Perdonare il tradimento è possibile?

Perché è difficile superare un tradimento?

Perdonare significa lasciar andare, rinunciare a qualsiasi pretesa e smettere di arrabbiarsi con qualcuno. Queste definizioni rendono il perdono qualcosa di irraggiungibile, soprattutto quando si tratta di adulterio. Ma la vita non è un dizionario e nelle coppie accade di tutto. C’è chi decide di provare a superare il problema e continuare a stare insieme. Quindi perdonare il tradimento è possibile?

Janice Spring, psicologa clinica con 43 anni di esperienza e autrice di diversi libri, crede che il perdono sia sempre un processo collaborativo. Inizia quando condividi il tuo dolore l’uno con l’altro e si sviluppa mentre tu e il tuo partner fate le cose per ripristinare la fiducia e l’intimità.
Ecco le cinque credenze comuni sbagliate che ti impediscono di prendere una decisione consapevole se puoi e vuoi perdonare.

“Il perdono avviene subito, una volta per tutte”

Quando si tratta di perdono, potresti sentire che ti viene chiesto troppo. “Ci vorrà una vita”, dici. “O anche di più forse.”

Sì, è proprio così. Il processo del perdono si svolge molto lentamente e scorre insieme alla tua relazione. Non c’è un punto finale, non c’è un punto in cui si esce da questa fase con le parole: “Non ci pensiamo più e si dire che la questione è risolta”.

Forse in questo momento sei pronto a perdonare il 5 – 10% di ciò che ha fatto il tuo partner, e forse mentre stai cercando di riparare la relazione, puoi perdonare un altro 60 – 70%, ma non di più non ci riuscirai. 

E va bene così.

“Il trauma non scompare mai e la guarigione non è mai completa”, scrive Judith Herman, assistente professore di psichiatria clinica presso la Harvard Medical School, nel suo studio sul trauma psicologico.

Solo perché perdoni completamente non significa che sei una brava persona, e non sei necessariamente una persona cattiva se non puoi perdonare. Puoi dare solo ciò che senti di dare e ciò che il tuo partner merita.

“Quando perdoni, i sentimenti negativi verso il tuo partner vengono sostituiti da quelli positivi”

Alcuni potrebbero resistere al perdono perché lo vedono come “la fine dell’ostilità”, uno stato in cui il dolore scompare e l’amore e la compassione prendono il suo posto.

Nella vita reale, le ferite psicologiche non guariscono né scompaiono mai del tutto e le esperienze piacevoli non prendono magicamente il loro posto. Che tu sia ferito o un partner infedele, anche anni dopo, continuerai a rabbrividire al ricordo di come il tuo partner ti ha deluso.

Aspettarsi di ricominciare da capo, come se nulla fosse porta alla inevitabile delusione.

Come partner ferito, è improbabile che tu provi una profonda compassione per l’angoscia del tuo partner per l’infedeltà. Potresti non capire o non essere mai disposto a capire l’amarezza del tuo partner per aver dovuto rinunciare a un amante. Questo è normale. La tua inimicizia prima o poi cesserà di essere il centro della tua relazione e insieme ad essa appariranno altri sentimenti più caldi.

Come partner infedele, potresti non perdonare mai completamente il tuo partner per non essere stato all’altezza delle tue aspettative, e anche questo è normale.

Quando perdoni, i sentimenti positivi non sostituiscono quelli negativi, in realtà coesistono tra loro. Il tuo risentimento rimane, ma è bilanciato dalla consapevolezza che il tuo partner non era così pessimo e l’amante non era così eccezionale e che tu stesso sei tutt’altro che innocente.



“Quando perdoni, riconosci che i sentimenti negativi verso il partner erano sbagliati o irragionevoli”

Un altro motivo per cui potresti resistere al perdono è che esso sembra giustificare, scusare o alleggerire la gravità del comportamento del tuo partner. Sembra che il perdono neghi l’ingiustizia di quello che è successo, perché in realtà senti di essere stato trattato male e di avere il diritto di arrabbiarti e provare dolore.

Però, il perdono non libera il partner dalla colpa, se tu stesso non lo liberi dalla responsabilità per le sue azioni.

Potresti perdonare il partner, ma rimanere ferma sul pensiero che il partner è andato troppo oltre. Infatti, se non ammetti a te stesso di essere stato trattato male, non avrai nulla da perdonare. “L’accusa fa parte del percorso della vita”, scrive Beverly Flanigan nel suo libro Forgiving the Unforgivable. “Qualcuno è responsabile del accaduto. Qualcuno ha torto. Qualcuno deve essere incolpato. E qualcuno può essere perdonato.

“Quando perdoni, non chiedi nulla in cambio”

Perdonare il tradimento è possibile (1)
Perdonare il tradimento è possibile?

Quindi, perdonare il tradimento è possibile? Alcuni di voi sono riluttanti a perdonare perché lo vedono come un atto completamente disinteressato e credono che le scuse vengano date senza aspettarsi nulla in cambio. “Perché dovrei liberare il mio partner dall’obbligo di fare ammenda? ti chiedi. “Perché dovrei dimenticare tutto?”.

Se definisci il perdono in questo modo, molto probabilmente lo assocerai alla perdita di potere e alla volontaria sottomissione alla violenza.

Ma il perdono non ti rende automaticamente debole o solleva il tuo partner dalle responsabilità. Se il tuo obiettivo è la riconciliazione, il perdono richiede una serie di azioni da parte di tuo partner.

Se vuoi ripristinare la relazione, devi costruirla insieme. Il perdono è un processo a doppio senso. Non puoi perdonare qualcuno che si rifiuta di riconoscere e fare ammenda per il danno che ti ha fatto. Ovviamente non potrai piu avere una relazione intima e stretta con questa persona.

Il partner che vuole stare con te fisicamente e psicologicamente, deve impegnarsi per avere il perdono e meritarlo attraverso una serie di azioni mirate.

Un perdono immeritato, come anche l’amore non corrisposto, rafforza la convinzione che è tuo compito è mantenere la relazione da solo e il tuo partner non dovrebbe condividere con te il peso della guarigione emotiva.

“Sebbene la riconciliazione possa essere un risultato desiderabile, il perdono psicologico deve essere guadagnato”, sostiene lo psicologo clinico Robert Lovinger. “Perdonare qualcuno che non riconosce il trauma che ha inflitto, o peggio ancora, razionalizza il proprio comportamento traumatico come meritato, significa farsi del male più e più volte.”

“Perdonando, ti dimentichi del tradimento”

Potresti essere riluttante a perdonare il tradimento perché hai paura di seppellire i ricordi di ciò che è andato storto. Pensi che finché ricordi quello che è successo, non accadrà mai più. Inoltre, in tal modo dimostri al tuo partner che il tuo dolore non è di quelli che passano facilmente.

Ma in effetti, tu, il partner ferito, non dimenticherai mai come sei stato ingannato, indipendentemente dal fatto che tu perdoni questa persona o meno. Se sei tu, il partner infedele, molto probabilmente vuoi che il tuo partner ti perdona e dimentica tutto, e ti riconcilieresti con calma, ma non puoi accelerare questo processo.

Quando perdoni, non dimentichi quanto sei stato tradito, ma permetti a te stesso di non essere più tormentato da questi pensieri.

Dunque, perdonare del tutto il tradimento è possibile? I tuoi ricordi dolorosi non scompariranno nel nulla, ma rimarranno in fondo alla tua coscienza. Ricorderai ancora il male che ti è stato fatto, ma in una prospettiva più ampia dove c’è spazio anche per i bei momenti, quelli che ti ricordano perché hai scelto di stare insieme al tuo partner. Il passato può ancora farsi sentire, ma ti insegnerà anche una lezione importante e ti ispirerà a lavorare su te stesso.

Leggi anche “Perché festeggiare San Valentino” e “Finanze in coppia