre la tensione della fascia viscerale. E di conseguenza, diventiamo proprietari di spalle rialzate e petto abbassato.

4. Posizioni professionali

Alcune posizioni professionali incoraggiano le posizioni incurvate. Questo vale, ad esempio, per parrucchieri, estetiste, dentisti e sarte.

5. La scelta sbagliata della biancheria intima o la sua assenza con un seno grande

A causa di un supporto insufficiente, non solo il torace stesso si piega, ma anche la schiena si china.

6. L’abitudine di leggere sdraiati

L’abitudine di leggere sdraiati forma una posizione errata del collo e provoca uno spasmo della regione occipitale. Doppio mento, ovale indefinito e gonfiore del viso sono conseguenze sfavorevoli di questa abitudine errata.

7. Articolazione errata

Articolazione errata, quando i muscoli del collo lavorano al posto dei muscoli della bocca mentre parli.

Finché queste abitudini rimangono nello stato “costante”, non devi nemmeno chiedere a Google “come ripristinare l’ovale del viso e rimpicciolire la faccia. Né le procedure cosmetiche né la chirurgia plastica aiuteranno, perché è necessario prima di tutto mettere a posto i numerosi muscoli e ossa del viso per avere l’ovale definito.



Consigli su cosa fare per riavere l’ovale definito

1. Restituire il collo la sua posizione naturale con ginnastica e massaggio facciale manuale.

2. Riduci il tempo di utilizzo dei gadget e assicurati di acquistare un supporto per laptop e un selfie stick.

3. Scegli il reggiseno giusto per il tuo petto lussuoso.

4. Cura tutte le malattie infiammatorie per vivere senza dolore.

5. Allevia lo stress nel tempo, impedendo che si accumuli nel corpo. Meditazione, yoga, passeggiate, mindfulness e lavoro con uno psicologo possono aiutarti.

6. Presta attenzione alla tensione del collo mentre parli.

7. Se hai una professione dannosa per la tua postura, allevia il collo dal carico ogni ora e fai un complesso di rilassamento di 3-4 minuti.

Sembra complicato ma credimi, ne vale la pena, perché gli angoli abbassati della bocca si solleveranno, l’ovale si stringerà e i suoi contorni torneranno alla loro precedente definizione.

Fonte: Revitonica.ru

Gioielli che portano sfortuna

Quali gioielli dovresti evitare secondo il tuo segno zodiacale

Secondo gli astrologi, i gioielli hanno un effetto energetico sulle persone. Alcuni gioielli sono in grado di risaltare i punti di forza del proprietario, altri invece di danneggiarlo. Scopriamo i gioielli che portano sfortuna secondo l’astrologia.

Ariete

L’Ariete dovrebbe evitare pietre di colore verde tipo smeraldi, giada e diamanti verdi. I gioielli con queste pietre attireranno più nemici e renderanno Ariete sconsideratamente impulsivo e irascibile senza motivo.

Toro

L’oro risalta i punti di forza del Toro e dà loro forza, perseveranza e determinazione. Tuttavia, le persone di questo segno zodiacale dovrebbero evitare rubini, granati e coralli. Perché le pietre rosse li priveranno della loro fortuna.

Gemelli

I Gemelli non dovrebbero indossare l’argento perché li priverà del loro coraggio e determinazione. Inoltre, la protezione energetica del Toro è indebolita da pietre bianche e trasparenti come onice, perle, zirconi e giada bianca.

Cancro

I Cancro dovrebbero sbarazzarsi dei gioielli dell’occhio di tigre e dell‘ambra. Queste pietre renderanno questo segno zodiacale già emotivo di suo ulteriormente lamentoso ed eccessivamente vulnerabile. Ma i gioielli in argento diventeranno un talismano per il Cancro, portando fortuna.

Leone

Il Leone è il più forte dei segni di fuoco dello zodiaco. Dovrebbe evitare tutti i simboli dell’acqua, comprese le pietre blu, blu e verdi come turchese, lapislazzuli e giada. E, naturalmente, Leone dovrebbe indossare l’oro, che aggiungerà fascino e forza.

Vergine

Per la Vergine, qualsiasi pietra trasparente è l’ideale, indipendentemente dalla tonalità. Ma è meglio non comprare quelli che non trasmettono luce, quindi rifiuta anelli, pendenti, collane e orecchini con giada, diaspro o perle.

Bilancia

La Bilancia è un altro segno che beneficerà dell’oro. La Bilancia dovrebbe evitare i calcoli bianchi e di latte perché influiranno negativamente sul suo benessere.



Scorpione

Lo Scorpione è il segno d’acqua più forte. Le sue virtù si svilupperanno sotto l’influenza di pietre blu e verdi. Invece l’ambra, il citrino e la spessartina possono distruggere il potenziale energetico dello Scorpione.

Saggittario

I Sagittari dovrebbero preferire l’oro all’argento perché dona loro forza e permette di raggiungere gli obiettivi. Da evitare invece le pietre d’oro e rosse come rubini, coralli e diaspro rosso. Perché proprio i gioielli con queste pietre che portano sfortuna ai Sagittari.

Capricorno

Le regole per scegliere i gioielli per il Capricorno sembrano molto semplici: più sono costosi, meglio è. Le pietre, che sono considerate simboli di potere e prosperità, sono adatte a questo segno zodiacale. Tuttavia, il resto delle pietre preziose non danneggiano in modo sensibile, semplicemente non porteranno benefici, tutto qui.

Acquario

Gli Acquari sono sempre sotto i riflettori e quindi hanno intorno molte persone invidiose. Le persone di questo segno zodiacale hanno bisogno di una protezione energetica affidabile, che può essere creata da lapislazzuli, zaffiri e smeraldi. L’Acquario dovrebbe evitare ambra, corniola, onice e melograno.

Pesci

I Pesci sono molto sensibili e quindi anche senza sapere non indosseranno mai gioielli che influiscono negativamente sulla loro energia per molto tempo. Sentiranno che c’è qualcosa che non va o semplicemente vorranno toglierseli. Eppure dobbiamo dire che gioielli che portano sfortuna ai Pesci sono l’oro, l’onice, l’agata verde e i diamanti.

Leggi anche “10 capi che non passeranno mai di moda

Perché la vacanza stanca

Dopo le vacanze ti senti ancora piu stanca di prima?

Si presume che le vacanze siano destinate al riposo, in modo da poter cambiare l’ambiente, riposarci bene e raccogliere la forza. Perché, allora, a volte torniamo dalle vacanze molto più stanchi che dopo un periodo di duro lavoro? Si scopre che ci sono ragioni perché la vacanza stanca.

Cambio di ritmo abituale della vita

Ogni vacanza è prima di tutto un cambiamento nel ritmo abituale della vita. Per adattarsi ad esso, il nostro corpo ha bisogno di compiere determinati sforzi – fisici e morali – non sorprende che questi cambiamenti ci stanchino.

Quando vacanza diventa un “lavoro”

Andando in vacanza, crediamo che assolutamente tutto il nostro tempo debba essere dedicato esclusivamente alla ricreazione, siamo andati lì apposta. Quindi, ogni giorno due o tre volte andiamo in spiaggia o in piscina come al lavoro. Così una vacanza tanto attesa diventa un obbligo e ci costringiamo a “divertirci”. Ma possiamo mentire agli altri, noi a se stessi. Perché in realtà, invece di goderci veramente il periodo del meritato riposo, ci stanchiamo anche in vacanza.



Vacanza monotona

Perché la vacanza stanca? Non c’é niente che stanca di piu della monotonia. Il percorso “hotel – spiaggia, spiaggia – hotel” tra pochi giorni annoierà chiunque. L’unico percorso peggiore è quello “casa – lavoro, lavoro – casa”. Poiché il miglior riposo, come sai, è un cambio di attività, prova a passare da un tipo di rilassamento all’altro. Pianifica in anticipo la tua vacanza e non limitarti di andare avanti e indietro sulla spiaggia. Trascorri i primi giorni con un libro sulla spiaggia, ma poi fai anche altro, come le escursioni. Di sicuro ci sono i luoghi degni della tua attenzione nelle vicinanze di qualsiasi hotel.

Se invece hai scelto una vacanza più attiva, concediti di tanto in tanto una pausa dalle visite turistiche e rilassati in una spa, in una camera d’albergo o al tavolo di un accogliente bar. Sai anche tu che non è possibile visitare veramente tutti i musei e i monumenti. Quindi tanto vale fare una scelta di quello che si vuole vedere e rilassarsi per il resto del tempo.

Leggi anche “Trucco da spiaggia a lunga tenuta

Cambi di clima

Anche i cambiamenti delle condizioni climatiche svolgono un ruolo importante. Anche se stiamo viaggiando abbastanza vicino, tutto intorno cambia: aria, acqua, cibo, temperatura e umidità. Pertanto, il nostro corpo ha bisogno di un po’ di tempo per abituarsi – i medici dicono almeno dieci giorni, ma è ancora meglio dedicarci due settimane. Solo dopo questo periodo, noi, abituandoci al nuovo clima, iniziamo a rilassarci davvero. Ma al giorno d’oggi poche persone possono permettersi di trascorrere così tanto tempo in vacanza. Quindi anche questo è uno dei motivi perché torni dalla vacanza stanca piu di prima.

Vietato riposare!

La breve durata delle vacanze le fa diventare piu piene ma anche piu stancanti. Una persona che è abituata a riposare solo una settimana, dopo dieci giorni inizia francamente ad annoiarsi. Tuttavia, dovremmo essere rassicurati dal fatto che la vacanza non è solo faticosa, ma anche temporanea. Molto presto avremo l’opportunità di riposare adeguatamente tornando al lavoro.

Leggi anche “Abbronzarsi fa davvero fa male o no? e “Come scegliere la crema solare

Come sopravvivere al caldo senza impazzire

Nove trucchi per sopravvivere al caldo e non uscire fuori di testa

Il caldo per il periodo estivo è la norma, ma ultimamente stiamo vivendo un caldo anomalo che dura da diversi giorni. Le persone che non hanno l’aria condizionata in casa potrebbero andare incontro a stress da caldo, avvertono i meteorologi. Eppure ci sono diversi modi per aiutare a sopravvivere anche al caldo più insopportabile. Leggi di più su come sopravvivere al caldo senza impazzire.

1. Bevi più acqua

Nella stagione calda, il corpo ha bisogno più che mai di reintegrare i liquidi, poiché le alte temperature e, di conseguenza, l’aumento della sudorazione contribuiscono alla disidratazione. Pertanto, nella stagione calda è necessario bere molta acqua. La quantità dei liquidi che deve essere consumata al giorno è calcolata in base al peso corporeo e alla temperatura ambiente.

Per una persona che pesa da 50 a 55 kg, 1,5 litri al giorno sono considerati ottimali a temperature fino a 23 gradi. 

A una temperatura 25 – 29 gradi – 2 litri. 

Se il calore è superiore a 30 gradi – 2,5-3 litri.

Se, ad esempio, sei andato a prendere il sole o semplicemente stai al sole per molto tempo, i medici consigliano di aggiungere un altro litro alla norma quotidiana. Ma, naturalmente, queste raccomandazioni non possono essere definite rigide, perché tutto è puramente individuale. Quindi, a meno che tu non abbia una malattia specifica che richiede di limitare l’assunzione di liquidi, bevi quanto vuoi.

È meglio placare la sete con acqua semplice non gassata. Ma dovresti astenerti da succhi e bibite, perché oltre al fatto che contengono una grande quantità di zucchero, queste bevande non dissetano bene. E, naturalmente, al caldo si consiglia vivamente di non bere alcolici, poiché stimola il trasferimento di calore, aumenta il carico sul sistema cardiovascolare e l’alcol in esso contenuto provoca disidratazione. Anche il caffè e tè sono da evitare durante il periodo caldo, perché la caffeina contenuta in queste bevande ha proprietà diuretiche, il che significa che perderai più liquidi di quanti ne assumerai.

2. Evita il gonfiore

Pensavamo che l’assunzione eccessiva di liquidi provocasse gonfiore, ma il processo può essere invertito. Alcune persone soffrono di un aumento del gonfiore al caldo perché è così che il corpo reagisce a una quantità insufficiente di acqua. Esercizi speciali di drenaggio linfatico aiuteranno a liberarsi dell’edema. Eccone alcuni.

  1. Saltare dopo il risveglio: esegui 100 salti con ginocchia morbide, questo esercizio aiuta a disperdere bene la linfa nel corpo.
  2. Massaggio alle orecchie: massaggia le orecchie per un minuto su tutta la superficie del padiglione auricolare.
  3. Massaggio del cuoio capelluto: premendo abbastanza forte, passa le dita delle mani su tutta la testa, dopodiché afferra i capelli vicino alle radici e tirali leggermente. Le sensazioni non devono essere dolorose, ma piacevoli.

Questi esercizi ti aiuteranno a disperdere rapidamente la linfa e a liberarti dell’edema.

3. Tieni la stanza al fresco

L’aria condizionata è una cosa indispensabile con il caldo, ma, purtroppo, non tutti ce l’hanno. Tuttavia, puoi raffreddare la stanza in altri modi. La prima cosa da fare è limitare il flusso di luce solare nell’appartamento. Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a farlo.

Tieni le serrande abbassate durante il giorno oppure attacca la protezione solare alle finestre. Un’altra soluzione è quella di acquistare le tende speciali che impediscano la penetrazione attiva della luce solare.

Se lavori in un posto dove non ci sono persiane e tende, usa tende di colore chiaro che riflettano i raggi del sole. 

Anche i fogli bianchi sono adatti come rimedio di emergenza: possono essere appesi temporaneamente alle finestre, previamente inumiditi con acqua. 

Tieni le tende tirate fino al tramonto.

Non importa quanto fa caldo fuori, l’aria deve entrare comunque. Quindi non tenere le finestre completamente chiuse. Durante il giorno, lascia un piccolo spiraglio e dalla tarda serata fino al mattino presto puoi spalancare le finestre se è possibile. Chiudi le finestre prima che fuori faccia caldo.

4. Mantieni l’umidità negli ambienti

Per facilitare la respirazione del calore, puoi umidificare regolarmente l’aria nell’appartamento con un flacone spray. Prova a spruzzare l’acqua ogni ora. Puoi anche spruzzare acqua sulle tende.

Se hai un umidificatore, devi versarci dell’acqua ghiacciata e aggiungere cubetti di ghiaccio. Questo metodo aiuta a raffreddare bene la stanza.

Se non hai un condizionatore in casa, non preoccuparti, puoi crearne uno tuo. 

Per fare questo, prendi un semplice ventilatore domestico e metti davanti bottiglie di acqua ghiacciata. 

Ti consigliamo di avere sempre una scorta di ghiaccio nel congelatore o di congelare l’acqua in bottiglia, riempiendola per tre quarti. In questo modo un condizionatore ricavato dal ventilatore risulterà ancora più efficiente.

Come sopravvivere al caldo senza impazzire? Oltre a raffreddare l’ambiente puoi rinfrescare anche te stesso usando il seguente trucco. Metti la maglietta in un sacchetto, dopodiché lasciala nel frigo per un quarto d’ora. Dopo 15 minuti, indossa la tua maglietta fresca e mettine un’altra di ricambio nel frigo. Cambia le magliette ogni ora. Ma ricorda di non esagerare perché con il caldo è facile prendere il raffreddore.

5. Fai attenzione agli sbalzi di temperatura

Come sopravvivere al caldo senza impazzire1
Come sopravvivere al caldo senza impazzire, guida di 9 punti.

Se sei fortunato da avere un condizionatore a casa, non affrettarti ad accenderlo a piena potenza. Perché le temperature basse possono portare alle spiacevoli conseguenze. Infatti, con il caldo estremo è anche molto facile ammalarsi, soprattutto se si verifica un forte e improvviso calo della temperatura.

La differenza tra la temperatura in strada e nella stanza non deve essere superiore a dieci gradi. 

In caso contrario, troppa differenza di temperatura influirà negativamente sulla salute, incluso il mal di gola e raffreddore.

Ma questo non è l’unico problema che l’aria condizionata può provocare. È importante non dimenticare di pulirlo regolarmente dalla polvere e monitorare la sostituzione dei filtri. Se non pulisci il dispositivo da un anno, la polvere si accumula al suo interno, dopodiché si diffonde in tutta la casa. Questo può provocare una reazione allergica.

Le persone con la pelle sensibile dovrebbero prestare particolare attenzione. Potrebbero avere una reazione imprevedibile al condizionatore d’aria. Si ricoprono di macchie, la pelle inizia a seccarsi e a staccarsi. Questo è il modo in cui il corpo reagisce alle particelle di polvere microscopiche che vengono trasportate dal dispositivo di raffreddamento.

6. Usa meno elettrodomestici

Tutti gli elettrodomestici riscaldano l’aria nell’appartamento. Cerca di usare i fornelli, la lavatrice e la lavastoviglie solo la sera tardi e la mattina presto, ed è meglio non usare del tutto il forno durante l’estate.

Anche un bollitore elettrico, un ferro da stiro, una macchinetta del caffè e una pentola a cottura lenta riscaldano l’aria. Cerca di ridurre al minimo il loro utilizzo. È ancora meglio spegnere la TV e sostituire le lampadine a incandescenza con quelle a LED, poiché non si riscaldano. Ciò ridurrà notevolmente la temperatura nel tuo appartamento.

7. Cambia la tua dieta

Se stai cercando di scoprire come sopravvivere al caldo senza impazzire non puoi tralasciare nessun punto dei nostri 9 trucchi di sopravvivenza al caldo. Anche la dieta dovrebbe subire qualche modifica durante il periodo caldo.

I piatti che siamo abituati a cuocere a temperature moderate e basse non sono adatti al caldo. Con questo tempo, si consiglia di mangiare più piatti freddi. Lascia che la verdura fresca, la frutta e il pesce siano sulla tua tavola. È meglio evitare il cibo pesante, poiché richiede molta energia per la digestione.

Zuppe fredde, insalate e spuntini leggeri di verdure sono l’opzione migliore per una calda estate. La maggior parte degli ingredienti in essi contenuti non viene affatto lavorata termicamente, quindi sono letteralmente traboccanti di vitamine. Inoltre, al caldo, le casalinghe non devono patire davanti ai fornelli.

Leggi anche “Frullati estivi buoni e leggeri”

8. Fai attenzione al colpo di calore

Uno dei maggiori pericoli che ci attendono durante la stagione calda è il colpo di calore. La sua causa è una mancanza di umidità nel corpo e, di conseguenza, un fallimento della termoregolazione. Se sei esposto a lungo al calore, lavori vicino a una fonte di calore, indossi abiti che impediscano l’evaporazione del sudore, o non bevi abbastanza o fai attività fisica a temperature elevate, allora il rischio di avere il colpo di calore aumenta. È importante essere in grado di identificare in tempo i sintomi del colpo di calore e fornire il primo soccorso alla vittima.

I primi sintomi di surriscaldamento sono mal di testa e vertigini. 

I vasi si dilatano e il sangue inizia a ristagnare. 

In questo caso, una persona può avere nausea e persino vomito. 

Anche mancanza di respiro, svenimento, allucinazioni e persino perdita di coscienza sono segni di colpo di calore.

Come evitare il colpo di calore

Per evitare il colpo di calore, è necessario seguire una serie di semplici regole:

  • indossa abiti di colore chiaro perché i colori chiari non attirano così tanto i raggi solari;
  • cerca di bere di più e porta sempre con te una bottiglia d’acqua;
  • rinuncia ai cibi grassi;
  • escludere lo sport e il lavoro fisico pesante;
  • cerca di non uscire di casa se non è necessario, soprattutto nelle ore più calde, dalle 12 alle 17 ore.

Primo soccorso nel caso di colpo di sole

È importante essere in grado di fornire il primo soccorso in caso di colpi di sole o di calore. Ecco una breve guida da ricordare.

  1. Il primo passo è isolare la vittima dal fattore dannoso che è il calore. Portarlo all’ombra, o meglio ancora in una stanza fresca.
  2. Chiamare un’ambulanza. Non metterti a valutare la gravità delle condizioni della vittima, anche se oggettivamente la persona si sente bene, dovrebbe essere visitata da un medico.
  3. Togliere eventualmente gli indumenti dalla persona che aumentano il calore corporeo e limitano i movimenti.
  4. Aprire le finestre per far entrare aria fresca.
  5. Alzare la testa della vittima arrotolando dei vestiti o altro, creando una specie di cuscino improvvisato.
  6. Coprire il corpo o la testa con un panno umido.
  7. Gli impacchi freddi devono essere applicati sulla fronte e sotto la nuca. Per fare questo bisogno prendere un asciugamano freddo, oppure dei pezzi di ghiaccio avvolti in un panno, una speciale borsa termica, o anche una bottiglia di acqua fredda.
  8. Se il paziente è in grado di muoversi da solo, metterlo sotto la doccia o in un bagno fresco.
  9. Se invece la persona non è in grado di muoversi è necessario bagnare il suo corpo con acqua fredda.

9. Prendere il sole responsabilmente

L’intrattenimento principale estivo è nuotare e prendere il sole. Ma nel tentativo di ottenere un’abbronzatura bella e uniforme, spesso dimentichiamo le misure di sicurezza. Tutto ciò può portare a gravi scottature solari, che causano gravi danni al corpo. Per abbronzarsi, ma non bruciare al sole, devi conoscere alcune regole.

  • Scegli il momento giusto per abbronzarti. I medici raccomandano di prendere il sole prima delle 12:00 e dopo le 16:00. Ma il tempo da 13 a 15 ore è il periodo in cui la luce solare diretta è più pericolosa.
  • Devi prendere il sole gradualmente. Per la prima volta, puoi uscire al sole solo per mezz’ora, o un’ora al massimo. Così la pelle prenderà il sole gradualmente e si preparerà ai raggi del sole.
  • Assicurati di usare crema solare e spray, devono essere applicati sulla pelle ogni due ore. Inoltre, vale la pena trattare non solo il corpo, ma anche il viso. È meglio scegliere una crema con un SPF di almeno 50.


  • Se hai ancora una scottatura solare, in nessun caso devi usare ghiaccio o acqua ghiacciata, non applicare scrub, prodotti contenenti alcol sulla pelle, non perforare le vesciche e non staccare la pelle desquamata perché tutto ciò può causare un’infezione.

Adesso sai come sopravvivere al caldo senza impazzire, segui i nostri consigli e il calore eccessivo non sarà piu un problema insopportabile.

Perché le batterie non si buttano nella spazzatura

Perché le batterie non dovrebbero essere gettate nella spazzatura

Per capire perché le batterie non si buttano nella spazzatura dovresti sapere che le batterie e gli accumulatori, a seconda del tipo, contengono elementi come piombo, nichel, cadmio, litio e in rari casi -mercurio. Il cadmio è uno degli elementi più tossici per l’uomo perché compromette il funzionamento del sistema renale, delle ossa e del fegato. Inoltre cadmio è cancerogeno. Piombo e mercurio non sono meno dannoso per il funzionamento di reni, fegato, ossa umane e sistema nervoso.



Leggi anche “Circondati dalla plastica

Dalla spazzatura alla natura

Quando una batteria o un accumulatore finisce in una discarica, durante il processo di corrosione e distruzione della cassa, le sostanze tossiche penetrano direttamente nel suolo e nelle falde acquifere, e dopo l’impianto di incenerimento raggiungono l’atmosfera.

Quello che succede dopo è ovvio. Sostanze tossiche diffuse nel suolo, nei canali idrici e nell’aria, agiscono negativamente sulla salute. Alcuni metalli pesanti creano un danno irreparabile a tutta la vita sul pianeta. Perché rallentano la crescita delle piante, entrano negli organismi degli animali e, naturalmente, nell’uomo – insieme all’acqua, al cibo di origine animale e vegetale e persino all’aria che respiriamo. Ecco perché le batterie non si buttano nella spazzatura.

Tipi di batterie

Batterie usa e getta:

  • alcaline;
  • soluzione salina (zinco-carbone);
  • litio (litio);
  • ossido-argento (ossigeno-argento);
  • aria-zinco (zinco-aria).

Questi includono le solite batterie che vengono utilizzate in un telecomando televisivo, una torcia o un orologio da parete, nonché piccole “pillole” rotonde, il più delle volte acquistate per gli orologi. Le batterie zinco-aria sono progettate per gli apparecchi acustici.

Batterie ricaricabili (batterie):

  • nichel-cadmio (Ni-Cd);
  • nichel-metallo idruro (Ni-MH);
  • nichel-zinco (Ni-Zn);
  • ioni di litio (Li‑Ion);
  • piombo acido (Pb).

Le batterie Ni‑Cd, Ni‑MH e Ni‑Zn sono utilizzate in molti dispositivi elettrici cordless come torce elettriche, fotocamere digitali, radio e telefoni. Le batterie agli ioni di litio si trovano in telefoni cellulari, laptop, radio e altri dispositivi wireless. Invece le batterie al piombo sono utilizzate nelle automobili e in altri veicoli e sono anche utilizzate come fonte di elettricità di emergenza.

Attualmente le batterie contenenti mercurio sono vietate in quasi tutti i paesi del mondo e sono praticamente inesistenti, quindi è molto probabile che vedrai il marchio “0% mercurio” o “Niente mercurio” su qualsiasi confezione di batterie. Lo stesso vale per il contenuto di cadmio: la sua assenza ti verrà notificata con un segno simile “0% cadmio”.

Certo che ci sono molte più batterie, tutte differiscono per composizione e hanno diverse aree di applicazione, ma hanno una cosa in comune: un’icona con un contenitore barrato, applicata alla confezione o al guscio esterno.

Perché le batterie non si buttano nella spazzatura1
Perché le batterie non si buttano nella spazzatura?

Dove portare le batterie usate?

Per scoprire dove portare le batterie usate puoi cercare su internet gli indirizzi dei punti di raccolta della tua città.

Molti supermercati e ipermercati dispongono di contenitori per la raccolta delle batterie usate.

Non pensare che non accadrà nulla per una batteria gettata nella spazzatura. L’entità delle discariche nel mondo influisce sull’aria che respiriamo, sull’acqua che beviamo e sul cibo che mangiamo. Se non inizi a prendertene cura ora, la situazione potrebbe diventare irreversibile per il nostro pianeta. Non rimanere indifferente, perché qui è in gioco la salute nostra e delle future generazioni.


Doccia fredda perché fa bene

Perché devi fare la doccia fredda se vuoi essere in salute?

La maggior parte delle persone si fa la doccia ogni giorno senza dare molta importanza. Sì, la doccia è piacevole e poi è importante anche per motivi igienici. Ma sai perché la doccia fredda fa bene alla salute? Inoltre sarai sorpreso a scoprire che c’è anche un effetto psicologico benefico delle docce fredde.

Leggi anche “Come ripulire il sangue dalle tossine

Benefici delle docce fredde

  • Le docce fredde aiutano ad aumentare i livelli di energia. Lavarsi con l’acqua fredda non è solo una “terapia d’urto” che può svegliarti. Perché l’acqua fredda stimola la circolazione sanguigna in tutto il corpo, fornendo ossigeno ai tessuti. Poiché la circolazione sanguigna migliora e il corpo è più ossigenato, ti senti più vigile ed energico.
  • ​​​​​​La doccia fredda aiuta ad alleviare i sintomi della depressione. Ci sono molti recettori nervosi sulla pelle umana che sono sensibili al freddo. L’acqua fredda entra in contatto con la pelle e un’enorme quantità di impulsi elettrici provenienti da questi termocettori iniziano a fluire nel cervello. In pratica facendo una doccia fredda ricevi lo stesso effetto di un potente antidepressivo. Tra l’altro, quando fai una doccia fredda, le endorfine vengono rilasciate nel sangue e questo migliora anche il tuo umore.⠀
  • Le docce o i bagni sia freddi che caldi contribuiscono a dormire bene la notte. Quando fai una doccia fredda, dopo lo shock iniziale, inizi ad abituarti alla temperatura dell’acqua. Dopo aver finito il bagno entri in una stanza calda, ti sdrai sotto le coperte e ti senti subito caldo e coccolato. Il tuo corpo si rilassa e ti addormenti prima e dormi meglio. Durante una doccia o un bagno caldo, l’acqua calda rilassa i muscoli e allevia le tensioni, il che contribuisce anche a dormire bene.⠀

A proposito, l’estate è il momento migliore per iniziare a praticare le docce fredde.



Come sbarazzarsi delle smagliature

Metodi casalinghi e professionali per eliminare le smagliature

Le smagliature sono dei segni di colore viola, rosa o bianco sulla pelle. Non sono orribili, ma comunque non graditi perché fanno apparire il tono della pelle irregolare. Per questo motivo, la pelle sulla pancia o sulle cosce toniche, ma con le smagliature, appare lassa e flaccida. Molte donne che hanno le smagliature si sono chieste come si può sbarazzarsi delle smagliature.

Perché compaiono le smagliature

Le smagliature compaiono quando l’una o l’altra parte del corpo aumenta rapidamente di volume. Per qualsiasi ragione. Ecco le cause più comuni delle smagliature:

  • gravidanza che fa crescere l’addome rapidamente;
  • allattamento al seno – non è raro che il busto diventi più grande di 1-3 taglie;
  • un forte aumento di peso;
  • bodybuilding eccessivo, a causa del quale i muscoli stanno aumentando le dimensioni rapidamente;
  • scatti di crescita rapidi e improvvisi che alcuni adolescenti sperimentano durante la pubertà;
  • uso regolare di farmaci contenenti corticosteroidi.

Normalmente, il collagene e l’elastina sono responsabili della capacità della pelle di allungarsi e contrarsi. Ma se per qualche ragione (ormonale, genetica e così via) queste proteine ​​non bastano, iniziano i problemi.

Lo strato intermedio della pelle – il derma – si strappa semplicemente come un sacchetto che viene tirato su un oggetto più grande. Le rotture vengono riparate dal tessuto connettivo. Di conseguenza, si formano cicatrici atrofiche, cioè, le smagliature.

Come con qualsiasi cicatrice, sbarazzarsi definitivamente delle smagliature è quasi impossibile. La pelle danneggiata, permeata da aree di tessuto connettivo, non tornerà mai più al suo stato originale. Ma una cura opportunamente scelta e alcune procedure possono rendere le smagliature quasi invisibili.



Come eliminare le smagliature

In teoria, puoi sbarazzarsi delle smagliature a casa. Ma questo vale solo per le cosiddette smagliature fresche. Puoi riconoscerle per colore: rosa, viola, a volte rosso-viola. Il colore rosaceo è dovuto alla presenza di vasi sanguigni, che permeano il tessuto cicatriziale.

Ma gradualmente con il tempo i vasi si svuotano, le cicatrici si schiariscono e alla fine, di solito dopo 6-12 mesi, si trasformano in vecchie smagliature.

Nelle vecchie smagliature non viene prodotta la melanina, responsabile della pigmentazione della pelle. Ecco perché le smagliature rimangono di colore biancastro anche quando ci si abbronza.

Quasi nessun rimedio casalingo è efficace contro le vecchie smagliature. Il tessuto cicatriziale si è finalmente formato e ora può essere rimosso solo con metodi professionali. Vediamo tutti i metodi disponibili in modo in dettaglio.

Rimedi contro le smagliature

In commercio esiste una varietà di unguenti, creme e gel che promettono di sbarazzarsi delle smagliature. Per non rimanere delusi dalle procedure cosmetiche fai da te, tieni presente alcuni punti importanti:

  • Usa il prodotto che hai scelto sulle smagliature fresche. Sulle smagliature vecchie il risultato sarà meno soddisfacente.
  • Non è sufficiente semplicemente applicare il prodotto sulla pelle, bisogno massaggiare adeguatamente. Perché il massaggio migliora l’effetto dei cosmetici.
  • Usa il rimedio scelto con costanza ogni giorno per almeno alcune settimane. Ma tieni presente che potrebbero passare 2-3 mesi prima che appaia un risultato visibile.

Ecco alcuni rimedi che possono aiutare a sbarazzarsi delle smagliature.

1. Creme e unguenti con retinoidi

I retinoidi (adapalene, tretinoina) sono principi attivi che aumentano la produzione di collagene e accelerano la rigenerazione cutanea. Una recente ricerca scientifica ha dimostrato che l’acido retinoico migliora le smagliature precoci. I partecipanti alla ricerca hanno applicato la tretinoina sulla pelle ogni notte per 24 settimane. Dopo questo periodo, si è scoperto che le smagliature sono diventate molto meno evidenti rispetto al gruppo di controllo, che non ha utilizzato alcun prodotto.

Attenzione! Se sei incinta, consulta il tuo medico prima di usare questo tipo di preparati. Perché i preparati retinoidi possono danneggiare il nascituro.

2. Prodotti con acido ialuronico

L’acido ialuronico è in grado di stimolare la produzione di collagene. Qualche volta trattamento topico delle smagliature, sia prevenzione che terapia delle smagliature con creme e unguenti a base di acido ialuronico sono davvero in grado di rendere meno evidenti le smagliature, per una pelle di colore più uniforme.

3. Prodotti a base di Centella asiatica

L’olio di centella è uno degli oli base dell’Ayurveda. Perché ha moltissime proprietà utili. In particolare, la centella fa sì che la pelle produca più collagene. Ci sono alcune prove che i prodotti a base di olio di centella o estratto appianano visivamente le smagliature.



4. Prodotti a base di olio di mandorle

È stato dimostrato che l’olio di mandorle amare può prevenire la comparsa di nuove smagliature. Sì, uno studio ha dimostrato che le donne che si sono massaggiate l’addome con l’olio di mandorle durante la gravidanza hanno avuto meno smagliature rispetto alle loro controparti che non hanno usato l’olio o lo hanno applicato senza massaggio.

5. Prodotti a base di cacao, karité, oliva e cocco

Popolari nella lotta contro le smagliature, questi prodotti hanno un potente effetto idratante. Ammorbidiscono la pelle, la rendono più piena e densa. L’epidermide satura di umidità può mascherare parzialmente le aree del tessuto connettivo sotto di essa.



Leggi anche “Olio di cocco – benefici e usi

Come sbarazzarsi delle smagliature con metodi professionali

Se i metodi casalinghi non hanno aiutato, o se stiamo parlando di vecchie smagliature che massaggi e creme non riescono più a migliorare, dovrai andare da un dermatologo. Molto probabilmente, ti verrà chiesto di eseguire una delle seguenti procedure.

1. Peeling chimico

Un prodotto contenente l’uno o l’altro acido concentrato verrà applicato sulla pelle. Il peeling, come un laser, dissolverà parte del tessuto cicatriziale e stimolerà la crescita di una pelle sana.

2. Terapia laser

Il laser vaporizza una parte delle cellule del tessuto cicatriziale e allo stesso tempo fa sì che la pelle aumenti la sintesi del collagene. Di conseguenza, si forma una nuova pelle giovane e sana sulle smagliature profonde, che possono nascondere le smagliature sottostanti.

3. Microdermoabrasione

Si tratta di una stimolazione meccanica dell’area danneggiata della pelle con un dispositivo speciale con un ugello rotondo rotante. L’effetto è più o meno lo stesso di quello della terapia laser e dei peeling chimici.

4. Inziezioni

Il medico inietterà farmaci sotto la pelle che aiuteranno ad aumentare la sintesi del collagene e aumentano il livello di idratazione della pelle , il che la renderà più densa e le smagliature sotto di essa appariranno meno evidenti.

Frullati estivi buoni e leggeri

Ricette di frullati estivi – buoni, leggeri e facili da preparare

In estate, quando fa molto caldo vogliamo qualcosa di fresco e leggero. Abbiamo scelto alcune ricette di deliziosi frullati estivi alla frutta, buoni e leggeri. Cucina, divertiti e gustali con piacere.

Frullato alla banana piccante

Frullati estivi buoni e leggeri - frullato alla banana
Frullati estivi buoni e leggeri – frullato alla banana
  • 1 banana matura (tagliata a pezzi grandi)
  • 2 cucchiaini di burro di arachidi
  • 250 ml di latte di mandorle
  • 1 data (snocciolata)
  • Un grosso pizzico di cannella
  • Un grosso pizzico di zenzero

Unire tutti gli ingredienti in un frullatore fino a ottenere una consistenza omogenea. Versare la bevanda in un bicchiere, aggiungere sopra un po’ di cannella e zenzero.



Frullato dorato

  • 1 banana matura (tagliata a pezzi grandi)
  • ½ cucchiaino Curcuma
  • 2 manciate abbondanti di mango affettato
  • Pezzo di radice di zenzero (sbucciata e tritata grossolanamente)
  • 3 cucciai di yogurt greco

Metti tutti gli ingredienti nel frullatore, versa 200 ml di acqua e frulla tutto fino a quando la consistenza non sarà omogenea.

Frullato ai mirtilli

Frullati estivi buoni e leggeri - frullato ai mirtilli
Frullati estivi buoni e leggeri – frullato ai mirtilli
  • 2 manciate abbondanti di mirtilli congelati
  • una manciata di foglie di spinaci giovani
  • ½ avocado (snocciolato e sbucciato)
  • Succo di un limone
  • 1 porzione (30 g) di proteine ​​in polvere gusto vaniglia
  • 250 ml di latte di mandorle

Unire tutti gli ingredienti in un frullatore fino a ottenere una consistenza omogenea.



Frullato all’arancia con carote e zenzero

Frullati estivi buoni e leggeri - frullato di arancia carote e zenzero
Frullati estivi buoni e leggeri – frullato di arancia, carote e zenzero
  • 1 banana matura (tagliata a pezzi grandi)
  • 1 carota grande (sbucciata e tagliata a pezzi)
  • Pezzo di radice di zenzero (sbucciata e tritata grossolanamente)
  • Un grosso pizzico di pepe di Cayenna
  • 250 ml di succo d’arancia

Frullare tutti gli ingredienti in un frullatore fino a ottenere una consistenza omogenea. Servire con sopra un po’ di pepe di Caienna.

Frullato di kiwi, mango e carota

Frullati estivi buoni e leggeri - frullato di kiwi e mango
Frullati estivi buoni e leggeri – frullato di kiwi, carota e mango
  • 1 tazza di succo di carota
  • 1 tazza di mango, tagliato a pezzi
  • 2 kiwi

Tagliare il kiwi e il mango a cubetti, mettere la frutta nel frullatore e versarvi sopra il succo di carota. Mescolare la frutta fino ad ottenere una crema omogenea e versarla nei bicchieri.

Frullato di more

Frullato di more
Frullato di more
  • 3 tazze di more
  • 1,5 tazze di ghiaccio
  • mezzo bicchiere di latte di cocco
  • 2 cucchiaini di cucco di lime
  • 1 cucchiaio di miele

Mettere il latte di cocco, il miele, le more, il succo di lime e il ghiaccio in un frullatore e mescolare fino a ottenere una consistenza omogenea. Guarnire il frullato con more o gambi di menta.

Forse potrebbe interessarti anche “10 trucchi per mangiare di meno

Perdonare il tradimento è possibile?

Perché è difficile superare un tradimento?

Perdonare significa lasciar andare, rinunciare a qualsiasi pretesa e smettere di arrabbiarsi con qualcuno. Queste definizioni rendono il perdono qualcosa di irraggiungibile, soprattutto quando si tratta di adulterio. Ma la vita non è un dizionario e nelle coppie accade di tutto. C’è chi decide di provare a superare il problema e continuare a stare insieme. Quindi perdonare il tradimento è possibile?

Janice Spring, psicologa clinica con 43 anni di esperienza e autrice di diversi libri, crede che il perdono sia sempre un processo collaborativo. Inizia quando condividi il tuo dolore l’uno con l’altro e si sviluppa mentre tu e il tuo partner fate le cose per ripristinare la fiducia e l’intimità.
Ecco le cinque credenze comuni sbagliate che ti impediscono di prendere una decisione consapevole se puoi e vuoi perdonare.

“Il perdono avviene subito, una volta per tutte”

Quando si tratta di perdono, potresti sentire che ti viene chiesto troppo. “Ci vorrà una vita”, dici. “O anche di più forse.”

Sì, è proprio così. Il processo del perdono si svolge molto lentamente e scorre insieme alla tua relazione. Non c’è un punto finale, non c’è un punto in cui si esce da questa fase con le parole: “Non ci pensiamo più e si dire che la questione è risolta”.

Forse in questo momento sei pronto a perdonare il 5 – 10% di ciò che ha fatto il tuo partner, e forse mentre stai cercando di riparare la relazione, puoi perdonare un altro 60 – 70%, ma non di più non ci riuscirai. 

E va bene così.

“Il trauma non scompare mai e la guarigione non è mai completa”, scrive Judith Herman, assistente professore di psichiatria clinica presso la Harvard Medical School, nel suo studio sul trauma psicologico.

Solo perché perdoni completamente non significa che sei una brava persona, e non sei necessariamente una persona cattiva se non puoi perdonare. Puoi dare solo ciò che senti di dare e ciò che il tuo partner merita.

“Quando perdoni, i sentimenti negativi verso il tuo partner vengono sostituiti da quelli positivi”

Alcuni potrebbero resistere al perdono perché lo vedono come “la fine dell’ostilità”, uno stato in cui il dolore scompare e l’amore e la compassione prendono il suo posto.

Nella vita reale, le ferite psicologiche non guariscono né scompaiono mai del tutto e le esperienze piacevoli non prendono magicamente il loro posto. Che tu sia ferito o un partner infedele, anche anni dopo, continuerai a rabbrividire al ricordo di come il tuo partner ti ha deluso.

Aspettarsi di ricominciare da capo, come se nulla fosse porta alla inevitabile delusione.

Come partner ferito, è improbabile che tu provi una profonda compassione per l’angoscia del tuo partner per l’infedeltà. Potresti non capire o non essere mai disposto a capire l’amarezza del tuo partner per aver dovuto rinunciare a un amante. Questo è normale. La tua inimicizia prima o poi cesserà di essere il centro della tua relazione e insieme ad essa appariranno altri sentimenti più caldi.

Come partner infedele, potresti non perdonare mai completamente il tuo partner per non essere stato all’altezza delle tue aspettative, e anche questo è normale.

Quando perdoni, i sentimenti positivi non sostituiscono quelli negativi, in realtà coesistono tra loro. Il tuo risentimento rimane, ma è bilanciato dalla consapevolezza che il tuo partner non era così pessimo e l’amante non era così eccezionale e che tu stesso sei tutt’altro che innocente.



“Quando perdoni, riconosci che i sentimenti negativi verso il partner erano sbagliati o irragionevoli”

Un altro motivo per cui potresti resistere al perdono è che esso sembra giustificare, scusare o alleggerire la gravità del comportamento del tuo partner. Sembra che il perdono neghi l’ingiustizia di quello che è successo, perché in realtà senti di essere stato trattato male e di avere il diritto di arrabbiarti e provare dolore.

Però, il perdono non libera il partner dalla colpa, se tu stesso non lo liberi dalla responsabilità per le sue azioni.

Potresti perdonare il partner, ma rimanere ferma sul pensiero che il partner è andato troppo oltre. Infatti, se non ammetti a te stesso di essere stato trattato male, non avrai nulla da perdonare. “L’accusa fa parte del percorso della vita”, scrive Beverly Flanigan nel suo libro Forgiving the Unforgivable. “Qualcuno è responsabile del accaduto. Qualcuno ha torto. Qualcuno deve essere incolpato. E qualcuno può essere perdonato.

“Quando perdoni, non chiedi nulla in cambio”

Perdonare il tradimento è possibile (1)
Perdonare il tradimento è possibile?

Quindi, perdonare il tradimento è possibile? Alcuni di voi sono riluttanti a perdonare perché lo vedono come un atto completamente disinteressato e credono che le scuse vengano date senza aspettarsi nulla in cambio. “Perché dovrei liberare il mio partner dall’obbligo di fare ammenda? ti chiedi. “Perché dovrei dimenticare tutto?”.

Se definisci il perdono in questo modo, molto probabilmente lo assocerai alla perdita di potere e alla volontaria sottomissione alla violenza.

Ma il perdono non ti rende automaticamente debole o solleva il tuo partner dalle responsabilità. Se il tuo obiettivo è la riconciliazione, il perdono richiede una serie di azioni da parte di tuo partner.

Se vuoi ripristinare la relazione, devi costruirla insieme. Il perdono è un processo a doppio senso. Non puoi perdonare qualcuno che si rifiuta di riconoscere e fare ammenda per il danno che ti ha fatto. Ovviamente non potrai piu avere una relazione intima e stretta con questa persona.

Il partner che vuole stare con te fisicamente e psicologicamente, deve impegnarsi per avere il perdono e meritarlo attraverso una serie di azioni mirate.

Un perdono immeritato, come anche l’amore non corrisposto, rafforza la convinzione che è tuo compito è mantenere la relazione da solo e il tuo partner non dovrebbe condividere con te il peso della guarigione emotiva.

“Sebbene la riconciliazione possa essere un risultato desiderabile, il perdono psicologico deve essere guadagnato”, sostiene lo psicologo clinico Robert Lovinger. “Perdonare qualcuno che non riconosce il trauma che ha inflitto, o peggio ancora, razionalizza il proprio comportamento traumatico come meritato, significa farsi del male più e più volte.”

“Perdonando, ti dimentichi del tradimento”

Potresti essere riluttante a perdonare il tradimento perché hai paura di seppellire i ricordi di ciò che è andato storto. Pensi che finché ricordi quello che è successo, non accadrà mai più. Inoltre, in tal modo dimostri al tuo partner che il tuo dolore non è di quelli che passano facilmente.

Ma in effetti, tu, il partner ferito, non dimenticherai mai come sei stato ingannato, indipendentemente dal fatto che tu perdoni questa persona o meno. Se sei tu, il partner infedele, molto probabilmente vuoi che il tuo partner ti perdona e dimentica tutto, e ti riconcilieresti con calma, ma non puoi accelerare questo processo.

Quando perdoni, non dimentichi quanto sei stato tradito, ma permetti a te stesso di non essere più tormentato da questi pensieri.

Dunque, perdonare del tutto il tradimento è possibile? I tuoi ricordi dolorosi non scompariranno nel nulla, ma rimarranno in fondo alla tua coscienza. Ricorderai ancora il male che ti è stato fatto, ma in una prospettiva più ampia dove c’è spazio anche per i bei momenti, quelli che ti ricordano perché hai scelto di stare insieme al tuo partner. Il passato può ancora farsi sentire, ma ti insegnerà anche una lezione importante e ti ispirerà a lavorare su te stesso.

Leggi anche “Perché festeggiare San Valentino” e “Finanze in coppia

Come migliorare circolazione delle gambe

5 metodi naturali per migliorare la circolazione delle gambe

Il cuore e i vasi sanguigni costituiscono il sistema circolatorio del corpo. Lo scopo principale di questo sistema è fornire ossigeno a tutti i tessuti. I danni alle grandi vasi sono pericolosi per la salute e talvolta anche per la vita. Le lesioni episodiche di piccoli vasi non sono così pericolosi, ma la fragilità cronica può portare a gravi malattie in futuro. Spiegheremo perché i capillari, o meglio le pareti dei capillari, diventano deboli o permeabili e analizzeremo come possono essere rafforzati e in generale come migliorare la circolazione delle gambe.

Le vene e le arterie non sono facili da danneggiare. Ciò richiede un forte effetto meccanico, che porta a emorragie esterne o interne. Non sempre notiamo lesioni capillari, poiché causano solo emorragie sottocutanee. Questo si manifesta attraverso ematomi (lividi).

Come capire se i tuoi vasi sanguigni sono deboli

La fragilità dei capillari è la tendenza di danneggiarsi le loro pareti. A tutti capita di avere dei lividi ogni tanto, è normale. Ma in alcune persone i lividi compaiono troppo spesso. Non devono nemmeno sbattere da qualche parte, basta anche un piccolo colpetto. Questa non è una caratteristica individuale del corpo, ma una condizione patologica che deve essere curata.

Per la diagnosi, viene eseguito un semplice test. Un laccio emostatico o un bracciale viene applicato alla parte centrale del braccio per creare pressione (come quando si preleva il sangue per l’analisi). Se dopo 5-10 minuti appare una piccola eruzione cutanea emorragica, vuol dire che è necessario prestare attenzione e cercare di migliorare le condizioni delle pareti vascolari. Quando si esegue questo test, è importante non lasciare il laccio emostatico troppo a lungo per evitare problemi circolatori.



Perché i vasi sanguigni diventano fragili

Le ragioni di questo fenomeno possono essere divise in due gruppi. Il primo sono le malattie ereditarie o autoimmuni, a seguito delle quali compaiono emorragie ed ematomi. Quando viene diagnosticato, è necessario un trattamento. 

Il secondo gruppo è costituito da condizioni sfavorevoli che indeboliscono il corpo nel suo insieme. Per ripristinare la forza e l’elasticità dei vasi sanguigni i rimedi popolari potrebbero essere sufficienti.

Malattie che portano a fragilità dei vasi sanguigni

La malattia di Schonlein-Genoch (altri nomi – vasculite emorragica, porpora) porta direttamente alla fragilità capillare. I lividi sono localizzati più spesso sulle gambe, a volte anche sullo stomaco e sulla schiena, così come sulle braccia. La malattia è autoimmune ed è associata a un eccessivo accumulo di immunocomplessi IgA.

Il rafforzamento delle pareti vascolari è necessario anche per i pazienti con disturbi emorragici. Ad esempio, i bambini con emofilia hanno sempre i lividi. Con l’età, le conseguenze si aggravano, poiché tutti gli elementi del sistema circolatorio ne soffrono. C’è il rischio di sanguinamenti e emorragie nel cervello pericolosi per la vita.

Anche le malattie virali indeboliscono i vasi sanguigni. La comparsa di un’eruzione emorragica una settimana dopo l’influenza è un evento comune. In alcuni casi, diventa una reazione non al virus stesso, ma ai farmaci per combatterlo.

Malattie cardiovascolari: cause o conseguenze?

Nella maggior parte dei casi è più corretto parlare di relazione reciproca. Sebbene la maggior parte delle malattie cardiovascolari sia associata a patologie delle arterie, anche i capillari ne soffrono. Una diminuzione del tono della parete vascolare o un restringimento dei capillari impedisce la normale circolazione sanguigna e l’apporto di nutrienti e ossigeno al cervello.

Tra le malattie si segnala:

  • ipertensione;
  • patologie cerebrovascolari;
  • sclerodermia sistemica;
  • lupus eritematoso sistemico.

Ci sono casi in cui la variazione dell’elasticità e della permeabilità dei pareti capillari porta allo sviluppo di malattie cardiovascolari, tra cui ipertensione e ictus. In particolare, ciò si osserva nel quadro clinico del diabete mellito. Sotto l’effetto tossico del glucosio in eccesso, vengono attivati ​​meccanismi che causano danni alla parete vascolare e un aumento della sua permeabilità. Pertanto, i diabetici hanno un rischio molto elevato di emorragia cerebrale e infarto del miocardio.

Fattori che indeboliscono vasi sanguigni

Il sistema circolatorio è direttamente connesso con tutti gli organi del corpo umano. Esso aiuta a nutrire ogni cellula del corpo e allo stesso tempo a rimuovere i prodotti di scarto. Pertanto, lo stato di salute generale può incidere anche sul grado di fragilità.

I vasi sanguigni possono essere indeboliti da:

  • mancanza di vitamine;
  • stress prolungato;
  • cattive abitudini;
  • esaurimento fisico;
  • fluttuazioni ormonali;
  • avvelenamento.

In questi casi è più facile migliorare la situazione e rafforzare le pareti dei vasi sanguigni da soli. Uno stile di vita sano, vitamine, rimedi popolari contribuiscono a risolvere il problema e non a livello locale, ma in modo completo. Ma prima dovresti sottoporti a un esame e assicurarti che non si tratta di una malattia grave.



Come rafforzare i vasi sanguigni

I flebologi affermano che i vasi sanguigni devono essere rafforzati sistematicamente e non di tanto in tanto. Non dovresti aspettare fino a quando compaiono i primi segni di disturbi circolatori.

Siccome un vaso sanguigno non smette mai di funzionare svolgendo il suo lavoro di continuo, quindi un supporto extra non è mai d’intralcio. Ma prima di mettersi a sperimentare è meglio consultare prima un medico.

Come migliorare circolazione con la dieta

Il principale nemico del sistema cardiovascolare è il colesterolo. Questa sostanza provoca la chiusura delle pareti dei vasi sanguigni. Ma la concentrazione moderata di colesterolo è persino utile.

Esiste un complesso di prodotti che hanno un effetto protettivo capillare. Ciò comprende:

  • frutta e verdura ricche di vitamina C;
  • legumi;
  • grano saraceno;
  • verdure (soprattutto acetosa);
  • pesce;
  • frutti di mare.

I decotti di vari frutti di bosco sono molto utili, in particolare la rosa canina e l’aronia.

Ma ricordati che cibo sano non significa insapore. L’olio d’oliva, il pepe di Cayenna e la curcuma possono sia migliorare la circolazione sanguigna che aggiungere colore al piatto.

Però se stai cercando di rafforzare i vasi sanguigni mangiando ogni tanto gli alimenti sano, ma per il resto consumando cibo da fast-food, sappi che non funzionerà. Lo stesso discorso vale per il consumo eccessivo di caffè, bevi alcolici e fumo.



Vitamine che ci rafforzano vasi sanguigni

Ci sono molte sostanze utili che hanno un effetto benefico sulla salute del sistema circolatorio. Soprattutto, l’epitelio vascolare è rafforzato dalle vitamine dei gruppi:

  • A (che si trova in carote, fegato di manzo, pesce, broccoli, formaggio, albicocche, melone);
  • B (si trova nelle uova, nelle aringhe, nei cereali);
  • C (agrumi, verdure, rosa canina, olivello spinoso, cavolo cappuccio, pomodori);
  • K (prugne secche, cetrioli, olio d’oliva, asparagi, pepe di Caienna).

Le vitamine E e PP aiutano anche a migliorare le condizioni dei vasi sanguigni in generale. La loro azione è diretta principalmente alla normalizzazione del metabolismo lipidico. Se non è possibile ottenere la giusta quantità di nutrienti dal cibo, possono essere ottenuti da farmaci multivitaminici.

Come migliorare circolazione delle gambe con stile di vita sano

Rinunciare alle cattive abitudini e mantenere uno stile di vita sano può rafforzare non solo le pareti dei capillari, ma anche il sistema cardiovascolare nel suo complesso. Oltre a smettere di fumare, di bere alcol e mangiare cibi grassi, i medici raccomandano:

  • dare al corpo carichi moderati (soprattutto le gambe per evitare le vene varicose);
  • astenersi dal sollevare pesi eccessivi;
  • non surriscaldare il corpo (sotto il sole, nella vasca da bagno);
  • indossare scarpe comode;
  • evitare indumenti stretti (soprattutto con elastici).

Il massaggio ha un effetto benefico sullo stato dei vasi sanguigni. In questo caso si tratta del solito impatto manuale. Massaggio migliora le condizioni generali, stimola la circolazione sanguigna. Tuttavia, nel caso di tromboflebite il massaggio è controindicato. Il drenaggio linfatico e il massaggio vibratorio, invece, sono dannosi per l’epitelio vascolare.

Un’altra componente utile di uno stile di vita sano è la doccia fredda o alternata. Perché allena l’intero sistema circolatorio, non solo i capillari, ma anche le vene e le arterie.

Rimedi popolari per migliorare circolazione delle gambe

Come migliorare circolazione delle gambe
Come migliorare circolazione delle gambe

I rimedi popolari possono essere una misura preventiva per la fragilità e avere un effetto rinforzante. Comuni sono i decotti e le tinture:

Ci sono molte opzioni per la loro preparazione (differiscono principalmente nelle proporzioni). La cosa principale sono gli ingredienti.

Se non c’è voglia di preparare un infuso, bastano le tisane naturali. Il thè verde, l’anice aiutano non solo a rafforzare, ma anche a pulire i vasi. Sono utili anche impacchi di foglie di cavolo. Gli impacchi devono essere applicati localmente, in luoghi in cui i capillari sono già danneggiati.

Moda costume da bagno 2022

Moda del costume da bagno del 2022 ha pensato di mettere al primo posto il costume intero e sta dettando il vero trend nelle spiagge. Il tempo in cui un costume intero era limitato a pochi usi è finito.

Qualche anno fa si credeva fermamente che un costume intero fosse l’ideale per tutte quelle donne che hanno qualche chilo in più da nascondere . Nel tempo, si è scoperto che non è affatto così. In realtà tutti possono indossare un costume intero, inoltre è anche molto alla moda.

Quindi i costumi interi dettano la moda nell’astate 2022. Parlando di abiti classici che non passano mai di moda si può dire che il costume intero ne fa parte. Anche se ogni anno gli stilisti escogitano qualche modello nuovo, innovativo e a volte rivoluzionario.

Leggi anche “10 capi di abbigliamento che non passeranno mai di moda“.

Novità del 2022

Cosa ci riserva la moda del costume da bagno nel 2022? Certo, costumi interi dalle linee molto più classiche, con fantasie eleganti e colorate, niente di superfluo per adattarsi a qualsiasi personalità.

Ma anche se scegliere un costume intero può sembrare molto conveniente, la scelta non è così semplice come potrebbe sembrare.

Spiaggia urbana

Moda costume da bagno 2022
Moda costume da bagno 2022

Se in passato la spiaggia era un mix di colori accesi, adesso le abitudini delle persone sono cambiate. Ora il confine tra beachwear e casual sta diventando molto sottile.

È come se tu dovessi venire dal lavoro direttamente in spiaggia o, addirittura, lavorare sulla spiaggia mentre stai al sole. Quindi appena tutte le formalità vengono a mancare, la temperatura sale e si inizia subito a pensare alla vita in riva al mare.

In città indossiamo le infradito, ma anche i costumi da bagno sotto la maglietta, non importa se è un bikini o un costume intero.

A dire il vero, il costume intero indossato sotto la giacca sta diventando un modo per mettersi in mostra e attirare l’attenzione. Uno sguardo rilassato ma colto, come se volessi essere pronto a tutto e in qualsiasi momento.

Sembra ovvio che i costumi interi 2022 non siano solo un tentativo molto velato di rispolverare le vecchie tendenze, ma anche di creare un filo conduttore tra la vita in città e la vita in riva al mare. Per chi pensava che i costumi interi fossero la scelta di chi varcava la soglia degli anta, beh, dovrà sicuramente ricredersi, perché i costumi interi 2022 sono davvero adatti a tutte le età, l’importante è poter scegliere.

Come scegliere il costume intero

Allo stesso modo in cui cerchi di evidenziare i tuoi punti di forza con i vestiti, lo stesso dovrebbe valere anche con i costumi da bagno. Ogni donna conosce i suoi difetti, ma sa anche i suoi punti di forza.

È proprio in base a questo che devi scegliere il tuo costume da bagno. Sono tante le idee che la moda ci offre.

Scegliere il costume in base alla scollatura

Chi ha il seno piccolo lo vuole grande, chi ha il seno grande lo vorrebbe piu piccolo. Il seno è sempre una questione contorta. Ma cominciamo dalle donne che hanno il seno grande.

Hai bisogno di un costume da bagno in grado di gestire i volumi grandi. Dovresti scegliere un costume che dia sostegno al seno grazie alle coppe preformate e al supporto con ferretto.

Anche i modelli con gli intrecci sulla scollatura sono eccellenti, perché offrono un ulteriore supporto al seno prosperoso. Ovviamente bisogna abbandonare le bretelline strette che potrebbero facilmente spostarsi in acqua lasciando il seno scoperto.

Quindi la scelta dovrebbe andare verso le spalline larghe, per un maggior sostegno e copertura dei classici rotolini che hanno le donne con il seno grande ed è in sovrappeso.



Seno piccolo

Vorresti il seno grande, ma invece hai una prima? Stai tranquilla, perché sei avvantaggiata in realtà. In primo luogo, puoi facilmente permetterti le scollature da capogiro e in nessun caso sembrerai volgare.

Puoi sbizzarrirti tra vari modelli con lacci o senza, con le scollature davanti e dietro e con le fantasie colorate.

Se scegliere il modello con le coppe imbottite push-up. Per te che hai il corpo snello consigliamo fiori, fantasie grafiche, ma anche paillettes, se non vuoi davvero passare inosservata anche in spiaggia.

Leggi anche “Come distinguersi dalla massa

Perché scegliere il costume intero

I costumi interi 2022 confermano il trend degli ultimi anni, che sta costringendo sempre più donne a passare ai costumi interi. Il costume intero oggi è diventato un elemento di stile.

Moda costume da bagno 2022ha proposto tanti i modelli. Quindi non ti resta che analizzare davanti allo specchio quali sono i punti di forza del tuo corpo e quali sono i punti deboli e scegliere il costume adatto.

Costumi da bagno che possono essere utilizzati non solo per esporsi al sole in una calda giornata estiva, ma anche da indossare sotto una giacca elegante, perché no? Soprattutto se vai alla festa a bordo piscina in cui fare il bagno a mezzanotte è molto probabile.

Come distinguersi dalla massa

10 consigli per farsi distinguere dal resto della gente e rimanere impressi

La domanda su come distinguersi dalla massa preoccupa non solo gli adolescenti alla ricerca di se stessi. Questa domanda viene posta da ogni pretendente per un ambito posto di lavoro, dove c’è una concorrenza abbastanza seria. Anche un casting può servire da esempio. Di solito nel corridoio aspettano un paio di dozzine di candidati per un unico ruolo, che andrà a colui che riesce a distinguersi dalla massa e ad essere ricordato dal direttore del casting. Dunque, come distinguersi dalla massa?

Aspetto fisico

Il modo più conosciuto e anche più popolare per distinguersi è “pompare” il proprio aspetto. Ci sono molte opzioni e la scelta può essere difficile. Eccone alcuni.

  • Stile di abbigliamento, capelli e trucco. La prima cosa che la logica suggerisce è vestirsi in modo più appariscente e truccarsi in modo più brillante se sei una ragazza, fare una pettinatura stravagante e il gioco è fatto.
  • Tatuaggi e piercing. Per sorprendere qualcuno con i tatuaggi ai nostri tempi, devono essercene molti.  Questo metodo è ancora molto popolare, soprattutto tra i giovani. Ma non a tutti può andar bene, anche perché per svolgere certi lavori i tatuaggi potrebbero essere visti male. Quindi prima di optare per questa soluzione pensaci bene cosa vuoi fare nella vita. Oppure fai dei tatuaggio nei posti che puoi facilmente coprire con i vestiti. Ma in questo modo non ti distingui dalla massa, se non in spiaggia.
  • Fisico atletico. La massa muscolare, un fisico scolpito e una buona forma garantiscono al proprietario un aspetto attraente, che a priori fa risaltare il suo proprietario dalla massa.
  • Sii esclusivo. Abiti, gioielli e accessori di lusso tradizionalmente sottolineano lo status alto del proprietario e attirano l’attenzione.

Ma non dimenticare che la prima impressione è importante, ma vieni ma le persone si ricordano di te non solo per l’aspetto ma anche per la tua mente. Sperimentare con l’aspetto è ottimo se vuoi distinguerti dalla massa di altre donne, ma l’aspetto non è sufficiente per fare una buona impressione.

Un vero artista deve avere talento e carisma, e non distinguersi dalla massa grigia solo con l’aiuto dell’oltraggio

David John Gilmour (Pink Floyd)

Sii migliore degli altri

Ci fondiamo con la massa delle persone che ci circondano, perché l’ambiente ci influenza, costringendoci di “essere come tutti”. Lo facciamo inconsciamente per non essere rifiutati dalla società in cui viviamo. Sulla stessa base, noi stessi determiniamo chi fa parte dei “nostri” e chi di “estranei”. Se diventi consapevole di questo processo, puoi identificare i fattori che ti influenzano e cercare di evitare il comportamento del “uomo medio”.

Leggi anche “Mindfulness che cos’è?”



Sii te stesso

A volte, per rendersi conto di quanto dipendiamo dalle opinioni altrui, è necessario impegnarsi molto. Anche il desiderio di distinguersi dalla massa può essere dettato dal desiderio di compiacerla, per quanto possa sembrare paradossale. Dopotutto, i veri ribelli sono quasi sempre dei solitari. Nella ricerca su come distinguersi dalla massa ed essere unico, affidati alle tue idee, e non agli standard accettati dalla società stessa.

Leggi anche “Fashion mindfulness

Carisma e leadership

È impossibile essere indipendenti senza essere autosufficienti. Se hai bisogno delle persone intorno a te come guida nelle tue decisioni, non sarai mai in grado di distinguerti dalla massa, né di uscirne. Dovresti andare contro corrente. Bisogno cercare il modo di essere alla guida della propria vita, quando le tue conoscenze e qualità sono di valore o addirittura diventano necessarie alle masse. Per raggiungere questo obiettivo, dovresti prestare particolare attenzione allo sviluppo del carisma.

Grandi obiettivi

Ognuno di noi ha modelli e punti di riferimento, è una specie di misura del successo su una scala tipo “pessimo – normale – buono – molto buono”. Queste categorie sono individuali, perché ogni persona è diversa. Ad esempio, una donna manager vede il picco della sua carriera nella presidenza del capo del reparto vendite e il capo del reparto vendite invece prevede di cambiare occupazione. Allo stesso tempo un contabile può sognare di diventare uno scrittore di successo perché sta scrivendo un romanzo nel suo tempo libero.

Pensiero creativo

L’essenza della creatività come fenomeno risiede nell’originalità e nell’unicità. L’antipode del pensiero creativo è il pensiero standardizzato, generalmente accettato, mediato, cioè il pensiero delle masse. È la creatività che guida il progresso, creando nuovi standard che portano il pensiero abituale al livello successivo e consentono a una ragazza o un ragazzo di distinguersi dalla massa senza troppe difficoltà.

Leggi anche “Perché è importante avere un hobby

Non dare niente per scontato

Nonostante l’era dell’informazione, dell’alta tecnologia e il fiorire della scienza, l’illusione rimane la compagna costante della nostra società. Guerre dell’informazione, propaganda, informazioni virali e altri modi per influenzare gli stati d’animo delle persone danno il loro contributo. Prendi l’abitudine di non credere a nulla incondizionatamente, anche se lo desideri davvero. Controlla tutto ciò che senti dalle persone e vedi in TV.

Crescita personale

Per diventare una persona straordinaria, dovrai compiere sforzi straordinari. Prendi un pezzo di carta e scrivici sopra punto per punto che tipo di persona pensi si distinguerà dalla massa. Dovrebbe assomigliare a qualcosa di simile a questo:

  • intellettuale,
  • sportivo,
  • organizzatore,
  • leader,
  • oratore,
  • politico,
  • stratega,
  • filosofo.

Continua l’elenco finché non hai elencato tutte le proprietà di una persona di spicco. Prendi la categoria massima, non aver paura di esagerare. L’elenco può essere appeso al muro o inserito in una cornice sul desktop e riletto ogni volta che ti viene in mente il pensiero: “Voglio distinguermi dalla massa“.



Fai tutto al contrario

Osserva il mainstream e noterai che c’è quasi sempre qualcosa da evitare e da temere. Osserva il comportamento di coloro che dipendono dalla folla e fai il contrario. Se da tutte le parti vogliono ottenere da te un certo modo di pensare o di fare, inizia a dubitare e a cerca le ragioni. Non devi essere come la massa tremante, sii diverso.

Scegli la tua cerchia sociale

La comunicazione è necessaria per lo sviluppo della personalità e sarà meglio se inizi a comunicare con persone straordinarie e pensanti. Li puoi trovare tra i rappresentanti delle professioni creative come attori, scrittori e artisti. Ma anche tra gli scienziati come storici, culturologi, psicologi, psicoanalisti, ecc. Cerca persone che non capisci perché un indovinello è il potenziale della coscienza. E poi, diciamo la verità, parlare con le persone creative è un vero piacere, anche se non li compendi fino in fondo.

Leggi anche “Perché è importante incontrarsi con gli amici

Benefici dell’amicizia

I vantaggi di incontri tra amici

Le relazioni non si limitano alla famiglia. Non trovando tempo per l’amicizia, ci facciamo del male molto più di quanto si possa pensare. Studi recenti dimostrano che la mancanza di interazione sociale non solo porta alla solitudine, ma provoca anche una serie di conseguenze fisiche negative. In effetti, la mancanza di una stretta compagnia è pericolosa per la salute. Dunque, quali sono i benefici dell’amicizia?

Amicizia e longevità

Forse la prova più evidente che le amicizie influiscono sulla longevità viene dallo studio in corso di Harvard sullo sviluppo degli adulti. Dal 1938 gli scienziati hanno monitorato la salute fisica e le abitudini sociali di 724 persone. Ed ecco cosa ha detto l’attuale leader della ricerca Robert Waldinger in una conferenza TED: “Una cosa è chiara da questo studio di 75 anni si è scoperto che le buone relazioni ci rendono più felici e più sani.”

Le persone socialmente isolate, secondo Waldinger, “sono meno felici e la loro salute inizia a peggiorare prima. In queste persone un calo dell’attività cerebrale arriva prima e oltretutto vivono meno delle persone che non sono sole. Waldinger avverte anche: “Non si tratta solo del numero di amici. Ciò che conta è la qualità della stretta relazione.



Tre ingredienti dell’amicizia

Cosa rende forte un’amicizia? William Rawlins, che insegna in un corso di comunicazione interpersonale all’Università dell’Ohio e studia come le persone interagiscono tra loro nel corso della vita, crede che le buone amicizie abbiano bisogno di tre componenti:

– qualcuno con cui puoi parlare;

– qualcuno su cui puoi fare affidamento;

– qualcuno con cui puoi divertirti.

Quando siamo giovani, riusciamo naturalmente a trovare qualcuno con cui parlare, fare affidamento e divertirci. Ma, da adulti, non capiamo più così chiaramente come mantenere relazioni amichevoli. Dopo gli studi, ognuno di noi va per la sua strada per costruirsi una carriera e iniziare una nuova vita lontano dai nostri migliori amici.

Le responsabilità lavorative e le aspirazioni ambiziose diventano più importanti delle riunioni con gli amici. E se compaiono i bambini, di notte non ci precipitiamo più in città con gioiosa attesa, ma cadiamo esausti sul divano.

Sfortunatamente, meno investiamo in una persona, più è facile per noi fare a meno di lui e un bel giorno sci sentiamo in imbarazzo nel tentativo di ripristinare la connessione persa.

La morte dell’amicizia

Ma lasciando che le amicizie muoiano di fame, sottonutriamo anche i nostri corpi e le nostre menti. Dal momento che l’amicizia è alimentata dal trascorrere del tempo insieme, come troviamo il tempo per questo?

Incontri con gli amici

benefici dell'amicizia
Benefici dell’amicizia o perché le relazioni sociali fanno bene alla salute

Nonostante tu sia impegnato e abbia figli, prendi un’abitudine di incontrarsi con i tuoi amici regolarmente. Ad esempio, una volta ogni due settimane per discutere su qualche argomento. Gli argomenti trattati possono andare da questioni profonde a quelli più pratici. Chiedi consigli ai tuoi amici e ascolta i loro pareri.

Avere un argomento, in primo luogo, aiuta a evitare discorsi vuoti su sport e meteo e permette di discutere francamente di cose davvero importanti. In secondo luogo, non permette di essere divisi per genere, come spesso accade quando i coniugi si riuniscono: gli uomini sono raggruppati in un angolo, le donne in un altro.

La cosa più importante in questi incontri è la costanza: in ogni caso, ogni due settimane dovrebbe apparire sui tuoi calendari – nello stesso posto, alla stessa ora.

Indipendentemente dal tipo di attività che soddisfa il tuo bisogno di amicizia, devi trovare il tempo per farlo nel tuo calendario. Tra i benefici dell’amicizia non è solo un piacevole incontro, ma è un investimento per la nostra salute e benessere.

Leggi anche:

10 consigli su come sembrare più giovane

Consigli su come sembrare più giovane di almeno 10 anni

Tutti vogliono vivere più a lungo, sentirsi meglio e sembrare più giovani della loro età. Ciò è particolarmente familiare alle donne che, alla ricerca dell’eterna giovinezza. Alcune sono pronte anche per interventi chirurgici seri e provano tutte le nuove procedure cosmetiche. Le altre cercano cosmetici “miracolosi” e non esitano a utilizzare editor grafici per modificare le loro foto, e postare i propri ritratti sui social network solo con filtri.  Ma gli esperti, nel frattempo, affermano che per mantenere la giovinezza e un bel aspetto non è affatto necessario andare agli estremi. E’ sufficiente procurarsi alcune utili abitudini quotidiane. Ecco i 10 consigli su come sembrare più giovane.

Dermatologa, professoressa associata Angela Lamb in un’intervista al portale “EatThis, NotThat!” elencato le regole, la cui osservanza prolungherà la giovinezza e permetterà avere un bell’aspetto nella vita reale in qualsiasi momento. Tra i consigli dati ci sono i classici come conservare la propria salute, farsi controllare periodicamente da un medico, mangiare bene e rinunciare agli eccessi dannosi è cosa ovvia. Ma ci sono anche una serie di consigli non ovvi.

Lascia stare gli occhi

In primo luogo, il medico consiglia di smettere di strofinarsi gli occhi. Questa abitudine è comune a molti, perché ci strofiniamo le palpebre con le dita quando gli occhi sono stanchi o quando vogliamo dormire. Non ci accorgiamo nemmeno di quanto spesso lo facciamo. Il risultato del continuo strofinamento è arrossamento, secchezza e irritazione degli occhi e persino un’eccessiva perdita di ciglia.

Sieri vitaminici

Il secondo consiglio di un dermatologo è quello di utilizzare sieri vitaminici per il viso (siero). A volte tali oli cosmetici costano molto, ma l’esperto sottolinea che non dovresti assolutamente risparmiare su questo.



Acqua

Terzo, bevi più acqua naturale. E qui parliamo di acqua, che non può essere sostituita da caffè, tè e altre bibite, perché il nostro corpo li percepisce come cibo liquido. Solo l’acqua naturale in quantità sufficiente è in grado di purificare il corpo, nutrire i tessuti, che si riflette sulla pelle del viso. Quest’ultima diventa più pulita e morbida, il suo colore è più sano. Con tempo asciutto o in inverno, durante il periodo di riscaldamento, il medico consiglia l’uso di umidificatori domestici. Allo stesso tempo, non è consigliabile fare una lunga doccia calda: paradossalmente, asciugherà solo la pelle.

Cura dei capelli

Il quarto consiglio riguarda la bellezza dei capelli. Il medico consiglia di risciacquare il balsamo per capelli con acqua fredda. I capelli così diventeranno più lucenti. Inoltre l’acqua fresca stimola il nervo vago.


Mani

Quinto: dovresti applicare una crema idratante sulla pelle delle mani ogni ora e mezza. Molte donne sanno che il gelo e il vento in inverno e il riscaldamento interno seccano istantaneamente la pelle delle mani, rendendola secca e arrossata. L’uso di una crema preverrà questi spiacevoli processi e conserverà la bellezza delle mani. Nel frattempo, le mani sono considerate uno degli indicatori dell’età di una donna insieme alla linea delle palpebre, all’ovale del viso, alla pelle del collo e del décolleté.

Puoi scoprire di piu sulla cura delle mani nel articolo “Le mani svelano la vera età“.



Riposo

E’ importante dormire abbastanza ore ogni giorno. Perché gli ormoni dello stress e la mancanza di sonno scompongono il collagene e accelerano l’invecchiamento”, sottolinea il dott. Lamb.

Sorridi alla vita!

Il settimo consiglio è sorridere, ridere e provare a godere anche delle piccole cose. Il medico spiega: la risata aumenta la funzionalità del sistema circolatorio e riduce lo stress, e questi sono due fattori importanti per mantenere la giovinezza.

Leggi anche “Affermazioni positive

Proteggi la pelle

Ottavo dei dieci consigli su come sembrare piu giovane riguarda la protezione dai raggi UV. Quando il tempo è soleggiato, indossa un cappello, il cui pavimento coprirebbe il tuo viso e usa la protezione solare. L’eccesso di abbronzatura invecchia la pelle e non è un segreto.

Punture antirughe si o no?

Il nono consiglio è per gli amanti delle procedure cosmetiche. Per le donne che non escludono l’uso di Botox e acido ialuronico, il medico consiglia di iniziare questa procedura il prima possibile. Il dermatologo spiega: “Se vuoi essere un passo avanti, inizia presto. È più facile prevenire le rughe che combatterle quando diventano profonde”.

Goditi la vita

L’ultimo di 10 consigli su come sembrare piu giovane riguarda il benessere psicofisico. Non preoccuparti troppo degli inevitabili processi di invecchiamento, perché non si tratta di una malattia, ma piuttosto di un corso naturale di eventi, che però può essere un po’ influenzato. Mangia bene, idrata la pelle, fai esercizio fisico e goditi la vita – e vedrai che inizierai a trasudare giovinezza, nonostante le rughe! Perché la giovinezza parte da dentro.

5 regole dell’amore

Cinque principi fondamentali per costruire un amore forte e duraturo

Per costruire un business vincente ci vuole una strategia. Così anche l’amore ha bisogno delle regole per durare a lungo e rimanere forte. Parleremo oggi di 5 regole fondamentali dell’amore.

1. Attenzione

Spesso in una relazione manca un elemento molto importante che è l’attenzione reciproca dei partner. Siamo sempre terribilmente occupati, costantemente in contatto con molte persone, ed è difficile trovare il tempo per una comunicazione normale per poter concentrarsi completamente sull’interlocutore. Siamo circondati da gadget che di solito vincono la battaglia per la nostra attenzione, e poi ci sono chiamate importanti e liste di cose da fare che cerchiamo di tenere nella nostra testa. 

Ma è l’attenzione che sta al centro delle relazioni. Per stabilire e mantenere l’intimità emotiva, non sono necessarie lunghe ore e enormi sforzi. In realtà è sufficiente prestare attenzione alla nostra metà per un po’ di tempo.

2. Vedere un bambino in un partner

L’infanzia lascia un’impronta nel carattere, nelle abitudini, nello stile di vita. Comprendere il passato infantile del tuo partner è la chiave per risolvere i conflitti, motivo per cui è bene parlare del passato in modo costruttivo. 

Sapere il suo passato da bambino ti aiuterà a comprendere meglio la realtà interiore del tuo partner e a passare dai giudizi alla curiosità ed empatia. Nella maggior parte delle coppie, ci sono periodi in cui uno non capisce affatto l’altro. Ma può succedere che a volte qualche azione del partner diventa un fattore scatenante. Capire la sua infanzia ti aiuterà a capire tutto il resto.



3. Dialogo

Spesso all’inizio di una relazione ci apriamo al nostro partner, lo ascoltiamo molto e non diciamo ciò che noi stessi vogliamo. All’inizio tutto fila liscio, ma col tempo si inizia a soffrire per l’incomprensione, perché pensiamo che il partner deve da solo accorgersi e capire quello che noi vogliamo. Invece di parlare con calma e apertamente, ci si arrabbia. Ma dobbiamo ricordare che nessuno può leggere nella mente, quindi, per costruire l’amore, è importante essere in grado di condurre un dialogo con il partner.

4. Mantenere la distanza

L’ultima delle 5 regole dell’amore riguarda lo spazio personale. Perché l’amore si basa su due pilastri: disponibilità alla resa e indipendenza. Vogliamo essere vicini al nostro partner e allo stesso tempo è importante per noi mantenere una certa distanza. Se la distanza è troppo grande, la comunicazione non può essere stabilita. Ma se non c’è alcuna distanza e i partner si uniscono, perdono la loro indipendenza

Quando l’intimità si trasforma in una fusione completa di due, il problema non è la mancanza di distanza, ma all’contrario sovrabbondanza di presenza che sopprime il desiderio sessuale. Puoi sapere tutto sul tuo partner, abbracciarti spesso, trascorrere del tempo insieme, ma non sentire la passione precedente. È utile avere uno spazio tra di voi per mantenere il fuoco della passione sempre acceso. Il desiderio regna sovrano solo se c’è sempre l’interesse di scoprire il partner.

Leggi anche:

Elasticità della pelle e come mantenerla

Cosa fare per mantenere la pelle tonica ed elastica

Uno dei fattori piu importanti che distingue una persona giovane da quella meno giovane è l’aspetto della pelle. La pelle giovane è tonica ed elastica. Ma cos’è esattamente elasticità della pelle e come mantenerla?

Elasticità della pelle

Le caratteristiche “elasticità” e “tonicità” sono strettamente correlate. In molti generalmente pensano che siano la stessa cosa. Ma in realtà si tratta di due aspetti ben distinti.

L’ elasticità è la capacità della pelle di allungarsi senza danneggiarne la struttura.

La tonicità è la capacità della pelle di resistere alla deformazione, di tornare alla sua forma originale quando viene tesa o schiacciata.

Le fibre di collagene sono responsabili della tonicità della pelle, che, come il telaio a molle di un materasso, ripristina la superficie dei tessuti dopo la compressione. E le fibre di elastina sono responsabili dell’elasticità, perché scorrono diagonalmente con diverse angolazioni, “stringendo” il derma e impedendo la separazione dei suoi componenti.

Sia le fibre di collagene che quelle di elastina sono sintetizzate dalle stesse cellule: i fibroblasti. Nel tempo, la loro attività rallenta e, quindi, ci sono meno elastina e collagene , il che porta a una perdita di tono, comparsa delle rughe e la flaccidità della pelle del viso e del corpo.

Da cosa dipende l’elasticità della pelle

L’elasticità dipende direttamente dal rapporto tra la sintesi delle fibre di collagene ed elastina e la loro distruzione. In giovane età, questo rapporto è 1:1. Ma a poco a poco le proporzioni cambiano perché si consuma più elastina e collagene di quanta ne venga prodotta. Non possiamo fermare del tutto questo processo, ma possiamo rallentarlo. Scopriamo come mantenere l’elasticità della pelle.

Se vuoi che la pelle sia tonica ed elastica, dovrai apportare alcune modifiche alla dieta e non trascurare le cure della pelle.

Protezione solare

I raggi ultravioletti di tipo A, che non sono trattenuti dalle nuvole o dai vetri delle finestre, sono distruttivi per la nostra pelle e giorno dopo giorno, riducono la capacità dei fibroblasti di sintetizzare collagene ed elastina.

Più responsabilmente affronti il ​​problema della protezione dai raggi UV, maggiori sono le possibilità che la tua pelle mantenga tono, compattezza ed elasticità.



Idratazione

La pelle con un livello di idratazione insufficiente a priori non può essere elastica. Immagina un filo d’erba secco che si rompe anche con un po’ di tensione. È tutta un’altra questione se i tessuti idratati, si allungano meglio e allo stesso tempo non vengono danneggiati. Presta attenzione ai cosmetici con i seguenti ingredienti: acido ialuronico, estratto di succo di Aloe, estratto di alghe marine, chitosano.

Leggi anche “Aloe perché fa bene alla pelle” e “Alghe marine anti-età

Ma ricordati che la pelle ha bisogno di essere idratata non solo dall’esterno, ma anche dall’interno. Dovresti bere l’acqua naturale non gassata 30 ml per ogni 1 kg di peso corporeo al giorno. Altrimenti, nessun cosmetico darà risultati tanto sperati.

Alimentazione

Se riduci l’assunzione di zucchero e idealmente lo abbandoni completamente, puoi prevenire un tale processo dannoso per la pelle, come la glicazione. Glicazione è l’incollaggio delle fibre di collagene ed elastina sotto l’influenza di molecole di glucosio, che mina la loro capacità di resistere alla deformazione. Quindi se vuoi la pelle giovane ed elastica dovresti dire addio allo zucchero.

Leggi anche “Cosa succederà se smetti di consumare lo zucchero

Quindi se vuoi aumentare o mantenere l’elasticità della pelle, la tua dieta deve essere ricca di frutta e verdura, pesce ma anche di oli vegetali non raffinati, ricchi di acidi grassi essenziali.


Integratori alimentari

Puoi nutrire il tuo corpo con integratori contenenti acido ialuronico e antiossidanti, sostanze che possono davvero influenzare l’elasticità della pelle. Ma bisogna seguire le regole fondamentali:

  • Costanza. Non aspettarti un miracolo da una capsula, per vedere i risultati hai bisogno di un corso della durata di 3-6 mesi. Dopo aver saturato gli organi interni, il corpo inizierà a fornire componenti utili alla pelle.
  • Approccio integrato. Per approccio integrato viene inteso l’assunzione di vitamine sia internamente che esternamente nei prodotti di bellezza.
  • Equilibrio. Cerca integratori alimentari con un complesso di componenti: glicosaminoglicani, licopene, vitamina C – oppure puoi assumere piu integratori contemporaneamente. Assicurati di consultare prima uno specialista.


Cosmetici

Come abbiamo già detto in precedenza, per migliorare e mantenere elasticità della pelle è necessario usare i prodotti di bellezza che stimolano la sintesi di collagene ed elastina.



7 cose che gli uomini apprezzano nelle donne

Come essere dannatamente attraenti negli occhi degli uomini

Come affascinare un uomo dal primo incontro e occupare i suoi pensieri per molto tempo? Troverai la risposta nella nostra nuova selezione di 7 cose che gli uomini apprezzano nelle donne.

Perché gli uomini si innamorano di alcune donne, mentre altre preferiscono stare a un miglio di distanza? Il punto qui non è affatto in aspetto fisico, ma nei modi di fare e nelle abitudini delle donne che attirano i rappresentanti del sesso opposto come una calamita. Ecco un elenco delle 7 cose più importanti che gli uomini apprezzano nelle donne .

