UltraBeauty
Segreto delle donne giapponesi per rimanere giovani

Cosa assumono le donne giapponesi per rimanere giovani a lungo?

Siamo propensi a credere che sia impossibile combattere l’invecchiamento e non ci non resta che mascherare i segni visibili con iniezioni e cosmetici costosi. Ma non è esattamente così. Oggi ti svelo il segreto delle donne giapponesi per rimanere giovani a lungo. Perché in Giappone le donne hanno scoperto un metodo che permette loro “congelare” l’età e prolungare la giovinezza. Questo segreto consiste nel agire dall’interno, assumendo una sostanza chiamata glutatione. Ti racconto cos’è glutatione, come viene prodotto e come assumerlo correttamente per ottenere benefici visibili.

Cos’è il glutatione e perché è importante per il corpo

Il glutatione è un antiossidante, cioè una sostanza che rallenta l’invecchiamento delle cellule e dell’organismo nel suo insieme. È costituito da tre aminoacidi: glutammina, cisteina e glicina.

Una delle cause dell’invecchiamento sono i radicali liberi. Si tratta di sostanze che vengono costantemente prodotte nell’organismo come sottoprodotti durante il metabolismo e altri processi fisiologici. In piccole quantità, i radicali liberi sono essenziali per la memoria, la coordinazione e altre funzioni cerebrali. Ma quando queste sostanze si accumulano, ossidano le cellule di tutti i tessuti e gli organi. Ad esempio, distruggono la barriera protettiva della pelle, a causa della quale diventa secca, si formano macchie di pigmento e rughe. 

Inoltre i radicali liberi danneggiano i follicoli – i capelli diventano grigi e iniziano a cadere. L’ossidazione delle cellule non riguarda solo l’aspetto esterno, ma anche i muscoli che possono indebolirsi e gli organi come ad esempio la vista che si deteriora. In generale poi si assiste all’indebolimento generale dell’immunità.

Il glutatione dunque aiuta a combattere l’ossidazione cellulare. Normalmente viene prodotto nel fegato, da dove si diffonde in tutto il corpo con il sangue e blocca l’azione dei radicali liberi, dopodiché li rimuove.

Leggi anche “Glutatione contro l’avvelenamento da ossido di grafene

Mancanza di glutatione

Come già detto in precedenza, glutatione è prodotto naturalmente nel corpo, ma la sua sintesi diminuisce con l’età. Molte donne notano segni di invecchiamento tra i 40 ei 45 anni, quando i livelli di antiossidanti diminuiscono del 20% rispetto ai 20 e 30 anni. La sintesi del glutatione è ridotta anche dallo stress frequente e dalle radiazioni ultraviolette, motivo per cui alcune persone possono sviluppare rughe profonde prima dei 40 anni.

Quando la produzione naturale del glutatione diminuisce, niente impedisce ai radicali liberi di ossidare le cellule, quindi la pelle diventa opaca e perde elasticità, i capelli cadono, le unghie diventano fragili. L’immunità può essere indebolita e l’affaticamento può verificarsi frequentemente.

Così si attiva un circolo vizioso: piu il corpo invecchia → meno glutatione viene prodotto dal corpo → questo aumenta ulteriormente i segni legati all’età.

Come reintegrare e mantenere il livello di glutatione nel corpo

Per alzare i livelli di produzione di glutatione possiamo ingerire gli alimenti ricchi di questa sostanza, come asparagi, carote, arance e mele. Glutatione viene anche aggiunto ad alcuni integratori. Ma se prendi un antiossidante nella sua forma pura, i benefici saranno minimi. Il fatto è che sotto l’influenza dell’acido cloridrico nello stomaco, il glutatione si decompone in aminoacidi e quindi non riesce piu a bloccare i radicali liberi. Per questo motivo, prima questo antiossidante veniva iniettato direttamente nel sangue, attraverso una flebo o con un’iniezione.

Ma adesso c’è un modo per prendere il glutatione senza iniezioni e flebo. Perché è stato scoperto che se alla molecola di glutatione aggiungere un gruppo acetile, un composto che impedisce alla sostanza di scomporsi nello stomaco, la sostanza non perde la sua azione antiossidante. Così l’antiossidante viene assorbito nelle cellule nella sua forma originale e non perde le sue proprietà. 

Personalmente uso l’integratore NAC (o N-Acetilcisteina) di Longlife è un analogo della L-cisteina. Ne basta una capsula al giorno durante i pasti per avere i benefici di questo integratore.


NAC (N-Acetilcisteina) - Integratore di Glutatione
NAC (N-Acetilcisteina) – Integratore di glutatione
13,51 €
Acquista

Segreto svelato

Adesso sai il segreto delle donne giapponesi per rimanere giovani. Sempre piu donne assumono il glutatione per rallentare l’invecchiamento e sentirsi belle e giovani a lungo. Prova anche tu e scrivi i scrivi nei commenti i tuoi risultati.

Cibi ipocalorici rallentano l’invecchiamento

Gli scienziati hanno dimostrato che i cibi ipocalorici rallentano il processo di invecchiamento

Gli scienziati hanno dimostrato che esiste una connessione tra il numero di calorie consumate e il processo di invecchiamento corporeo. A queste conclusioni sono giunti gli scienziati della Yale University, che hanno dimostrato che i cibi ipocalorici rallentano l’invecchiamento del corpo umano.

Non solo le prestazioni del corpo, ma anche l’aspettativa di vita dipende da ciò che una persona mangia, riferisce The Sun.

Studio scientifico

Cibi ipocalorici rallentano l'invecchiamento
E’ stato dimostrato scientificamente che la dieta ipocalorica aiuta a rimanere giovani a lungo, rallentando il processo dell’invecchiamento.

Gli studi che dimostrano che i cibi ipocalorici rallentano l’invecchiamento hanno coinvolto 200 volontari sani. I partecipanti sono stati divisi in due gruppi. Al primo gruppo è stato chiesto di condurre uno stile di vita normale e mantenere le loro abitudini alimentari di sempre.

Il secondo gruppo invece è stato chiesto di adottare una dieta ipocalorica. In pratica, le calorie da assumere durante i pasti della giornata sono state ridotte del 14%.

Risultato sorprendente

Alla fine dell’esperimento, i partecipanti sono stati sottoposti a un esame MRI, durante il quale è stato studiato lo stato del timo, che è la ghiandola responsabile dell‘immunità del organismo.

La cosa curiosa è che la condizione della ghiandola era migliore del 14% nei volontari del secondo gruppo.

Gli scienziati hanno dedotto che il miglioramento di questo parametro è associato ai cambiamenti positivi del sistema immunitario del corpo. Inoltre, i processi metabolici nel corpo dei volontari che hanno consumato cibo con meno calorie sono notevolmente migliorati.



Vivere a lungo ed essere piu giovani della propria età

Tutti questi segnali, secondo gli esperti, indicano che i cibi ipocalorici rallentano l’invecchiamento. Dunque, se vuoi rallentare il processo di invecchiamento e rimanere giovane a lungo, dovresti ridurre l’apporto calorico. Per farlo non devi soffrire la fame e mantenere una dieta rigida e povera.

Basterebbe eliminare i cibi fritti e troppo elaborati e mangiare piu frutta e verdura crudi. Perché sappiamo che le verdure sono meno caloriche rispetto ai cibi come carne, pasta, pane o dolci.

Leggi anche:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: