Come sopravvivere al caldo senza impazzire

Nove trucchi per sopravvivere al caldo e non uscire fuori di testa

Il caldo per il periodo estivo è la norma, ma ultimamente stiamo vivendo un caldo anomalo che dura da diversi giorni. Le persone che non hanno l’aria condizionata in casa potrebbero andare incontro a stress da caldo, avvertono i meteorologi. Eppure ci sono diversi modi per aiutare a sopravvivere anche al caldo più insopportabile. Leggi di più su come sopravvivere al caldo senza impazzire.

1. Bevi più acqua

Nella stagione calda, il corpo ha bisogno più che mai di reintegrare i liquidi, poiché le alte temperature e, di conseguenza, l’aumento della sudorazione contribuiscono alla disidratazione. Pertanto, nella stagione calda è necessario bere molta acqua. La quantità dei liquidi che deve essere consumata al giorno è calcolata in base al peso corporeo e alla temperatura ambiente.

Per una persona che pesa da 50 a 55 kg, 1,5 litri al giorno sono considerati ottimali a temperature fino a 23 gradi. 

A una temperatura 25 – 29 gradi – 2 litri. 

Se il calore è superiore a 30 gradi – 2,5-3 litri.

Se, ad esempio, sei andato a prendere il sole o semplicemente stai al sole per molto tempo, i medici consigliano di aggiungere un altro litro alla norma quotidiana. Ma, naturalmente, queste raccomandazioni non possono essere definite rigide, perché tutto è puramente individuale. Quindi, a meno che tu non abbia una malattia specifica che richiede di limitare l’assunzione di liquidi, bevi quanto vuoi.

È meglio placare la sete con acqua semplice non gassata. Ma dovresti astenerti da succhi e bibite, perché oltre al fatto che contengono una grande quantità di zucchero, queste bevande non dissetano bene. E, naturalmente, al caldo si consiglia vivamente di non bere alcolici, poiché stimola il trasferimento di calore, aumenta il carico sul sistema cardiovascolare e l’alcol in esso contenuto provoca disidratazione. Anche il caffè e tè sono da evitare durante il periodo caldo, perché la caffeina contenuta in queste bevande ha proprietà diuretiche, il che significa che perderai più liquidi di quanti ne assumerai.

2. Evita il gonfiore

Pensavamo che l’assunzione eccessiva di liquidi provocasse gonfiore, ma il processo può essere invertito. Alcune persone soffrono di un aumento del gonfiore al caldo perché è così che il corpo reagisce a una quantità insufficiente di acqua. Esercizi speciali di drenaggio linfatico aiuteranno a liberarsi dell’edema. Eccone alcuni.

  1. Saltare dopo il risveglio: esegui 100 salti con ginocchia morbide, questo esercizio aiuta a disperdere bene la linfa nel corpo.
  2. Massaggio alle orecchie: massaggia le orecchie per un minuto su tutta la superficie del padiglione auricolare.
  3. Massaggio del cuoio capelluto: premendo abbastanza forte, passa le dita delle mani su tutta la testa, dopodiché afferra i capelli vicino alle radici e tirali leggermente. Le sensazioni non devono essere dolorose, ma piacevoli.

Questi esercizi ti aiuteranno a disperdere rapidamente la linfa e a liberarti dell’edema.

3. Tieni la stanza al fresco

L’aria condizionata è una cosa indispensabile con il caldo, ma, purtroppo, non tutti ce l’hanno. Tuttavia, puoi raffreddare la stanza in altri modi. La prima cosa da fare è limitare il flusso di luce solare nell’appartamento. Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a farlo.

Tieni le serrande abbassate durante il giorno oppure attacca la protezione solare alle finestre. Un’altra soluzione è quella di acquistare le tende speciali che impediscano la penetrazione attiva della luce solare.

Se lavori in un posto dove non ci sono persiane e tende, usa tende di colore chiaro che riflettano i raggi del sole. 

Anche i fogli bianchi sono adatti come rimedio di emergenza: possono essere appesi temporaneamente alle finestre, previamente inumiditi con acqua. 

Tieni le tende tirate fino al tramonto.

Non importa quanto fa caldo fuori, l’aria deve entrare comunque. Quindi non tenere le finestre completamente chiuse. Durante il giorno, lascia un piccolo spiraglio e dalla tarda serata fino al mattino presto puoi spalancare le finestre se è possibile. Chiudi le finestre prima che fuori faccia caldo.

4. Mantieni l’umidità negli ambienti

Per facilitare la respirazione del calore, puoi umidificare regolarmente l’aria nell’appartamento con un flacone spray. Prova a spruzzare l’acqua ogni ora. Puoi anche spruzzare acqua sulle tende.

Se hai un umidificatore, devi versarci dell’acqua ghiacciata e aggiungere cubetti di ghiaccio. Questo metodo aiuta a raffreddare bene la stanza.

Se non hai un condizionatore in casa, non preoccuparti, puoi crearne uno tuo. 

Per fare questo, prendi un semplice ventilatore domestico e metti davanti bottiglie di acqua ghiacciata. 

Ti consigliamo di avere sempre una scorta di ghiaccio nel congelatore o di congelare l’acqua in bottiglia, riempiendola per tre quarti. In questo modo un condizionatore ricavato dal ventilatore risulterà ancora più efficiente.

Come sopravvivere al caldo senza impazzire? Oltre a raffreddare l’ambiente puoi rinfrescare anche te stesso usando il seguente trucco. Metti la maglietta in un sacchetto, dopodiché lasciala nel frigo per un quarto d’ora. Dopo 15 minuti, indossa la tua maglietta fresca e mettine un’altra di ricambio nel frigo. Cambia le magliette ogni ora. Ma ricorda di non esagerare perché con il caldo è facile prendere il raffreddore.

5. Fai attenzione agli sbalzi di temperatura

Come sopravvivere al caldo senza impazzire1
Come sopravvivere al caldo senza impazzire, guida di 9 punti.

Se sei fortunato da avere un condizionatore a casa, non affrettarti ad accenderlo a piena potenza. Perché le temperature basse possono portare alle spiacevoli conseguenze. Infatti, con il caldo estremo è anche molto facile ammalarsi, soprattutto se si verifica un forte e improvviso calo della temperatura.

La differenza tra la temperatura in strada e nella stanza non deve essere superiore a dieci gradi. 

In caso contrario, troppa differenza di temperatura influirà negativamente sulla salute, incluso il mal di gola e raffreddore.

Ma questo non è l’unico problema che l’aria condizionata può provocare. È importante non dimenticare di pulirlo regolarmente dalla polvere e monitorare la sostituzione dei filtri. Se non pulisci il dispositivo da un anno, la polvere si accumula al suo interno, dopodiché si diffonde in tutta la casa. Questo può provocare una reazione allergica.

Le persone con la pelle sensibile dovrebbero prestare particolare attenzione. Potrebbero avere una reazione imprevedibile al condizionatore d’aria. Si ricoprono di macchie, la pelle inizia a seccarsi e a staccarsi. Questo è il modo in cui il corpo reagisce alle particelle di polvere microscopiche che vengono trasportate dal dispositivo di raffreddamento.

6. Usa meno elettrodomestici

Tutti gli elettrodomestici riscaldano l’aria nell’appartamento. Cerca di usare i fornelli, la lavatrice e la lavastoviglie solo la sera tardi e la mattina presto, ed è meglio non usare del tutto il forno durante l’estate.

Anche un bollitore elettrico, un ferro da stiro, una macchinetta del caffè e una pentola a cottura lenta riscaldano l’aria. Cerca di ridurre al minimo il loro utilizzo. È ancora meglio spegnere la TV e sostituire le lampadine a incandescenza con quelle a LED, poiché non si riscaldano. Ciò ridurrà notevolmente la temperatura nel tuo appartamento.

7. Cambia la tua dieta

Se stai cercando di scoprire come sopravvivere al caldo senza impazzire non puoi tralasciare nessun punto dei nostri 9 trucchi di sopravvivenza al caldo. Anche la dieta dovrebbe subire qualche modifica durante il periodo caldo.

I piatti che siamo abituati a cuocere a temperature moderate e basse non sono adatti al caldo. Con questo tempo, si consiglia di mangiare più piatti freddi. Lascia che la verdura fresca, la frutta e il pesce siano sulla tua tavola. È meglio evitare il cibo pesante, poiché richiede molta energia per la digestione.

Zuppe fredde, insalate e spuntini leggeri di verdure sono l’opzione migliore per una calda estate. La maggior parte degli ingredienti in essi contenuti non viene affatto lavorata termicamente, quindi sono letteralmente traboccanti di vitamine. Inoltre, al caldo, le casalinghe non devono patire davanti ai fornelli.

Leggi anche “Frullati estivi buoni e leggeri”

8. Fai attenzione al colpo di calore

Uno dei maggiori pericoli che ci attendono durante la stagione calda è il colpo di calore. La sua causa è una mancanza di umidità nel corpo e, di conseguenza, un fallimento della termoregolazione. Se sei esposto a lungo al calore, lavori vicino a una fonte di calore, indossi abiti che impediscano l’evaporazione del sudore, o non bevi abbastanza o fai attività fisica a temperature elevate, allora il rischio di avere il colpo di calore aumenta. È importante essere in grado di identificare in tempo i sintomi del colpo di calore e fornire il primo soccorso alla vittima.

I primi sintomi di surriscaldamento sono mal di testa e vertigini. 

I vasi si dilatano e il sangue inizia a ristagnare. 

In questo caso, una persona può avere nausea e persino vomito. 

Anche mancanza di respiro, svenimento, allucinazioni e persino perdita di coscienza sono segni di colpo di calore.

Come evitare il colpo di calore

Per evitare il colpo di calore, è necessario seguire una serie di semplici regole:

  • indossa abiti di colore chiaro perché i colori chiari non attirano così tanto i raggi solari;
  • cerca di bere di più e porta sempre con te una bottiglia d’acqua;
  • rinuncia ai cibi grassi;
  • escludere lo sport e il lavoro fisico pesante;
  • cerca di non uscire di casa se non è necessario, soprattutto nelle ore più calde, dalle 12 alle 17 ore.

Primo soccorso nel caso di colpo di sole

È importante essere in grado di fornire il primo soccorso in caso di colpi di sole o di calore. Ecco una breve guida da ricordare.

  1. Il primo passo è isolare la vittima dal fattore dannoso che è il calore. Portarlo all’ombra, o meglio ancora in una stanza fresca.
  2. Chiamare un’ambulanza. Non metterti a valutare la gravità delle condizioni della vittima, anche se oggettivamente la persona si sente bene, dovrebbe essere visitata da un medico.
  3. Togliere eventualmente gli indumenti dalla persona che aumentano il calore corporeo e limitano i movimenti.
  4. Aprire le finestre per far entrare aria fresca.
  5. Alzare la testa della vittima arrotolando dei vestiti o altro, creando una specie di cuscino improvvisato.
  6. Coprire il corpo o la testa con un panno umido.
  7. Gli impacchi freddi devono essere applicati sulla fronte e sotto la nuca. Per fare questo bisogno prendere un asciugamano freddo, oppure dei pezzi di ghiaccio avvolti in un panno, una speciale borsa termica, o anche una bottiglia di acqua fredda.
  8. Se il paziente è in grado di muoversi da solo, metterlo sotto la doccia o in un bagno fresco.
  9. Se invece la persona non è in grado di muoversi è necessario bagnare il suo corpo con acqua fredda.

9. Prendere il sole responsabilmente

L’intrattenimento principale estivo è nuotare e prendere il sole. Ma nel tentativo di ottenere un’abbronzatura bella e uniforme, spesso dimentichiamo le misure di sicurezza. Tutto ciò può portare a gravi scottature solari, che causano gravi danni al corpo. Per abbronzarsi, ma non bruciare al sole, devi conoscere alcune regole.

  • Scegli il momento giusto per abbronzarti. I medici raccomandano di prendere il sole prima delle 12:00 e dopo le 16:00. Ma il tempo da 13 a 15 ore è il periodo in cui la luce solare diretta è più pericolosa.
  • Devi prendere il sole gradualmente. Per la prima volta, puoi uscire al sole solo per mezz’ora, o un’ora al massimo. Così la pelle prenderà il sole gradualmente e si preparerà ai raggi del sole.
  • Assicurati di usare crema solare e spray, devono essere applicati sulla pelle ogni due ore. Inoltre, vale la pena trattare non solo il corpo, ma anche il viso. È meglio scegliere una crema con un SPF di almeno 50.


  • Se hai ancora una scottatura solare, in nessun caso devi usare ghiaccio o acqua ghiacciata, non applicare scrub, prodotti contenenti alcol sulla pelle, non perforare le vesciche e non staccare la pelle desquamata perché tutto ciò può causare un’infezione.

Adesso sai come sopravvivere al caldo senza impazzire, segui i nostri consigli e il calore eccessivo non sarà piu un problema insopportabile.