Andatura

La prima cosa che gli uomini apprezzano nelle donne è la loro andatura. Tutti i dettagli sono importanti qui, dal movimento dei fianchi ai capelli fluenti, ma anche la leggerezza e la sessualità. Se fai tutto con la grazia di una gatta, puoi essere sicura che l’uomo ha già abboccato.

Lo sguardo

È molto importante per un uomo catturare l’attenzione di una ragazza. Se lo guardi sessualmente e con interesse, sarà catturato all’istante.

Sicurezza

Agli uomini piacciono le donne forti che sono assolutamente sicure di ciò che stanno facendo. Pertanto, puoi facilmente farlo impazzire con la tua capacità di tenere tutto sotto controllo.

Compassione

Se sei gentile e compassionevole, di sicuro gli piacerai. Gli uomini sono affascinati dalle donne che, tra loro impegni quotidiani, trovano il tempo per aiutare gli altri, che si tratti di anziani per strada o di una fondazione di animali abbandonati.



Amore per la vita

Gli uomini sono attratti dalle donne che amano la vita, amano quello che fanno e sanno come divertirsi ogni giorno. Perché una donna che ama la vita sprizza gioia da tutti i pori e gli uomini non riescono resistere ad una donna così solare.

Gentilezza

Non è un segreto che ogni uomo ama essere lodato e sostenuto in ogni cosa che fa. Le parole gentili di una donna lo motivano a continuare a muoversi verso i propri obiettivi e a crescere come persona.

Capacità di ascoltare

Il problema più comune per molte coppie è la mancanza di dialogo. Semplicemente non si ascoltano. Pertanto, è particolarmente prezioso per un uomo quando la donna al suo fianco coglie ogni sua parola e non è costantemente distratta dai messaggi con le sue amiche o dai social network.

Leggi anche:

Per chi ha più di 30 anni

5 segreti per rimanere giovani

Non è un segreto che il nostro corpo diventa meno efficiente con l’età. A partire dall’età di 30-40 anni, l’usura delle cellule porta al fatto che i tessuti e gli organi iniziano funzionare peggio. Ma abbiamo la buona notizia per chi ha più di 30 anni! Ci sono modi per combattere il processo di invecchiamento. Ne parla il nutrizionista sportivo James Collins nel suo libro “Energy Value”.

1. Attività fisica

Lo strumento chiave per combattere il declino dell’attività cellulare nei tessuti e negli organi legato all’età è l’esercizio. L’esercizio aerobico, come jogging, ciclismo o nuoto, migliora la funzione cardiaca, riducendo il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari e protegge anche il cervello dal deterioramento cognitivo, come la demenza.

L’allenamento della forza aiuta a proteggere i muscoli dal deterioramento legato all’età. Qualsiasi tipo di esercizio aumenta anche il metabolismo accelerando il motore. Più sei attivo, più carburante ti serve per soddisfare le tue esigenze quotidiane. Le statistiche mostrano che l’attività fisica delle persone è in calo, ora è circa il 20% in meno rispetto agli anni ’60 .

Pertanto, il tuo primo passo è muoverti e fare qualcosa che porti gioia e piacere, e più le attività sono varie, meglio è.

2. Meno cibo nei giorni pigri

Se stai trascorrendo un tranquillo sabato a casa, riduci la quantità di cibo ricco di energia, come i carboidrati, nella tua dieta. In generale, è meglio ridurre l’assunzione di carboidrati a pranzo o a cena, poiché possiamo compensare la diminuzione aumentando l’assunzione di proteine ​​e verdure. Ma anche in questi giorni è necessario consumare le proteine. Pertanto, usa snack ricchi di proteine ​​come lo yogurt, noci o frullati proteici.

Per chi ha più di 30, 40 o anche più anni, allora devi consumare meno cibo rispetto a dieci anni fa. Questa è la regola fondamentale.

3. Energia giusta

Il tipo di carboidrato consumato è estremamente importante. Per un rilascio energetico stabile, prova ad aggiungere carboidrati a basso indice glicemico come patate dolci bollite, pane di segale, farina d’avena, riso basmati, quinoa, grano saraceno e lenticchie .

Dovresti invece ridurre i carboidrati ad alto indice glicemico come grano, patate, torte di riso, cracker, torte, ciambelle, croissant e la maggior parte dei cereali per la colazione.



4. Più frutta e verdura

Quando sei giovane, diabete, malattie cardiovascolari e cancro sono concetti quasi astratti e pensi che accadono alle persone anziane, insomma ad altre persone. Tuttavia, con l’età, queste cose diventano una dura realtà.

Mangiare frutta e verdura riduce la probabilità di sviluppare le malattie sopra elencate e i benefici qui sono davvero grandiosi. Uno studio su larga scala, che ha esaminato le abitudini alimentari di 65.226 persone, ha riscontrato una relazione significativa tra il consumo di frutta e verdura e la mortalità a qualsiasi età. Coloro che mangiavano 5-7 porzioni di frutta e verdura al giorno riducevano il rischio di morte del 36%, mentre coloro che mangiavano più di sette porzioni di frutta e verdura al giorno avevano un rischio di morte inferiore del 42%. E più recentemente, si è scoperto che dieci porzioni di frutta e verdura al giorno sono ancora più vantaggiose.

5. Giusto apporto di proteine

Per chi ha più di 30 anni ha la necessità di avere l’energia sufficiente per combattere il processo di invecchiamento. Per questo è necessario consumare le proteine. Quando il cibo viene digerito, le proteine ​​vengono scomposte in piccoli mattoni chiamati aminoacidi, che vengono quindi rilasciati nel flusso sanguigno e trasportati ai muscoli, dove vengono utilizzati per riparare e costruire nuovo tessuto muscolare. Chiamiamo questo processo crescita muscolare o sintesi proteica muscolare.

Ci sono molti modi per ottenere questo risultato: una porzione di carne magra o pesce, o pollame. Oppure includere più noci, semi o legumi nella tua dieta, ma anche yogurt o uova.

Leggi anche:

Fisico ideale con 10 minuti di esercizi al giorno

Come avere un bel fisico facendo solo 10 minuti di esercizi al giorno

Molte persone sognano di rimettersi in forma. Ma cosa succede se non hai voglia di andare in palestra oppure hai poco tempo da dedicare allo sport? Jennifer Ashton, medico e giornalista, ha trovato la soluzione come avere fisico ideale con 10 minuti di esercizi al giorno e l’ha condivisa nel libro The Year of Self Care.

Storia personale

“L’autrice del libro racconta la sua storia: “I miei pensieri correvano verso la forma fisica. Allo stesso tempo, non volevo essere legata alla palestra, all’orario delle lezioni, alla piscina o alla pista ciclabile. E un’altra condizione era quella di ottenere risultati dedicando non ore allo sport, ma solo pochi minuti al giorno. Quindi ho optato per flessioni e plank.”

Un anno di cura di sé

Così Jennifer deciso di iniziare con 20 flessioni e un plank di 45 secondi e ho aumentato gradualmente il numero di ripetizioni e la durata. Entro la fine della seconda settimana, ho notato i primi cambiamenti nell’addome – era più elastico e sollevato. Inoltre ha osservato un aumento del tono muscolare delle braccia – bicipiti, tricipiti e deltoidi sembravano piu pronunciati e definiti.



Motivazione scientifica

Dunque per avere un fisico ideale con un allenamento di 10 minuti al giorno è necessario scegliere gli esercizi giusti. Flessioni e plank hanno un merito speciale, il che li rende una priorità per l’allenamento.

Le flessioni fanno lavorare quasi tutti i muscoli

Le flessioni non sono solo un buon esercizio per braccia e petto, perché oltretutto rafforzano i muscoli difficili della schiena da allenare, oltre ai muscoli dei fianchi, delle gambe e degli addominali. Funzionano sia con grandi gruppi muscolari che con muscoli secondari più piccoli, spesso deboli anche negli atleti allenati. Infine, le flessioni migliorano il senso di equilibrio.

Tutti possono fare le flessioni, ma devi saperlo fare correttamente

Se il pensiero di sdraiarti per terra per fare flessioni ti infastidisce, prova farle al muro: inclina il tuo corpo ad angolo rispetto ad esso, appoggiati sui palmi delle mani e piega e distendi i gomiti in modo che il tuo petto sia il più vicino possibile al muro. Eventualmente puoi provare le flessioni in ginocchio: mettiti a quattro zampe con la schiena piatta, i gomiti piegati in modo che il naso tocchi quasi il pavimento e usa le braccia e il petto per sollevarti. Oppure prova le flessioni standard, ma con le ginocchia a terra e i piedi leggermente sollevati.

Numerosi vantaggi

Le flessioni aumentano i processi metabolici e aiutano a perdere peso. Dopo l’allenamento di forza, il corpo brucia più calorie rispetto al cardio, perché deve riparare i muscoli. L’allenamento di forza stimola la produzione dell’ormone della crescita, che aiuta a migliorare la forma fisica, aumentare la perdita di peso e rallentare il processo di invecchiamento. Infine, le flessioni aiutano a stimolare la crescita e la riparazione ossea, prevenendo lo sviluppo dell’osteoporosi.

Planca miracolosa

Pensa alla plank come alla preparazione per le flessioni. Perché fornisce un allenamento completo del corpo che copre un’ampia gamma di muscoli: braccia, petto, gambe, cosce, parte bassa della schiena e addominali. In confronto, i tradizionali crunch e sit-up funzionano principalmente solo con gli addominali.

Problemi alla schiena?

La plancia aiuta a ridurre il rischio di malattie e lesioni alla schiena. Questo perché l’esercizio lavora per rafforzare i muscoli addominali profondi e i muscoli che circondano la colonna vertebrale, aiutando il corpo a sostenere la schiena quando ti alleni, cammini, in piedi o seduto.



Migliora il tuo plank

Fisico ideale con 10 minuti di esercizi al giorno
Fisico ideale con 10 minuti di esercizi al giorno

Con il plank classico, il corpo dovrebbe formare una linea retta dai talloni e dalle gambe, attraverso i glutei, la schiena e termina con il busto e la testa. Non inarcare la schiena e non lasciare che i fianchi cadano a terra. Per evitare che i fianchi “cadano”, contrai i muscoli glutei. Tieni i palmi delle mani sul pavimento, non lasciare che le scapole affondino in quanto ciò aggiungerà ulteriore tensione alla parte superiore del corpo e alle braccia. Ricorda di guardare il pavimento, non allo specchio: guardare avanti aumenterà la tensione nel collo e nella parte bassa della schiena. Assicurati che gli avambracci siano in linea con le spalle e che i piedi siano alla larghezza delle spalle. E non dimenticare di respirare durante il plank.

5 Raccomandazioni per una sessione efficace

Tenere plank e spingere in alto non è così facile. Ma ci sono modi per rendere gli esercizi più facili e divertenti. Ecco alcuni suggerimenti.

1. Esercizio al mattino

Fai gli esercizi subito la mattina. In questo modo non devi preoccuparti di trovare il tempo durante la giornata.

2. Accenditi!

Sappi che la musica e le colonne sonore possono aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi più velocemente. Che tu stia ascoltando la radio, utilizzando lo smartphone, ascoltando un podcast sul computer o guardando il tuo programma televisivo mattutino preferito, usa la musica per caricarti di energia positiva per raggiungere la tua forma fisica desiderata.

3. Trova un compagno di esercizi

Condividendo la sfida di questo mese con un collega, un amico o un familiare, potete controllarvi e motivarvi a vicenda.

4. Inizia con numeri comodi

Quando Jennifer Ashton ha pubblicato la sua sfida sui social media, donne e uomini le hanno scritto di aver iniziato con alcune flessioni. Altri hanno ammesso che potevano tenere il plank solo per pochi secondi. Così Jennifer è stata incoraggiata dal fatto che le persone sono disposte a migliorare se stessi anche senza avere una forma fisica di base.

5. Non aver paura di modificare la tavola

Se hai difficoltà a tenere un plank classico, se provi dolore o fastidio alla schiena, al collo, alle spalle, prova a fare un plank laterale. Oppure, se mantenere una certa posizione per un po’ di tempo è troppo difficile per te, prova a tenere il plank più volte per dieci secondi con brevi pause tra le serie.

Leggi anche:

Come capire meglio il tuo cane

Alcuni fatti che ti aiuteranno capire meglio il tuo amato cane

Se stai leggendo questo articolo è probabile che ami molto il tuo animale domestico e quindi vuoi sapere come capire meglio il tuo cane. La psicologa sociale e addestratrice di cani Zazie Todd ha scritto un libro sui cani, The Science of Making Your Dog Happy. Contiene suggerimenti che ti aiutano a capire meglio il tuo amico a quattro zampe. Abbiamo scelto alcuni fatti interessanti dal libro su questi splendidi animali.

Vista dei cani

Innanzitutto va detto che i cani hanno la vista molto differente dalla nostra. In pratica, quello che noi vediamo ad una distanza di 23 metri, i cani lo notano solo a 6 metri. Inoltre percepiscono il mondo nei colori giallo e blu. Quindi tutti quei giocattoli colorati per animali piacciono soprattutto a noi che ai nostri cani.

Udito

Forse avevi già intuito che i cani hanno l’udito molto piu sviluppato del nostro. Gli esseri umani sentono suoni a frequenze comprese tra 20 e 20.000 hertz, mentre i cani sentono suoni tra 67 e 45.000 hertz. A proposito, i cani possono percepire altri suoni acuti o il ronzio di apparecchiature elettroniche a noi inaccessibili e infastidirsi a causa loro.

Olfatto

Il senso più importante del cane è l’olfatto, e qui non si tratta solo del naso. Nei cani, il cosiddetto organo vomeronasale (VNO) nella regione del palato superiore è incredibilmente attivo. Questo organo è in grado di intrappolare le molecole, rilasciarle e intrappolarle nuovamente per aumentare le possibilità di riconoscimento dell’odore.

I cani hanno un incredibile senso dell’olfatto. La dottoressa e cinologa Alexandra Horowitz afferma che i cani possono persino sentire l’odore dell’ora del giorno, perché le molecole aromatiche sono influenzate dagli sbalzi di temperatura. Grazie al loro olfatto sensibile, i cani aiutano a trovare le erbe medicinali, droga, persone o altro. Esiste anche uno sport amatoriale in cui i cani devono trovare la fonte dell’odore.



Novità

A differenza dei gatti, i cani amano tutto ciò che è nuovo. Di conseguenza, nel tempo, gli animali perdono interesse per i giocattoli familiari, abituandosi a loro. Uno studio ha testato questo effetto offrendo ripetutamente lo stesso giocattolo ai cani dei canili. Quando è stato mostrato agli animali per la decima volta, la maggior parte di loro non era più interessata. Tuttavia, un cambiamento nel colore o nell’odore del giocattolo (o, soprattutto, entrambi contemporaneamente) ha risvegliato di nuovo la curiosità. Quindi, anche una piccola differenza è sufficiente per far sembrare una cosa diversa da quella conosciuta. Così puoi rendere i vecchi giocattoli più interessanti per il tuo cane, giocandoci tu stesso o alterandoli periodicamente.

Diversità

Diversificare l’esperienza significa cambiare l’ambiente in modo che il cane si senta meglio. Questo fa bene alla sua salute mentale perché la incoraggia a interagire con il suo ambiente e a comportarsi in modi caratteristici della sua specie.

Se non diamo ai cani tali opportunità, spesso le trovano loro stessi, ad esempio masticando oggetti per la casa. Questo tipo di comportamento è normale per i cani, ma è meglio fargli sfogare in un modo accettabile per i proprietari. La soluzione potrebbe essere quella di assicurarsi che il cane abbia sempre qualcosa da masticare e rosicchiare. Fortunatamente, ci sono molti giocattoli speciali.

Mangiare

Come capire meglio il tuo cane? Sapendo anche cosa gli fa bene e cosa no. I cani sono onnivori e possono digerire una grande varietà di cibi. La capacità di digerire l’amido (come riso e patate) è una delle differenze tra cani e lupi moderni. Ma ci sono prodotti umani che non sono sicuri per i cani. Ecco l’elenco:

  • alcol;
  • avocado;
  • cioccolato (il cioccolato fondente è il più tossico);
  • agrumi;
  • cocco (ma è improbabile che una piccola quantità faccia male);
  • caffè (e altre fonti di caffeina);
  • uva e uva passa;
  • latte e altri prodotti lattiero-caseari;
  • noci (tra cui macadamia, mandorle, noci pecan, noci);
  • cipolla e aglio;
  • carne, uova e ossa crude o poco cotte;
  • sale in eccesso;
  • xilitolo (dolcificante artificiale utilizzato nel burro di arachidi, caramelle, ecc.);
  • pasta lievitata.

Sonno

Per capire meglio il tuo cane è importante sapere come lui dorme. Innanzitutto, il sonno è essenziale per la salute ed è uno dei bisogni più importanti per i cani. Probabilmente hai notato che dormono molto. Ad esempio, cani giovani adulti dormono da 11 a 14 ore al giorno. E proprio come gli esseri umani, i cani dormono in fasi, alcuni con un rapido movimento degli occhi e altri no. Ma i modelli di sonno negli esseri umani e nei cani sono diversi. Ecco un fatto ovvio: i cani spesso fanno un pisolino durante il giorno. La maggior parte delle persone riposa di notte e rimane sveglia tutto il giorno, mentre i cani vanno a dormire e si svegliano molte volte durante il giorno.

In generale, secondo alcuni rapporti, i cani dormono dal 60 all’80% della notte e dal 30 al 37% della giornata.

Cane sul letto: si o no?

Come capire meglio il tuo cane
Come capire meglio il tuo cane. Il cane sul letto: si o no?

Alcuni addestratori di cani credono che ai cani non dovrebbe essere permesso di sdraiarsi sul letto dei proprietari, perché altrimenti si vizieranno e si comporteranno male. Ma in realtà non ci sono prove che lo confermano. L’indulgenza non ha nulla a che fare con i problemi comportamentali. Naturalmente, puoi decidere se far dormire il tuo cane sul letto oppure no, dipende tutto da te.

In uno studio dell’antropologa Dr. Christy Hoffman del Kanizia College nello Stato di New York, alle donne è stato chiesto se dormivano nello stesso letto con il proprio cane, un gatto o un essere umano e in che modo ciò influiva sul loro riposo notturno. Potresti essere sorpreso, ma i cani si sono rivelati i migliori partner per dormire insieme. Secondo i partecipanti, erano più a loro agio e più al sicuro che con una persona o un gatto. Inoltre, andando a dormire insieme al cane ti fa svegliare presto e quindi il ritmo del sonno è più regolare con lui che senza di lui.

Paura

Ci sono cani paurosi, proprio come le persone. Se il tuo cane è timido e pauroso, aiutalo a sentirsi al sicuro. Obbligandolo a superare la sua paura, molto probabilmente solo peggiorerai la situazione. Non puoi usare metodi di allenamento basati sulla punizione, perché questo aumenta lo stress. Puoi calmare il tuo animale domestico se pensi che possa essere d’aiuto, ma sappi che non tutti i cani lo vogliono, ma devi anche sviluppare una strategia a lungo termine. Potrebbe valere la pena lavorare sul comportamento e consultare il veterinario se è necessario assumere farmaci specifici.

Leggi anche:

Riescono tutti tranne me

Come la sindrome delle mancate possibilità ci rovina la vita

Hai mai avuto la sensazione che tutti tranne te vivano una vita ricca e interessante? Imparano costantemente qualcosa, viaggiano, incontrano amici, vanno a concerti e mostre. Quante volte hai pensato “riescono tutti tranne me“? Se questi pensieri ti sono familiari, probabilmente soffri di sindrome delle perse possibilità, chiamato anche sindrome FoMO.

La sindrome più antica

Il termine FoMO è stato utilizzato per la prima volta dallo studente della Harvard Business School Patrick McGinnis in un articolo del 2004 per la rivista The Harbus. FoMO è l’abbreviazione delle parole “paura di perdersi”, che si traduce come “paura di perdere qualcosa”. Ci sono voluti solo nove anni perché FoMO migrasse dalla rivista all’Oxford English Dictionary. FoMO è conosciuta anche come Lost Profit Syndrome.

Com’è FoMO? Alla persona che ne soffre sembra che tutti intorno a loro vivano una vita piena e sia immerso in un caleidoscopio di eventi interessanti, mentre lui stesso non riesce a far nulla e si impantana in una vita grigia senza volto.

Le manifestazioni di FoMO sono molto diverse. Ad esempio, pensieri diversi possono girare ossessivamente nella testa, a partire dalla frase: “Tutti tranne me”. Tutti, tranne me, viaggiano in altri paesi, escono per appuntamenti, guadagnano molto, vanno d’accordo con i bambini, vivono anima per anima con i coniugi, praticano sport, conducono uno stile di vita sano, crescono personalmente e così via.

Alcune persone con FoMO provano un desiderio ossessivo di comunicare con gli altri e sono pronte a qualsiasi invito, pronti a tutto pur di “buttarsi nella mischia” e sentirsi parte di qualcosa. Altri controllano costantemente i social network: al lavoro, durante il pranzo, a letto, in un salone di bellezza, a una riunione genitore-insegnante. Solo così si sentono coinvolti nella vita interessante “corretta”. Altri ancora, con dolorosa persistenza, cercano riconoscimento e cercano di diventare popolari.

Nonostante di FoMO si è iniziato discutere relativamente da poco, questa sindrome non è affatto giovane. Come spiegano gli psicologi, il bisogno di sapere cosa fanno gli altri e di prendervi parte è un meccanismo antico di sopravvivenza. Ma ora la strategia usata per salvarci si è trasformata in una paura che avvelena le nostre vite. 



Riescono tutti tranne me

Sicuramente i social network hanno cambiato il mondo. Perché ora possiamo monitorare costantemente quasi tutte le persone. Questo ha anche i suoi vantaggi, perché ora ognuno di noi è costantemente in contatto con i propri cari, apprendendo eventi significativi nelle loro vite entro 10 minuti dopo che si sono verificati. Ma allo stesso tempo, i social rendono le persone nervose, facendole pensare: “La vita degli altri è piu bella della mia”.

Sui social media, tutti si sforzano di mostrare la versione migliore di se stessi. Non ci sono foto di toast bruciati e salsicce economiche con purè di patate – solo frullati e bistecche, e non importa che finiscano in tavola una volta alla settimana. Tra una dozzina di selfie realizzati, le ragazze scelgono quello su cui l’angolazione si è rivelata più riuscita. Nessuno pubblicherà una foto da un autobus affollato nell’ora di punta, ma solo all inclusive a Dubai. Le persone vengono celebrate solo nei luoghi e negli eventi “giusti” e preferiscono parlare di successi, nascondendo i fallimenti.

La FoMO è più comune negli uomini che nelle donne, ma la differenza è piccola: rispettivamente 53,5% e 47,5%.

Inizia una corsa senza fine che non può essere vinta. Puoi pubblicare una foto con gli amici da un locale e vedere immediatamente nel feed l’immagine di un amico in piedi in cima all’Everest. Oppure informa tutti del tuo nuovo lavoro e scopri subito che un ex compagno di classe è stato appena assunto come leader nella più grande azienda del paese. Perdendo questa competizione più e più volte, inizi a pensare che qualcosa non va in te. Che sei troppo pigro per ottenere qualcosa e non sei in grado di spendere ogni secondo della tua vita in modo utile. Ci sono così tanti vividi esempi davanti ai tuoi occhi che la tua stessa vita inizia a sembrare grigia, noiosa e senza valore e non fai altro che pensare “riescono tutti tranne me”.

E poi inizi a credere che l’unica cosa che ti rimane è guardare i resoconti degli altri per rimanere in qualche modo coinvolti in qualcosa di interessante. Questo “monitoraggio” della vita degli altri può eventualmente sostituire tutto ciò che è vivo e reale. Il ritornello “riescono tutti tranne me” si trasforma in un assioma che non ha bisogno delle prove, e tu stesso sei diventato un FoMO sapiens, una persona che ha paura di perdersi qualcosa di nuovo, ma non può parteciparvi.

Come trattare con FoMO?

Riescono tutti tranne me
Riescono tutti tranne me o come la vita sui social ci condizioni la vita

La prima cosa da fare è capire che non si tratta di te. Ciò che gli altri mostrano sui social non è necessariamente una bugia, ma quasi sempre solo una parte della verità. Spesso, la bella casa su Instagram è solo un angolo della casa attrezzato apposta, mentre nel resto della casa ci sono le cose sparse dai bambini. Una donna con il viso scolpito, usa diversi filtri e miglioramenti delle foto per apparire tale, e se la incontri per strada molto probabilmente non la riconosceresti. Tra un concerto e un viaggio, quasi ogni persona ha la normale vita quotidiana tra casa e lavoro.

Quindi devi passare da FoMO a JoMO – Joy of Missing Out, le gioie della non partecipazione. Giovanna è sull’Everest? Che benedizione che non sono io! Gambe rotte, mancanza di ossigeno, stanchezza e freddo costante: quanto è bello perdersi tutto questo! Il mare mi aspetta in estate con la pineta, bagni di sole e spiagge sabbiose. Sara si è riqualificata come sviluppatore front-end? È un bene che ho avuto successo nella mia professione per molti anni e non devo ricominciare da capo!

Il terzo passo è trovare ciò che ti ispira. Le competizioni provocate dall’invidia non danno soddisfazione a nessuno, perché ci sarà sempre qualcuno che avrà più successo. Non dovresti essere ovunque, ma solo dove ti senti davvero bene. Lascia che le opportunità perse si trasformino in un bonus: tempo libero che puoi dedicare a ciò che ami. Non importa si tratta del ricamo e non della gara nella categoria Miss Bikini.

Leggi anche “L’importanza di avere un hobby

Meno social, piu vita reale

Riescono tutti tranne me
“Riescono tutti tranne me” o la sindrome FOMO, come liberarsi?

Riduci il tempo che trascorri sui social media. Meno guardi le cronache della vita “ideale” di altre persone, più consapevolmente tratti la tua. Tieni un diario di gratitudine e realizzazione, annotando ogni sera ciò per cui vale la pena dire “grazie” del giorno passato. Molto presto noterai quante cose meravigliose non hai mai visto prima solo perché tutti i tuoi pensieri ruotavano attorno ai risultati di altre persone.

Smetti di guardare sui social la vita “perfetta” degli altri pensando che “riescono tutti tranne me”, perché questo atteggiamento non porta a nulla. Vivi la tua vita, fai quello che ti piace e goditi quei momenti di felicità.

Sii te stesso

Impara a dire “no” non solo agli inviti alle feste, ma anche alle richieste della società. Sei quello che sei e non devi essere una madre perfetta, una impiegata del mese, una festaiola o un’atleta di successo che va in piscina solo per allenarsi per le gare di triathlon. Non permettere che i sogni e i desideri di altre persone ti vengano imposti, non importa quanto siano impressionanti. Cerca il tuo, perché solo ciò che piace vale la pena realizzare.

Ascolta te stesso e non rimpiangere le tue decisioni. Fai la tua scelta e sii orgoglioso di percorrere la tua strada, e non quella che sembrava così bella sulla pagina di qualcun altro. Ricorda che se commetti un errore, puoi sempre riprovare. Solo nella vita reale può iniziare quella vita molto interessante e movimentata, in cui non c’è posto per FoMO, ma dove ti confronti solo con te stesso.

Leggi anche:

Sesso dopo i 40 anni

7 cose che devi sapere sul sesso dopo i 40 anni

Sembra strano ma molte persone affermano che il piacere dall’intimità nell’età adulta aumenta. Dunque, il sesso dopo i 40 anni è bello? Quali sono le caratteristiche del piacere adulto? Vediamo insieme le 7 cose da sapere sul sesso dopo i 40 anni.

1. Il sesso non scomparirà

Secondo la ricerca sul comportamento sessuale un terzo delle persone negli Stati Uniti continua ad avere rapporti vaginali fino all’età di 70 anni. A 40 anni, questa cifra è del 70% per le donne e del 74% per gli uomini.

2. La sicurezza è sempre al primo posto

Nessuna età protegge la sessualità dalle malattie sessualmente trasmissibili. Quindi a qualsiasi età rimane il rischio di contrarre le malattie come sifilide, gonorrea, infezione da clamidia, herpes genitale, epatite B, verruche genitali e tricomoniasi.

Anche il rischio di contrarre l’HIV non diminuisce con l’età. Negli Stati Uniti, la metà di coloro che sono sieropositivi ha più di 50 anni. Questo perché la qualità della medicina moderna aiuta le persone con il virus a vivere più a lungo.

Quindi non trascurare i preservativi con i nuovi partner. E non smettere di sottoporti regolarmente a test per le malattie sessualmente trasmissibili nel corso degli anni .

3. Piacere auto procurato

La ricerca scientifica ha mostrato che la percentuale di donne che si masturbano non diminuisce con l’età e rimane entro il 60% nelle tra 16 e 59 anni. Un terzo delle donne con più di 70 anni si masturba. In media, il 70% degli uomini si masturba prima dei 69 anni. Poi l’indicatore inizia a scendere fino al 46%.

4. Alcune difficoltà

Ciò è dovuto ai cambiamenti fisiologici nel corpo che abbiamo ereditato dalle persone primitive. Raramente qualcuno viveva fino a 40 anni e l’idea era quella di avere il tempo di produrre prole prima della morte. L’evoluzione non vedeva il punto nel lasciare un sistema riproduttivo funzionante per coloro che sarebbero presto morti, quindi le donne ora attraversano la menopausa praticamente nella mezza età, cosa prima impensabile.

Donne

In premenopausa, un periodo tra i 40 e i 50 anni, i livelli di estrogeni iniziano a diminuire, le mestruazioni diventano meno regolari, la vagina può restringersi e le sue pareti possono diventare più sottile. La maggior parte delle donne inizia a secernere meno lubrificazione vaginale, che può causare dolore durante il sesso. Le pareti assottigliate della vagina dopo la penetrazione possono sanguinare e questo aumenta il rischio di infezioni. I lubrificanti a base d’acqua aiuteranno a risolvere questo problema.

Se una donna usa la terapia ormonale per trattare vari sintomi della menopausa, come le vampate di calore, la sua libido può aumentare.

Dovresti informare il tuo medico di tutti i cambiamenti nel corpo che ti disturbano e influenzano la tua vita sessuale. Ti aiuterà a scegliere il modo migliore per risolvere i problemi.



Uomini

Tra i 40 ei 50 anni, negli uomini iniziano i cambiamenti di erezione. Solo le fantasie erotiche non bastano piu per favorire l’erezione. Bisogno aiutare la situazione con le carezze sui genitali.

Il giornalista Michael Castleman, che scrive di sesso da 36 anni, dice che le erezioni negli uomini sopra i 40 anni possono essere molto meno stabili.

Se i cambiamenti in atto ti danno ancora fastidio, vai dal medico prima di assumere i farmaci per l’erezione o di ricorrere alla medicina alternativa. Molto probabilmente, il tuo problema è facilmente risolvibile e non hai alcuna disfunzione erettile.

5. Qualità del sesso migliora con tempo

Molte donne sopra i 40 anni sono più soddisfatte del proprio sesso rispetto a quando erano più giovani. Perché sia le donne che uomini hanno piu esperienza, sono meno frettolosi ed egoisti e si concentrano sul piacere del partner. Inoltre in età adulta i timori e le insicurezze scompaiono e questo rende il godimento piu facile.

Il giornalista Michael Castleman osserva che il dolore durante l’intimità nelle donne e l’erezione insufficiente negli uomini stanno costringendo molti partner a riconsiderare il loro approccio al sesso e a diversificarlo in modo significativo.

Castleman sostiene che questa età rivela davvero l’intimità, perché le coppie si stanno allontanando da questa percezione unica del sesso “corretto” e stanno iniziando a sperimentare. Il sesso orale, i giocattoli e i giochi di ruolo stanno diventando normali.

6. Erezione e orgasmo maschile sono legati?

In realtà gli uomini non hanno bisogno di un’erezione per avere un orgasmo. Anche con un pene flaccido, un ambiente confortevole, fantasie erotiche e carezze energiche di una donna sono sufficienti per raggiungere l’orgasmo. Sarà piacevole come prima.

7. Malattie cardiache contro il godimento

Nell’età avanzata il restringimento e l’indurimento delle arterie colpisce i vasi sanguigni e rende difficile la circolazione del sangue nel corpo. Di conseguenza, uomini e donne potrebbero avere problemi con orgasmi. Potrebbe anche volerci più tempo per eccitarsi e gli uomini potrebbero avere più difficoltà a mantenere l’erezione .

A 40 anni questo ancora non ti minaccia, ma è meglio prendersi cura della propria salute in anticipo. Cerca di mangiare bene, sii attivo fisicamente e non tardare ad andare dal medico se il tuo cuore comincia a darti fastidio.

Risultato

Ricerca ha dimostrato che la maggior parte degli orgasmi si verificano nelle donne di età superiore ai 36 anni. E le donne a 67 anni sperimentano l’orgasmo più spesso che a24. Ma non c’è una ragione fisiologica per questo.

Il punto è che le donne acquisiscono fiducia in se stesse e iniziano a esprimere i propri desideri o le proprie critiche. E gli uomini adulti percepiscono le critiche meglio che a 20 anni e sono più pronti a dedicare più tempo ai preliminari. Sia gli uomini che donne sono pronti per esperimenti e nuove sensazioni.

Secondo l’evoluzione, le persone dopo i 40 anni non avrebbero dovuto fare sesso, ma come si è visto questo periodo è divenuto il migliore nella vita sessuale.

Quindi non aver paura del sesso dopo i 40 anni, perché esso sarà migliore di prima. Ma ricorda, tutto dipende da te, tu stesso deciderai se farai il miglior sesso della tua vita.

Leggi anche:

Dillo con i fiori

Il linguaggio dei fiori, significato e simbologia

La storia del simbolismo delle piante è apparsa molto tempo fa in Oriente. Era lì che le donne non potevano comunicare liberamente e così hanno avuto l’idea di creare mazzi di fiori, dove ogni pianta e il suo colore denotavano un certo evento o avvertivano di qualcosa. Quindi perché non usare questa antica sapienza per comunicare qualcosa di importante. Dillo con i fiori per essere originale!

In questo articolo, ti diremo come scegliere i fiori in base al significato delle piante e dei colori.

Simbolismo dei fiori

dillo con i fiori1
Dillo con i fiori! Significato segreto delle piante.

Fare un bouquet è un’arte e in paesi diversi i fiori possono avere significati differenti.

Ad esempio, in Germania , un giglio è considerato un fiore dei suicidi, perché presumibilmente cresce sulle tombe di persone morte in modo violento. Quindi non è consuetudine donarlo. In Francia invece, al contrario, tutti saranno felici di ricevere in regalo un giglio, perché questo fiore è considerato una manifestazione di profondo rispetto.

Un altro esempio simile sono le viole del pensiero, che in Inghilterra sono riconosciute come segno di fedeltà, amore, devozione, ma i francesi le considerano i fiori della morte e di solito vengono piantate nei cimiteri e nei vari memoriali.

Jasmine in India è tradotto come chiaro di luna degli innamorati. Dando a una ragazza un tale bouquet, un uomo sottolinea la sua femminilità e sensualità.

Le orchidee vengono spesso regalate ai propri cari; in Cina , questo fiore è considerato un simbolo dell’infanzia.



Non è consigliabile regalare fiori secchi, sono riconosciuti come un segno della fine di una relazione.

I mughetti non vanno regalati alle ragazze amate, perché in molti paesi un regalo del genere significa una separazione ravvicinata.

Fiordaliso può significare il desiderio di un’offerta di amicizia.

Regalando le gardenie alla donna si vuole trasmettere il messaggio di vederla come una creatura bellissima, divina.

I giacinti significano fascino, sicurezza e calma, ma se è giallo, significa sfiducia e gelosia.

L’ortensia nel bouquet allude ai ricordi della persona che ha regalato fiori. I gladioli significano pace e sicurezza.

Le iridi parlano del valore dell’amicizia tra le persone.

Calla può parlare di ammirazione per la donna. Le camelie sottolineano la perfezione e la segreta ammirazione della donna che ha ricevuto i fiori.

Crocus suggerirà momenti indimenticabili e caldi della vita.

Le margherite sono considerate un fiore talismano, perché secondo la leggenda, una corona di tali fiori può proteggere un bambino dagli spiriti maligni.

Un bouquet di lavanda simboleggia gli sforzi per proteggersi dai fallimenti e i desideri per la realizzazione di un sogno.

Un loto esotico viene dato solo alle persone care, sottolineando i sentimenti amichevoli o familiari.

La magnolia viene aggiunta a un bouquet quando vogliono accennare alla devozione.

Le rose spesso esprimono le emozioni più forti come amore, gioia, sincerità e profondo rispetto.

La camomilla è il fiore più semplice e delicato, simbolo di famiglia e di benessere tra gli sposi. Non molto tempo fa, questo fiore è diventato un simbolo del giorno della famiglia, dell’amore e della fedeltà.

Quando vogliono interrompere i rapporti con qualcuno, regalano dei ciclamini.

Zinnias parlerà della costanza delle relazioni e dei ricordi frequenti di una persona.

Significato anche in base ai colori

I garofani oltre a tutto dovrebbero essere scelti considerando il colore:

  • il bianco per un augurio di successo nel raggiungimento di qualsiasi obiettivo, buona fortuna in tutte le cose;
  • giallo significa il risentimento;
  • il rosso promette vittoria e leadership;
  • il rosa è considerato un simbolo di amore materno.

I tulipani colorati simboleggiano quanto segue:

  • giallo– un bel sorriso;
  • rosso – spiegazione dell’amore;
  • multicolore – orgoglio e desiderio di una vita meravigliosa.

Dando crisantemi rossi, parlano di amore, bianche – di veridicità, gialle – di relazioni fragili.

Anche il colore è importante

Quando si sceglie una composizione di fiori già pronta o la si crea, è importante prestare attenzione anche alla combinazione di colori che dei fiori. 

Dillo con i fiori, dillo con colori:

  • bianco – giovinezza, tenerezza, purezza, innocenza;
  • rosso – forte amore appassionato, libertà;
  • rosa – considerato universale, adatto a varie occasioni, può essere regalato a ragazze di qualsiasi età;
  • arancione – orgoglio, potere, forza;
  • giallo – focolare familiare, benessere, prosperità;
  • verde – grazia e tranquillità;
  • blu – un simbolo di felicità familiare;
  • azzurro – speranza e fede;
  • lilla – tenerezza, ma non è consigliabile darlo per le vacanze e le feste di matrimonio;
  • viola e viola – grandezza, lusso;
  • viola – esprime umiltà;
  • sfumature colorate – adatte anche a qualsiasi celebrazione;
  • il nero è il colore del lutto.

È anche importante ricordare la corretta selezione di piante di diverse sfumature. Le combinazioni di verde-rosso, arancio-blu, giallo-viola sono considerate le più originali. La cosa principale è evitare transizioni brusche, il bouquet dovrebbe apparire naturale.

L’uso dei toni cromatici vicini è molto utilizzato, perché dà spazio all’immaginazione e non ci sono praticamente restrizioni per la composizione dei fiori. Una composizione monocromatica (in un colore) sembra sorprendente, ma l’uso di una tavolozza policromatica (multicolore) renderà il bouquet unico. Dillo con i fiori!

Perché mangiamo troppo

Spiegazione del perché a volte si mangia troppo

Perché mangiamo troppo? Come gestire la quantità di cibo consumato? Il conteggio delle calorie e la restrizione rigorosa sono l’unico modo per mangiare di meno? Cechiamo di capirlo insieme.

Perché l’eccesso di cibo è dannoso?

Il nostro corpo sa adattarsi alla malnutrizione. A livello di fisiologia, ha reazioni adattive come rallentamento del metabolismo, modificazione della combustione dei grassi e regolazione del comportamento. Ma allo stesso tempo, non sa affatto cosa fare con l’eccesso di cibo, perché non ha alcun meccanismo di contenimento per questo. Pertanto, l’eccessivo apporto calorico diventa la causa di molte malattie da abbondanza di cibo.

Ma non si tratta solo di essere in sovrappeso. L’eccesso di cibo accelera l’invecchiamento cellulare del corpo e aumenta il rischio di molte malattie. Inoltre, il grasso più pericoloso non è quello che vediamo, ma quello nascosto agli occhi: nel fegato, nel cuore, nelle anse intestinali. Aumenta anche il rischio di malattie pericolose come diabete e malattie cardiache. Non è un caso che esista l’espressione “falso magro”. Si tratta di persone che, nonostante abbiamo il peso normale, possono avere un eccesso di grasso interno.

Motivi del perché si esagera con il cibo

Esiste un termine che descrive il consumo di cibo in eccesso – iperfagia. Adesso, scopriamo quali trigger esistono e cosa possiamo fare con loro. Eliminando le cause, elimineremo il desiderio di cibo in eccesso e l’abitudine di mangiare troppo.

Iperfagia da stress e voglie di “cibo consolatore”

Perché questo meccanismo è così rilevante? Nel mondo di oggi c’è molto stress cronico, le nostre situazioni di vita stanno diventando più complesse e meno prevedibili. E per il corpo sotto stress, c’è una soluzione ben nota: mangiare. Da qualche parte a livello cellulare, qualsiasi stress cronico è percepito come fame. La risposta naturale a questa situazione è mangiare di più.

A livello dei geni gli organismi che mangiano di più e immagazzinano più grasso hanno maggiori probabilità di sopravvivere.

E molti altri meccanismi sono incorporati in noi a livello di geni. Ad esempio, perché lo zucchero ci fa mangiare troppo? Il fatto è che la maggior parte dei frutti matura in autunno e contiene molto zucchero. Per sopravvivere, l’uomo ha imparato a mangiare più dolci e a trasformarli in grasso. Ma ora questo meccanismo difensivo sta lavorando contro di noi. Perché desideriamo cibi ipercalorici? Perché nella stessa pizza la densità calorica specifica è maggiore, e quindi con uno sforzo minore si ottengono più calorie. In passato questo fatto era molto importante per la sopravvivenza.



Privazione del sonno e iperfagia circadiana

Il motivo successivo è l’iperfagia circadiana, l’eccesso di cibo associato a disturbi del ritmo circadiano, la mancanza di sonno, l’andare a letto tardi, la luce eccessiva la sera. Quando l’orologio interno del corpo si spegne, invece di dormire, si va verso il frigorifero.

La via d’uscita è la sincronizzazione quotidiana. I pratica devi regolare i ritmi diurni e notturni e prestare attenzione al sonno. Vedrai che poi mangerai di meno. Sappi che 1 ora di mancanza di sonno sono 250 calorie in più che mangerai il giorno successivo, 2 ore di mancanza di sonno sono 550 calorie in più che mangerai il giorno successivo. L’autocontrollo è difficile perché la mancanza di sonno indebolisce la forza di volontà e aumenta l’impulsività.

Iperfagia edonistica

Edonistico significa “associato al piacere”. Perché succede? Se in generale ci sono pochi piaceri nella tua vita, non ti piace il tuo lavoro, non hai un hobby che ti piace, il corpo vuole compiacere se stesso in qualche modo. Le prime cose che vengono in mente sono semplici fonti di dopamina: alcol, cibo o forse entrambi. Qui è importante trovare modi sani per divertirsi, alleviare lo stress, ricevere ricompense.

Leggi anche “Perché è importante avere un hobby

Iperfagia endocrina

Tale eccesso di cibo è associato a disturbi endocrini. Questo è meno comune di quanto pensiamo.

Iperfagia speculare

Esiste un tipo di comportamento psicologico chiamato “mangiatore negligente”. Questa è una persona che riproduce e copia come mangiano gli altri. Tutti intorno mangiano molto – e lui mangia molto, tutti intorno a lui hanno iniziato a perdere peso – e lui perde peso automaticamente.

Il consumo di cibo in eccesso è davvero contagioso. Gli scienziati hanno scoperto che se i tuoi amici hanno guadagnato qualche chilo, hai un rischio maggiore di ingrassare.

Ma è vera anche un’altra cosa: se hai amici più magri intorno a te, aumenta la probabilità di perdere peso. Ciò è dovuto al fatto che copiamo inconsciamente le abitudini comportamentali delle persone emotivamente significative.

3 modi per mangiare di meno

Come puoi risolvere il problema del consumo delle calorie in eccesso? Esistono diversi metodi in realtà. Ma qualunque cosa sia, l’importante è ridurre l’apporto calorico.

1. Usa il metodo delle proporzioni

Controlla le proporzioni nel tuo piatto. Cerca di non mangiare solo cereali, evita molti cibi ipercalorici, aggiungi più verdure ed erbe aromatiche. Questi semplici cambiamenti possono aiutare a influenzare la quantità di cibo che mangi e quante calorie mangi.

Puoi dividere il tuo piatto in zone e modificare facilmente le proporzioni tra cibi ipercalorici e ipocalorici. Quindi mangerai automaticamente di meno e visivamente la quantità di cibo che disponi praticamente non cambierà. Prova anche mettere su un piatto un po’ meno formaggio e mangia meno pane. E la differenza di calorie sarà una volta e mezza in meno.

2. Scegli cibi integrali

Sicuramente hai sentito cosa dicono i nutrizionisti sui benefici degli alimenti integrali. Ma cos’è un prodotto integrale? In pratica è un prodotto che non viene lavorato, macinato, coltivato naturalmente e non contiene additivi. Al contrario, i prodotti moderni sono ultra-lavorati perché sono stati sottoposti a macinazione meccanica, miscelazione, formatura, aggiunta di aromi. I cibi ultra-lavorati devono essere masticati e mangiati automaticamente.

Quando scegliamo cibi integrali rispetto a quelli trasformati, mangiamo 500 calorie in meno. Questa è il metodo ideale per chi vuole iniziare a perdere peso.

Gli scienziati hanno condotto un esperimento. Hanno preso un prodotto ultra-elaborato e uno intero. Questi due prodotti contenevano la stessa quantità di macronutrienti, fibre, grassi, zuccheri e calorie. Ma le persone mangiavano 500 calorie in più di alimenti trasformati. Come mai? Perché erano più facili da mangiare: non dovevano masticarli, si disintegravano automaticamente in bocca. Da questo punto di vista, una bistecca o un bollito è meglio di una cotoletta. I cereali integrali sono migliori dei fiocchi trasformati. E il pesce è meglio dei bastoncini di pesce.



3. Ridurre le dimensioni dei piatti

Perché mangiamo troppo? Perché oltre tutto siamo fortemente influenzati dall’ambiente alimentare. Prendiamo ad esempio i piatti. Più grandi sono le loro dimensioni, più piccolo sembra il cibo e più forte è il nostro desiderio di mangiare.

Ciò che conta è il colore e il contrasto. Se mangiamo spaghetti bianchi su un piatto rosso, mangiamo di meno. Lo stesso vale per gli spaghetti al concentrato di pomodoro su un piatto bianco. E quando non c’è un netto contrasto, il cervello non capisce dove si trova il cibo e mangiamo di più. Un po’, ma conta. Da piatti e bicchieri più pesanti si mangia e si beve meno. Anche le posate più pesanti ti aiutano a mangiare di meno. Prendi l’atto e metti in pratica questi consigli e scrivi nei commenti come è andata.

Leggi anche:

Tre cose che aiutano la creatività

Tre trucchi per trovare l’ispirazione e lavorare con piacere

Capita che sembriamo pronti ad agire, perché c’è un’idea, un piano e il desiderio, ma poi le cose non si muovono. Manchiamo le scadenze, annulliamo gli obiettivi dell’anno, perché il lavoro non è finito. Passa un altro anno, ma non cambia nulla. Scopriamo tre cose che aiutano la creatività e la realizzazione degli obiettivi prefissati.

L’ispirazione, dove trovarla?

Ecco le tre cose principali che ti aiutano trovare la creatività. Questi trucchi sono usati dagli scrittori, attori, pittori e altri per sbloccare il processo creativo. Niente di impossibile, tutto è molto semplice ma funzionale. Provare per credere.

1. Ispirazione ama la routine

Spesso il lavoro creativo è percepito come qualsiasi cosa, ma non come una routine. Ma in realtà l’ispirazione ama la routine, un processo calmo, chiaro e ben costruito.

Funziona piu o meno così: alzati tutti i giorni la mattina presto sempre alla stessa ora e inizia a lavorare. Dopo un po’ ti abitui ad alzarsi e lavorare sempre alla stessa ora diventerà un’abitudine. Dopo di che in automatico l’ispirazione arriverà mentre stai lavorando.

La famigerata ricerca dell’ispirazione funziona raramente. In realtà spesso accade il contrario: ti siedi al lavoro e ti viene l’ispirazione. Il processo può essere fantastico o abbastanza calmo.

Al lavoro, in realtà non abbiamo sempre bisogno di ispirazione. Quando stiamo solo definendo e correggendo le cose, non abbiamo bisogno di ispirazione. Ci sediamo in silenzio e facciamo il nostro lavoro. E quando hai bisogno di un’idea o di un’immagine, come confezionare e presentare questa idea, l’ispirazione ti tornerà utile. Ma in un modo o nell’altro, la routine dà un effetto sorprendente.

Quindi un buon consiglio di iniziare impostando una routine. Più questa routine è calma e familiare, maggiore è la probabilità che esattamente in questo momento, come programmato, arrivi l’ispirazione desiderata.

2. Musa ispiratrice ama camminare

Tre cose che aiutano la creatività
Tre cose che aiutano la creatività. Musa ispiratrice ama camminare.

C’è una ricerca scientifica che dimostra che camminare stimola il processo creativo. Se sei uno scrittore, vai a fare una passeggiata, e porta sempre con te un taccuino e una penna. Ti renderai conto che la modalità della camminata porta idee nuove e fresche che non sarebbero mai arrivate dietro ad una scrivania.

Cioè, fai solo una passeggiata e il lavoro continua in background.

3. Musa ispiratrice ama compagnia

Quando si lavora su un compito, è importante trovare qualcuno con cui discuterlo, mostrarlo e vedere la reazione. Può essere qualsiasi persona a cui mostri il risultato del lavoro e chiedi: “È chiaro cosa volevo dire qui?” Lui risponde e tu capisci: “Sì, ma qui ha considerato un significato diverso, il che significa che devi ancora lavorare”.

Idealmente, questo dovrebbe essere un professionista che annoterà i punti importanti e darà un feedback costruttivo e utile.

Quando è coinvolta un’altra persona, il processo creativo passa a un livello completamente diverso e diventa qualcosa di più di un semplice lavoro.

Inoltre quando mostri e chiedi un parere alle persone il lavoro creativo è più entusiasmante e fluido. Altre persone stimolano, portano idee e ti fanno credere nel tuo lavoro. Se invece sei solo, potresti disperdere l’energia in cose che non funzionano e il lavoro rimarrà ad un punto fermo.



Leggi anche:

Moda 2022 – Stile Clean

Tutti pazzi per lo stile Clean – semplicità adesso è di moda

La moda va di pari passo sempre con le tendenze generali del mondo, si sa. Quindi anche le ultime tendenze rispecchiano lo stile di vita degli ultimi tempi. Si, lo stile Clean è molto più profondo e utile di quanto può sembrare. Vediamo capi di moda nel 2022 dello stile Clean.

Clean Style

La pandemia non occupa più le prime pagine, non è più l’argomento numero uno. L’emergenza è stata ufficialmente dichiarata sconfitta in molti paesi, ma il suo impatto si fa ancora sentire. E non stiamo parlando dei problemi globali, ma di ciò che ci preoccupa ogni giorno. Forse non hai notato questa trasformazione, perché non è successo in un giorno, ma è successo veramente. Forse ci hai fatto caso che i social network hanno affrontato il tema della salute mentale e i designer hanno iniziato a introdurre nelle collezioni i capi simili a quelli comodi che ci mettevamo a casa. Lo stile Clean infatti permette di sentirsi al proprio agio in questo nuovo mondo che continua a cambiare velocemente.

Lo stile Clean è nato dal desiderio di aggiungere ordine, calma e minimalismo armonioso alla vita. Ma vediamo le caratteristiche principali di questo stile Clean.



 

Denim

Moda 2022 - Stile Clean
Moda 2022 – Stile Clean. Jeans denim. Photo by Anastasia Shuraeva by Pixels

I jeans larghi sono la base di uno stile “pulito”. Di moda nel 2022 sono le tonalità chiare, niente piu jeans aderenti. Inoltre, i jeans larghi sono incredibilmente comodi e anche facili da indossare e abbinare. Nell’estetica Clean, tra l’altro, sono particolarmente apprezzati i modelli allungati che coprono parte della scarpa. Sono da preferire i tessuti naturali e in estate i pantaloni di lino torneranno di moda, perché si adattano perfettamente all’estetica “pulita”.

Giacca oversize

Le “sneakers di papà” sono ancora di moda e ora si è unita a loro una giacca oversize del guardaroba dei genitori. Di questo passo, inizieremo a fare acquisti solo nei reparti uomo. Ma le tendenze 2022 comprendono le giacche non solo della taglia oversize, ma anche la mancanza di accessori extra, polsini e applicazioni. Quindi per essere di moda nel 2022 e rispecchiare lo stile Clean la giacca dovrebbe essere semplice, dritta e di colore neutro come nero, grigio e beige.

Top e cardigan

Un altra tendenza della moda 2022 è indossare insieme top corti e cardigan larghi. Qui la logica è la stessa: manteniamo una tavolozza di colori neutra e preferiamo un taglio semplice. Cioè, i top devono essere per lo più di cotone, maglia e seta. I cardigan invece sono sicuramente a maglia larga, simili ai plaid. In questo modo cardigan rende il look rilassato e si armonizza con i jeans, mentre un top corto o una camicia annodata in vita aggiungono dettagli femminili.

Gioielli

I gioielli, nello stile Clean sono minimi. Più precisamente, si sceglie tra due sole categorie: orecchini e collanine in oro o gioielli “per bambini” a forma di girocolli multicolori e anelli con sigillo. Si perché, tutto è subordinato al comfort e quindi gli accessori non devono dar noia. Nello stile Clean tutto è pulito e sostenuto con colori puri e neutri. Less is more – meno è meglio. Lo stile Clean non è innovativo in termini di moda, ma ti insegna ad amarti e accettarti negli abiti più semplici e nel cosiddetto trucco senza trucco. Perché dopotutto è importante rimanere se stessi, perché è la cosa principale.

Leggi anche:

Come capire se gli piaci?

Segnali del corpo che indicano che gli piaci veramente

Se hai aperto questo articolo, molto probabilmente hai qualche uomo al quale sei interessata e vuoi scoprire se gli piaci. In seguito troverai una serie di segnali che il suo corpo invia inconsciamente mentre siete insieme. Non sempre è necessario osservare il comportamento di qualcuno per capire se c’è del interesse, perché molto spesso gli uomini lo dichiarano apertamente. Ma ci sono alcune situazioni non molto chiare e vogliamo capire se la simpatia è reciproca per sapere come comportarsi. Quindi come capire se gli piaci?

Premesso che tutte le persone sono diverse e quindi i modi e i gesti di un uomo significheranno che gli piaci, del altro invece che vuole venderti il suo corso di yoga. Osserva quindi i segni che abbiamo raccolto sul linguaggio del corpo, ma ricorda che tutto è relativo e dipende anche dalle circostanze nelle quali vi trovate.

Postura aperta

Le gambe sono alla larghezza delle spalle, le spalle sono rilassate, le braccia e le mani non sono incrociate e la mascella è aperta. Una postura aperta è un segno che è a suo agio con te.

Respirazione rilassata

Un altro segnale che indica che accanto a te si sente calmo e a suo agio.

Mani in bella vista

L’oggetto dell’osservazione ha le mani in tasca o dietro la schiena? Molto bene. Questo è un altro segno di apertura.



La testa inclinata

Di solito incliniamo la testa quando ascoltiamo qualcosa di interessante o guardiamo qualcosa di piacevole. Quindi se lui inclina la testa mentre ti guarda, è un buon segno.

Contatto fisico “casuale”

Capire se gli piaci si può anche osservando se ti tocca inavvertitamente. Ti ha appena sfiorato mentre ti stava porgendo qualcosa, oppure mentre ti faceva passare accanto? Si, può sembrare un tocco casuale, ma molto probabilmente non lo è. Più spesso cerca di toccarti “casualmente”, più è probabile che gli piaci.

Gioca con i vestiti

Quando siamo nervosi, le mani non riescono a stare fermi. Iniziamo a sistemare la frangia sulla sciarpa, giochiamo con la punta della cravatta, raddrizziamo i risvolti della camicia e così via. Quindi se l’uomo lo fa o gli piaci oppure è semplicemente molto pignolo.

Mani sudate

Anche le mani sudate possono indicare il nervosismo. Ma può anche darsi che abbia le mani sudate sempre, oppure si è appena lavato le mani. Ma se questo accade solo in tua presenza, questo potrebbe indicare una simpatia nascosta.

Perde filo del discorso

Sai vero che quanto siamo nervosi la lingua inizia a comportarsi in modo strano e si “scollega” dal cervello. Anche per gli uomini vale lo stesso discorso. Se gli piaci lui si perde il filo del discorso, la sua lingua inciampa. Se con tutti gli altri parla in modo normale ma si perde solo con te, allora gli piaci sicuramente.

Faccia a faccia

Ovunque siete, in un centro commerciale, al cinema o in un bar, lui durante una conversazione non può resistere e vuole avvicinare sempre il suo viso al tuo? Vuole essere sempre piu vicino a te? Un buon segnale di simpatia, vuol dire che non resiste starti lontano.

Gli occhi non mentono

Osserva i suoi occhi mentre ti guarda. Perché le pupille dilatate sono la reazione del cervello alle cose che ci attraggono. Ma attenzione, le pupille possono dilatarsi semplicemente perché è buio, oppure perché ha esagerato con i caffè.

Sopracciglia alzate

Se alza le sopracciglia è perché potrebbe essere interessato a quello che stai dicendo, se non è la sua solita espressione.

Un sorriso smagliante

Un sorriso aperto come quello di un bambino piccolo, con gli occhi socchiusi dal piacere, è un segno che lui sta bene con te e che trova davvero divertente quello che stai dicendo.

Si lecca le labbra

Quando siamo attratti da qualcosa, il nostro corpo inizia a produrre una grande quantità di saliva. Questo potrebbe significare due cose: o gli piaci oppure è affamato e sta pensando alla bistecca con patate.

Ti guarda negli occhi

Come capire se gli piaci
Come capire se gli piaci? Ti guarda negli occhi.

In un’epoca in cui tutti noi guardiamo costantemente gli schermi, uno sguardo dritto negli occhi è un lusso. Se lo fa spesso con te, allora sei sicuramente il suo tesoro.

Si sporge in avanti mente ti parla

Probabilmente, in un bar chiassoso non c’è alternativa, e comunque vi siederete, sporgendovi l’uno verso l’altro per poter parlare. Ma se siete seduti in un luogo tranquillo, ma lui si sporge comunque in avanti, probabilmente gli piaci. Oppure ha problemi di udito.

Sporge i gomiti mettendo le mani sui lati

L’oggetto dell’osservazione mette le mani sui fianchi sporgendo i gomiti? In pratica, con una tale posa, una persona cerca di occupare più spazio come per dire “Questo è mio spazio e questa donna è mia”.

Gambe allargate

S siede di fronte a te, spingendo in avanti il ​​bacino e allarga le gambe significa che gli piaci. Questa è una posa sexy che espone le parti più tenere del corpo. Stai sicura che non vengono mostrati a tutti.

Punta verso di te con i piedi

Questo segnale del corpo è vecchio come il mondo. Se le punte dei suoi piedi puntano nella tua direzione, allora potrebbe essere interessato a te. Ma attenzione, questo è un trucco così conosciuto che molti uomini lo usano di proposito per far credere che gli piaci. Osserva anche altri segnali per capire se gli piaci veramente.

Si tocca il collo

Il collo è una parte vulnerabile e sensibile, e se un uomo tocca il suo pomo d’Adamo, potrebbe voler essere baciato lì. Ma può anche darsi che la pelle tira dopo la rasatura. Comunque ma un fatto non esclude l’altro.



Si prende sul avambraccio

Se ancora non avete molta confidenza non oserebbe toccarti le mani, perché è un gesto molto intimo. Ma se gli piaci potrebbe darti dei piccoli colpetti sulla e prenderti per avambraccio. Si tratta di un passaggio intermedio tra il nessun contatto fisico e il contatto pelle a pelle.

Dimentica del suo cellulare

Se un uomo ti ascolta senza essere distratto da messaggi e chiamate, ha sicuramente una cotta per te.

Voce bassa

Probabilmente vuole apparire più mascolino e una voce bassa e vellutata è uno dei segni della mascolinità. Tuttavia, per eccitazione e nervosismo, la sua voce può anche essere alta e squillante.

Ricordati che per capire se gli piaci non basta solo uno dei segnali sopra descritti, dovrebbero essere diversi. Inoltre, come abbiamo già detto bisogno valutare anche la situazione in qui vi trovate, perché le circostanze influenzano il comportamento sia tuo che suo.

Leggi anche:

Perché la perdita di peso si è fermata?

Cosa fare se durante la dieta il peso si è fermato

Tutti quelli che devono perdere molti chilogrammi di peso in eccesso prima o poi si imbattono in seguente paradosso: maggiore è il peso, più velocemente cadono gli odiati chilogrammi. Ma molti guerrieri a dieta si trovano ad affrontare una situazione in cui la perdita di peso si è interrotta senza una ragione apparente. Questa condizione è chiamata plateau dietetico. Scopriamo perché durante la tua dieta la perdita di peso si è fermata.

Plateau dietetico

Plateau dietetico è caratterizzato da un temporaneo blocco della perdita di peso sullo sfondo della normale attività fisica e dell’aderenza alla dieta abituale. Quali sono le cause di questa condizione e come affrontarla?

Cosa succede durante la dieta

La prima comparsa dell’effetto plateau è possibile 3-4 settimane dopo l’inizio della dieta. Se il regime ipocalorico si prolunga per più di 3-6 mesi, questa condizione può essere ripetuta nuovamente.

Il blocco della perdita di peso è una delle fasi psicologiche più difficili della della dieta. Continuando a limitarsi e non vedendo il risultato, molte persone perdono fiducia nel successi e smettono di combattere. In seguito questa situazione si trasforma in una rapida serie di chili di troppo. In alcuni casi, sullo sfondo del ritorno del peso corporeo in eccesso, si sviluppa depressione, aumento dell’ansia, in situazioni particolarmente difficili può sfociare anche in bulimia e anoressia.

Ecco alcuni dei motivi del perché la perdita di peso si è fermata durante la dieta:

  • Il metabolismo è rallentato. Quando si cambia la dieta abituale, ricca di grassi e proteine, per cibi ipocalorici, il corpo inizia a bruciare attivamente le riserve di grasso. E quando si esauriscono, il cervello riceve un segnale sulla mancanza di risorse. Questo è accompagnato da tentativi da parte del corpo di fornire almeno un apporto minimo di grasso attraverso una diminuzione del metabolismo.
  • Patologie ormonali. Si può sospettare uno squilibrio ormonale nel corpo se tutti i tentativi di perdere peso falliscono. In questo caso, la causa può risiedere in una malattia della tiroide, nella diminuzione o nell’aumento della produzione di ormoni sessuali, nello sviluppo del diabete. Senza l’aiuto di un endocrinologo in questa situazione non si può fare nulla.
  • Diminuzione dell’attività fisica. Anche le diete più rigide non funzionano senza l’aiuto dell’attività fisica anche minima. Uno stile di vita sedentario e una mobilità ridotta vanificano tutti gli sforzi dietetici.
  • Disidratazione. La carenza di liquidi porta all’interruzione di tutti i processi vitali e la combustione attiva dei grassi è accompagnata da un aumento della sudorazione. Se non c’è abbastanza acqua, il processo metabolico rallenta.
  • Stress. Questo stato può essere fisico, quando il corpo è sottoposto a un allenamento intenso sullo sfondo di un digiuno prolungato, e mentale, in cui il cervello segnala ai sistemi di mobilitare tutte le risorse per conservare le fonti di energia.

Anche l’età gioca un ruolo importante, perché più una persona è giovane, più è facile combattere l’eccesso di peso ed è meno probabile che si imbatte in un plateau dietetico.

Altri motivi del blocco della perdita di peso

Ci sono anche altri motivi molto comuni perché si ferma la perdita di peso durante una dieta. Questi errori nella dieta includono:

  • Consumo di cibi troppo calorici;
  • Dipendenza da piatti contenenti molti grassi vegetali e animali;
  • Libagioni alcoliche;
  • Dieta irregolare;
  • Dieta squilibrata e troppo povera, con un minimo di calorie.

Avendo deciso fermamente di perdere i chilogrammi odiati, è necessario selezionare attentamente una dieta, contare le calorie e fare l’esercizio fisico, quindi il rischio di incontrare l’effetto plateau sarà minimo.



Cosa fare se la perdita di peso si interrompe

Il primo compito è visitare un medico e identificare la causa. Se non ci sono cause in termini di salute, la fonte dovrebbe essere cercata negli errori personali.

Dunque se hai notato che la perdita di peso si è fermata, dovresti fare:

  • La cosa principale è non rinunciare a dieta ed esercizio fisico. Soprattutto se prima di questo stop il peso andava sistematicamente diminuendo, il che significa l’impatto positivo della tattica precedentemente scelta. Puoi provare a ridurre leggermente il contenuto calorico degli alimenti consumati senza cambiamenti drastici.
  • Aumenta l’attività fisica. Questo consiglio è particolarmente utile se non c’era alcuna attività fisica prima del blocco della perdita di peso o se gli esercizi erano minimi. Prova a camminare, fare gli esercizi mattutini, nuoto, ciclismo. Anche gli allenamento su una cyclette o tapis roulant sono efficaci.
  • Mantieni l’equilibrio di liquidi e sali. Se non c’è abbastanza acqua per i bisogni dell’organismo, tenderà ad accumulare liquidi “in riserva”. Un effetto simile è prodotto dal consumo eccessivo di sale, che trattiene l’acqua. Questo fenomeno riduce il tasso metabolico e rallenta la combustione delle cellule adipose.
  • Riposa abbastanza. Il sonno completo dovrebbe durare almeno 6-8 ore. La mancanza di riposo notturno comporta un carico aggiuntivo su tutti i sistemi vitali.
  • Tieni un diario alimentare. Tale misura aiuterà a controllare l’assunzione giornaliera di calorie, liquidi e ad adeguare la dieta in tempo.

Un trucco psicologico

Esiste inoltre una tecnica psicologica che alcuni nutrizionisti adottano per liberare il corpo dallo stress che una dieta comporta. Puoi organizzare una sorta di giorno di relax una volta alla settimana. Durante questa giornata puoi mangiare qualsiasi cibo tu voglia indipendentemente dalla dieta, ma con un approccio ragionevole. Non esagerare con le quantità e con cibi dolci e grassi e non bere alcolici. Il segreto sta nel godere il cibo “proibito” in piccole quantità e senza sensi di colpa. Il giorno dopo continua il tuo regime dietetico alimentare scelto.

Cosa da evitare se la perdita di peso si è fermata

Con l’inizio dell’effetto di un plateau dietetico, alcune azioni errate possono portare a ulteriori problemi. Se la perdita di peso si è fermata durante la dieta, cosa non si deve fare assolutamente:

  • Cambiare drasticamente la dieta e i principi della dieta;
  • Soffrire la fame allenandosi in contemporanea fino allo stremo con gli allenamenti potenziati e di esercizi di forza durante il giorno;
  • Fare subito il digiuno completo;
  • Ridurre drasticamente le calorie assunte;
  • Assumere integratori alimentari, vitamine e prodotti dimagranti in modo incontrollabile.

Tutto ciò può comportare un aumento dello stress e un rallentamento ancora maggiore del metabolismo. Inoltre i farmaci possono causare allergie o lo sviluppo di reazioni imprevedibili del sistema nervoso, digerente e endocrino.

Integratori alimentari utili

Lo scopo principale dell’assunzione degli integratori alimentari è normalizzare il metabolismo a causa dell’afflusso di ulteriori oligoelementi che aiutano il corpo. Si consiglia di selezionare formulazioni che contengano iodio, calcio, magnesio, potassio, ferro, vitamine dei gruppi A, B, C, D, P e K.

Alcuni vantaggi degli integratori:

  • Ridotto fabbisogno di cibo;
  • Stimolazione della motilità intestinale;
  • Abbassamento del livello di colesterolo “cattivo”;
  • Mantenimento del tono generale del corpo;
  • Aumento della combustione dei grassi;
  • Normalizzazione dei livelli ormonali.

Ma è importante capire che nessuna vitamina e integratore funzionerà senza un’adeguata attività fisica e restrizioni dietetiche razionali.



Un ultimo consiglio

Adesso sai perché la perdita di peso può fermarsi durante una dieta e cosa fare per superare questo periodo. Sappi che la durata di questo spiacevole fenomeno in media non supera le 2-3 settimane. La cosa principale è non farsi prendere dal panico e continuare la lotta competente contro l’eccesso di peso, quindi tutti gli sforzi saranno sicuramente ripagati nel prossimo futuro.

Leggi anche:

Photo by SHVETS production

Abbronzarsi fa male o no?

Prendere il sole è davvero così pericoloso come dicono?

Sarai sorpresa scoprire che prendere il sole non è così pericoloso come molto spesso ci raccontano. Secondo una nuova ricerca, la radiazione solare non è la principale causa di cancro della pelle. Quindi abbronzarsi fa male o no?

Contrariamente alla credenza popolare tra le persone attente alla salute, i raggi del sole non sono poi così pericolosi e l’esposizione al sole non è la causa principale delle forme più pericolose di cancro della pelle.

Gli scienziati che hanno rilasciato questa dichiarazione sostengono che i numerosi avvertimenti sui pericoli delle radiazioni solari spesso sono infondate.

I ricercatori, sostengono che il fattore di rischio più importante per la formazione del melanoma è il numero di nei sul corpo.

Raggi solari e melonoma

Gli autori dell’articolo di ricerca sostengono che abbronzarsi non fa poi così male, perché in realtà la radiazione solare è la causa solo di una piccola percentuale di tutti i casi di melanoma. Ritengono che sarebbe più vantaggioso se le autorità sanitarie raccomandassero un controllo regolare dei nei alle persone hanno ne hanno più di 100 sul corpo. Un esame periodico dei nei per controllare i cambiamenti nella loro forma, dimensione e colore aiuta a prevenire lo sviluppo del melanoma.

Il melanoma può essere curato in una fase iniziale. Tuttavia, questa malattia è ancora la forma più pericolosa di cancro della pelle perché può diffondersi ad altri organi. I processi oncologici possono iniziare con un neo di vecchia data sulla pelle che sembra abbastanza sana. A volte iniziano in quelle persone che non hanno affatto i nei, ma hanno le lentiggini sulla pelle chiara.

Il melanoma è una malattia relativamente rara, che rappresenta solo il 10% di tutti i tumori della pelle, ma è la causa della maggior parte dei decessi per tali malattie.



Genetica e numero dei nei

Un team internazionale di ricercatori provenienti da Australia, Canada e Stati Uniti, guidato da scienziati del King’s College di Londra, ha identificato due geni che determinano il numero di nei che ogni persona ha e il rischio di cancro della pelle.

Tim Spector, professore di genetica epidemiologica al King’s College di Londra, afferma che il numero di nei sulla pelle è un importante fattore di rischio per il melanoma, più importante della luce solare.

Dunque, abbronzarsi fa male o no? La dermatologa Veronica Bataille, sempre del King’s College London, afferma che sopravvalutiamo i pericoli dell’esposizione al sole: “In qualità di dermatologo con 20 anni di esperienza nella ricerca sul melanoma, credo fermamente che il ruolo della radiazione solare sia costantemente sopravvalutato. Si legge spesso che “la luce solare provoca il melanoma , ma non ci sono prove documentate di ciò. Più ricerche facciamo, più ci convinciamo che la luce solare è solo un piccolo pezzo di questo puzzle”.

Allo stesso tempo, Bataille aggiunge: “Tuttavia, non scartiamo del tutto il pericolo dei raggi UV, perché provoca rughe e invecchiamento cutaneo prematuro – non lo abbiamo mai negato. Ma smettiamola di spaventare le persone dicendo che se escono al sole, moriranno di cancro.”

Mancanza di Vitamina D

Abbronzarsi quindi non fa così male come dicono, ma forse evitare di esporsi al sole fa peggio. Gli scienziati, tra le altre cose, sostengono addirittura che il desiderio “maniacale” di proteggersi dal sole abbia portato ad una massiccia carenza di vitamina D. La mancanza di luce solare – la principale fonte di vitamina D – può portare ad un aumento della mortalità per altre forme di cancro, nonché un aumento dei casi di osteoporosi, depressione e invecchiamento precoce.



Leggi anche:

Aprire i chakra con la meditazione

Come e perché aprire i chakra con la meditazione e altre pratiche

La parola chakra è sanscrito. In pratica, significa il centro energeticoQuindi il chakra, come l’energia, è invisibile ed è concentrato, raccolto attorno ad un certo centroIl corpo fisico è circondato da un corpo sottile invisibile , chiamato anche corpo eterico o vitale. Questo corpo energetico è costituito da molte linee sottili che circondano l’intero corpo fisico. Sono loro che collegano il corpo con l’energia del Cosmo e della Terra, lo nutrono e lo rivitalizzano. Ma a volte può succedere che i chakra si bloccano. Questo blocco si manifesta sul corpo fisico inizialmente con qualche disturbo e in seguito in vere e proprie malattie. Scopriamo come aprire i chakra con la meditazione e altre pratiche.

Cosa sono i chakra

Ci sono sette centri del nostro corpo in cui la concentrazione di energia è molto più alta. Questi sono chiamati centri energetici maggiori, o chakraSi trovano lungo la colonna vertebrale, partendo dal coccige e terminando con la sommità della testa. Sono collegati al corpo fisico attraverso le rispettive ghiandole. Naturalmente, queste ghiandole sono estremamente importanti per il corretto funzionamento energetico dell’intero corpo umano. Apertura del chakra permette di stabilire la connessione energetica il chakra e la ghiandola situata sotto di esso. 

L’apertura dei chakra ha un effetto benefico sulla salute, poiché un chakra che lavora attivamente armonizza tutti gli organi che si trovano nel campo della sua attività. Inoltre, l’apertura dei chakra porta alla crescita spirituale e alla scoperta delle capacità psichiche. L’apertura dei chakra è un processo piuttosto complicato, che richiede molti mesi di lavoro su se stessi. Per fare questo, devi prepararti fisicamente e imparare a sentire il flusso di energia nel corpo. I chakra principali sono sette.

Tutti i chakra vibrano a velocità differenti. La velocità della vibrazione del ogni singolo chakra dipende dalla sua posizione nel corpo. I chakra piu alti hanno le vibrazioni piu alte e anche l’impatto sul nostro essere maggiore. Dobbiamo ricordare che ognuno di noi ha un’enorme riserva di energia e che può essere accesa in qualsiasi modo. Puoi usare questa energia per soddisfare i tuoi bisogni e vivere nell’amore e nella salute. Ma attenzione, può anche farti del male, perché può ridurre la nostra vitalità e persino causare malattie.

Quando tutto va bene e ci sentiamo felici, ascoltiamo i nostri bisogni e costruiamo una vita piacevole, vivendo in armonia con tutto ciò che ci circonda, allora la nostra energia circola liberamente e tutto il nostro essere è pieno di vitalità. Ma se viviamo, violando le leggi dell’armonia, blocchiamo l’energia in determinati punti del nostro corpo – e sentiamo in seguito corpo indebolirsi. Perché altri centri non vengono riforniti di energia in modo naturale e ci sentiamo stanchi, malati e infelici.

Prova Chakra Test per vedere se i tuoi chakra sono sballati

Aprire i chakra con la meditazione e l’ipnosi

I saggi antichi, per aprire i chakra, utilizzavano la pratica di risveglio della cosiddetta energia Kundalini. La parola “kundalini” deriva dalla parola “kundala” che significa “avvolto”. Questo potere è simboleggiato da un serpente addormentato che si morde la coda, un simbolo dell’infinito. 

Kundalini yoga, la meditazione, le preghiere, una dieta speciale e la pulizia del corpo si usano per risvegliare l’energia della Kundalini. Perché l’apertura dei chakra non è questione di un giorno e richiede una pratica lunga e regolare

Per aprire i chakra con la meditazione, infatti, è necessario entrare in uno stato di trance, che può essere ottenuto anche con l’autoiponosi. Bisogno concentrarsi sul proprio obiettivo.

Chakra umani, descrizione dei chakra

Aprire i chakra con la meditazione1
Aprire i chakra con la meditazione

Muladhara

È il primo chakra più importante del corpo umano. È anche chiamato centro del coccige e si trova alla base della colonna vertebrale, due dita sotto i testicoli e due dita sopra l’ano. Nelle donne, questo chakra si trova vicino all’apertura dell’uretra. Questo chakra è largo quattro dita e ruota a destra. Il nome “Muladhara” è composto dalle parole “mula” che significa “radice” e “adhara” che significa “base”.

Muladhara costituisce la base della colonna vertebrale e di altri chakra del corpo. Sotto la sua influenza c’è l’intera parte inferiore del corpo dal coccige ai piedi. Questo chakra dà la capacità di base di annusare. Il Muladhara ha le proprietà della terra. Questo gli conferisce un colore rosso scuro. L’animale cosmico di questo chakra è Airavat, un elefante bianco con sette proboscidi. Questo enorme animale veloce incarna energia, necessario per mantenere la salute e le forze creative creative dell’uomo. 

Su Airavata siede il dio Indra, il re ribelle degli dei, che gode delle donne, del vino e del lusso. Allo stesso modo, i sentimenti inconsci di una persona sono capricciosi e cercano di trascinarlo lontano dal raggiungimento della pace mentale e della felicità spirituale, dandogli l’avidità per tutti i piaceri terreni. Solo chi sa controllare i sensi può raggiungere il settimo chakra (Sahasrara). 

Le informazioni principali su questo chakra arrivano attraverso l’olfatto, cioè attraverso il naso. Fisicamente, questo chakra corrisponde all’ano. È il centro della sopravvivenza umana, ed è connesso con il corpo fisico attraverso le ghiandole surrenali. Una persona che si concentra su questo chakra è benedetta con salute, felicità e tutti i bisogni terreni.

Svadhisthana

Il prossimo chakra, Svadhisthana, chiamato anche “centro sacrale”, si trova alla base del coccige, sopra l’osso pubico e alcune dita sopra il Muladhara chakra. La parola “Svadhisthana” significa “sotto il proprio controllo“. Il colore attribuito a questo chiakra è rosso-arancio brillante. Questo chakra è responsabile di tutti i sistemi urinario, escretore, riproduttivo e di tutti i bisogni del corpo legati all’acqua. Come sappiamo, la Terra è composta per il 75% da acqua e il resto è terra. Allo stesso modo, il nostro corpo è composto per il 75% da acqua. Questo chakra è responsabile del mantenimento del corretto livello dell’acqua, nonché del livello di viscosità del sangue. 

Il centro sacrale governa la capacità di una persona di creare la propria vita, così come la sua attività sessuale, cioè la capacità di procreare. Questo centro è connesso con il corpo fisico attraverso le ghiandole sessuali, o gonadi (testicoli negli uomini, ovaie nelle donne). 

Il dio di questo chakra è il dio Vishnu, insieme alla dea Saraswati, che ha tre occhi e quattro braccia. I tre volti di questa dea simboleggiano i tre tempi: passato, presente e futuro. Dea Saraswati è considerata la madre di ogni conoscenza. Chi medita su questo chakra accede alla conoscenza del passato, presente e futuro e viene liberato dalla lussuria, dalla rabbia, dall’avidità e da tutti i desideri materialistici superflui. Questo chakra immagazzina il karma di una persona. Qualsiasi atto compiuto di una persona è conservato nello Svadhisthana chakra. 

Quando una persona si sottopone ad una hipnosi verso le vite passate, la sua mente si rivolge a questo chakra per avere informazioni. Ecco perché questo chakra è considerato un blocco sulla strada per ottenere l’integrità, e quindi, quando si apre il chakra Swadhisthana, una persona ha molti problemi, psicologici e fisici dopo l’apertura. In pratica, una persona deve superare la prova, quando questo chakra lo tenta con il lusso materiale. Chiunque abbia la forza di tenere a bada gli impulsi e resistere a tentazioni può controllare questo chakra. Anche Dio Gesù e Dio Buddha hanno affrontato la tentazione di questo chakra.

Manipura

Chakra Manipura, o “centro del plesso solare”, si trova alla base dello sterno. È il centro del desiderio e dell’intelletto. È connesso con il corpo fisico attraverso il pancreas. Il nome di questo chakra significa “deposito di pietre preziose”. L’apertura di questo chakra dona al corpo dinamismo ed energia. È responsabile dell’apparato digerente, visceri piccoli e grandi, appendice, pancreas, duodeno, stomaco e fegato. 

Il colore di questo chakra è giallo, la sua forza può essere paragonata a quella di Agni (fuoco) e si muove verso l’alto con piena forza. Nel corpo, il fuoco aiuta a mantenere la temperatura e aiuta nel processo di digestione. 

Il risveglio diretto dell’energia cosmica (Kundalini) nel corpo umano inizia solo con il Manipura chakra. Questo perché Muladhara e Svadhisthana rappresentano le tendenze animali del corpo umano. Finché il chakra Manipura non viene ripulito e risvegliato, l’energia non può salire completamente. Il Manipura chakra funziona come punto energetico per risvegliare l’energia Kundalini. La meditazione su questo chakra aiuta a sbarazzarsi di tutte le malattie fisiche. Il risveglio di questo chakra dà anche alla persona il potere di guarire gli altri. 

Nello stato risvegliato, questo chakra fornisce calore ed energia al corpo. Dall’apertura di questo chakra, una persona riceve la piena conoscenza del proprio corpo, sia etereo che fisico, il controllo sulla paura della morte e del fuoco.

Anahata

Chakra Anahata è chiamato il “centro del cuore” e si trova nella regione del cuore. Significa amore e pace senza fine. Controlla l’intera parte toracica del corpo fino al collo, oltre alle braccia, ed è responsabile del corretto funzionamento del cuore e dei polmoni. Il colore di questo chakra è verde. Ecco la fonte dell’amor proprio. È collegato al corpo fisico attraverso il timo (ghiandola del timo). 

Il dio dell’Anahata chakra è Ishan Rudra e la dea Shakti Kakini. Il dio ha tre occhi, il terzo occhio è chiuso, il che simboleggia l’amore e il perdono che Dio dà a una persona che medita su questo chakra. Questo amore può essere paragonato all’amore di una madre che perdona un figlio anche dopo un crimine. La dea Shakti Kakini è una bellissima dea a quattro braccia che trasmette il nostro amore e compassione a coloro a cui sono destinati. 

Quindi questo chakra è responsabile dell’attaccamento di una persona alla sua famiglia, amici e parenti. La meditazione su di esso rende una persona umile, nobile e onnisciente. L’apertura del chakra Anahata conferisce a una persona lo splendore della spiritualità. Una persona del genere ha molti seguaci che lo considerano un guru. Le donne aprono facilmente questo chakra. Per aprire questo chakra, devi imparare ad essere pienamente consapevole e gestire i tuoi sentimenti ed emozioni.



Vishuddha

Il Vishuddha chakra, o “centro della gola”, si trova nella gola, proprio nel punto in cui si incontrano le clavicole. Questo chakra è responsabile del corretto funzionamento della gola, delle corde vocali, dei polmoni superiori, della bocca e del naso. È di colore azzurro ed è associato alla creatività, più precisamente, alla loro espressione, e alla capacità di comunicare. È collegato con il corpo fisico attraverso la ghiandola tiroidea. Una persona che medita su questo chakra acquisisce il potere di controllare le persone attraverso la parola e la scrittura.

Ajna

L’ Ajna chakra, o “centro frontale”, è anche chiamato Terzo Occhiosituata sopra il naso, tra le sopracciglia e di colore blu. Governa l’energia dell’amore universale, la compassione per le altre persone e, inoltre, lo sviluppo del dono, delle capacità paranormali e dell’intuizione. È collegato al corpo fisico attraverso la ghiandola pituitaria. 

Fisiologicamente, questo chakra è responsabile del corretto funzionamento di occhi, orecchie e naso. È abbastanza difficile aprirlo, perché forma una barriera tra questo mondo e la dimora del dio Shiva. Dopo aver aperto questo chakra, anche la natura apre i suoi cancelli e ti permette di incontrare l’anima universale nella sua forma completa. Questo chakra contiene le chiavi dell’inizio della natura e del significato dell’anima.

Sahasrara

Aprire i chakra con la meditazione
Aprire i chakra con la meditazione

Il Sahasrara chakra o “centro parietale” si trova sulla sommità della testa. Non è affatto un chakra, ma è la connessione con l’energia dell’universo. È il centro della grande illuminazione, il centro dell'”IO SONO”. Collegato al corpo fisico attraverso la ghiandola. 

“Sahasrara” significa “loto dai mille petali”. Questo chakra non ha un colore è ed rappresentato da molti bellissimi fiori unici. Solo il Sahasrara chakra è chiamato la “fontana del nettare” – il nettare della conoscenza spirituale e universale. Quando una persona raggiunge lo stadio di apertura del Sahasrara chakra, acquisisce la conoscenza del passato, del presente e del futuro.

Leggi anche: