UltraBeauty
Maschera sbiancante giapponese

Come sbiancare la pelle e togliere le macchie cutanee da soli in casa

La ricetta delle donne giapponesi della maschera sbiancante fai da te

E risaputo che le donne giapponese sono maniacali nella cura della pelle. Nella cultura giapponese la pelle della donna deve essere candida, bianca, senza alcuna macchia ne ruga. Usano moltissimo gli ingredienti naturali che abbiamo in casa per creare delle maschere meravigliose. Perché non prendere l’esempio dalle donne giapponesi e non approfittarsi della loro esperienza per avere dei benefici anche noi copiando qualche ricetta di qualche maschera?!

Ho letto svariati consigli e ricette che riguardano la cura della pelle delle donne giapponese e ho trovato una ricetta della maschera sbiancante che si fa tranquillamente in casa e può aiutarci a togliere le macchie cutanee dal viso (e non solo). Questa maschera sbianca le pelle, toglie le macchie e nutre la pelle rendendola più bella e luminosa.

Di seguito scriverlo le proporzioni da prendere. Se vuoi conservare una quantità maggiore basta prendere il doppio o il triplo delle quantità.

Ecco quali sono gli ingredienti:

  • 1 cucchiaio di riso bianco. Riso bianco è il primo ingrediente della nostra maschera sbiancante della ricetta giapponese. Metti un cucchiaio di riso bianco in un barattolo di vetro.
cucchiaio di riso bianco
Prendi un cucchiaio di riso bianco e mettilo all’interno di un barattolo di vetro. Il barattolo deve avere il coperchio.
  • 1 bicchiere d’acqua. Aggiungi al riso un bicchiere non troppo grande d’acqua e lasciare in posa per 12-24 ore. L’acqua deve diventare bianca.
un bicchiere d'acqua è il secondo ingrediente della maschera sbiancante
Prendi un bicchiere d’acqua naturale e versa nel barattolo con il riso. Lascia in posa fino a quando l’acqua non diventerà bianca (12-24 ore).
  • Filtrare l’acqua. Una volta che l’acqua è diventata bianca devi filtrare l’acqua di riso, la userai per fare la maschera.
filtrare l'acqua di riso
Una volta che l’acqua è diventata bianca devi filtrarla. Questa acqua di riso sarà usata per creare la maschera sbiancante
  • Sapone Dove – Colomba. Il terzo ingrediente della maschera sbiancante è il sapone solido Dove – Colomba.
sapone-dove-colomba-solido
Sapone Dove Colomba è un’altro ingrediente della maschera sbiancante, lo trovi in qualsiasi supermercato.
  • Scaglie il sapone. Prendi una grattugia con i fori piccoli e grattugia il sapone. La quantità da grattugiare – 3 cucchiai pieni.
sapone-dove-grattugiato
Prendi la grattugia piccola e grattugia sapone Dove.
  • Amido di mais. Amido di mais insieme al riso sono due degli ingredienti molto usati dalle donne giapponesi per fare la cura della pelle. Dunque è naturale che il quarto ingrediente della maschera sbiancante giapponese sia l’amido di mais. Prendine un cucchiaio.
amido-di-mais
Il quarto ingrediente della maschera sbiancante è l’amido di mais. Prendine un cucchiaio
  • Latte. Il quinto ingrediente della maschera sbiancante è il latte. Puoi prendere il latte liquido o in polvere, come preferisci. Ti serviranno 3 cucchiai.
latte-maschera-sbiancante
Quinto elemento della nostra maschera sbiancante è il latte. Puoi prendere quello in polvere oppure liquido, come preferisci.
  • Succo di limone. Il quinto ingrediente della maschera sbiancante è il succo di 1/2 limone.
succo-di-limone-maschera-sbiancante
Prendi un limone della grandezza media e taglialo a metà. Spremi il succo di mezzo limone.
  • Mescolare tutti gli ingredienti. Metti tutti gli ingredienti in un pentolino e mescola bene fino ad ottenere una consistenza omogenea.

Potrebbe interessarti anche: 10 dettagli nel look che ti fanno sembrare più vecchia.

  • Mettere sul fuoco lento. Metti il pentolino sul fuoco lento e continua a mescolare fino a quando la consistenza non diventi cremosa.
ingredienti-maschera-sbiancante-
Metti tutti gli ingredienti in un pentolino e mescola bene. Poi metti il pentolino sul fuoco lento e continua a mescolare fino ad ottenere una consistenza cremosa.
  • Lasciare raffreddare. La maschera sbiancante giapponese è quasi pronta! Una volta raggiunta la consistenza cremosa spegni il fuoco e lascia raffreddare la tua maschera.

Bevi molto durante il giorno e ti piace sempre avere la bottiglia dell’acqua con te? Acquista la bottiglia per l’acqua con un disegno simpatico.

  • Lava bene il viso. Lava bene il viso prima di mettere la maschera sbiancante. Spalmala in modo omogeneo sul viso e lascia agire per 15-30 minuti.
maschera-sbiancante-contro-macchie
Una volta è pronta la maschera spalmala sul viso uniformemente e lascia agire per 15-30 minuti.
  • Togliere la maschera. Dopo la la scadenza del tempo di posa togli la maschera con una spugna morbida e sciacqua il viso dapprima con l’acqua tiepida, per eliminare i residui, e poi con l’acqua fresca per tonificare la pelle.
togli-maschera-sbiancante
Togli con una spugna morbida la maschera e sciacqua il viso dapprima con acqua tiepida e poi con acqua fresca
  • Acqua di rose. Spruzza sul viso l’acqua di rose per tonificare e idratare la pelle.
spruzza-acqua-di-rose-dopo-maschera-sbiancante
Dopo aver sciacquato bene spruzza sul viso l’acqua di rose per idratare e tonificare la pelle
  • Mettere l’olio naturale. Il tocco finale! Metti l’olio per il viso sulla pelle ancora umida e fai un leggero massaggio fino all’assorbimento completo dell’olio.
spalmare-olio-sul-viso
Sulla pelle ancora umida spalma l’olio per il viso e fai un leggero massaggio.
  • Conservare la maschera. Sicuramente ti è avanzata la maschera sbiancante che hai preparato, puoi conservarla nel frigo in un barattolo con un coperchio. Puoi usare un barattolo di qualche crema finita oppure prendi uno di quei barattoli per alimenti.
conservare-maschera-sbiancante
Puoi conservare il prodotto che ti è avanzato nel frigo mettendolo dentro un barattolo di qualche crema finita.

Potrebbe interessarti anche questo articolo: 7consigli per avere la pelle perfetta ad ogni età.


Foto: Pixabay, Shiny Diamond, cottonbro, Ron Lach, Alex Green, Bilguun Bayarma, Elif Tekkaya, Klaus Nielsen da Pixels

Dimagrire camminando – programma di 4 settimane

Scopri il programma di 4 settimane per dimagrire camminando

Scopri perché devi camminare per dimagrire

Se vuoi dimagrire ma non hai mai fatto nessuna attività fisica allora è meglio non buttarti a capofitto in palestra sugli attrezzi, potresti fare peggio che meglio! Inizia con una bella camminata. Camminare di mattina a passo spedito rilassa la mente, toglie il nervoso e alza l’umore. Continua a leggere e scoprirai il programma di 4 settimane per dimagrire camminando.

Quando una persona si muove poco l’organismo diventa pigro e poco sensibile alle proprie esigenze e finisce di mangiare troppo non tanto per il fabbisogno vero ma quanto per inerzia e noia. Ti è capitato di mangiare per noia?

Dimagrire camminando è il metodo più naturale che esiste, perché camminare è l'attività naturale dell'essere umano
Camminare regolarmente ti farà dimagrire di più e con meno fatica rispetto alle estenuanti allenamenti in palestra.

Stato ormonale del organismo

L’attività sportiva regolare cambia lo stato ormonale dell’organismo. Le donne che praticano regolarmente attività fisica hanno il livello di ormoni responsabili della comparsa del appetito più basso.

Introducendo l’attività fisica nella tua vita potrai migliorare il tuo benessere generale. Perché la camminata normalizza il lavoro di tutti sistemi e organi: normalizza la pressione arteriale, abbassa il livello di colesterolo nel sangue, migliora la secrezione dell’insulina.

Venasal - Integratore per Circolazione, Vene e Capillari
Venasal – Integratore per Circolazione, Vene e Capillari
32,00 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it

Il moto attivo aiuta a regolare il lavoro del sistema nervoso, cardiaco, respiratorio e digestivo. Tutto l’organismo inizia a lavorare in modo più efficace. Ma voglio subito precisare che non c’è bisogno di affaticarsi troppo. Attività fisica deve iniziare piano piano e devono svolgersi in armonia con il vostro fisico. Non c’è bisogno di violentare se stessi.

Stai semplicemente facendo delle passeggiate!

Prima Settimana del programma “dimagrire camminando”

Alzati e cammina!

Iniziare è sempre difficile ma è impossibile, basta volerlo. Nella prima settimana del programma “Dimagrire camminano” di 4 settimane, esci di casa 5 minuti prima. Non prendere l’ascensore, non ti serve! Scendi per le scale tranquillamente, senza fretta. Fai un giro per il quartiere, respira l’aria fresca, cammina verso la fermata del autobus o torna verso la tua macchina. Senza accorgertene hai già fatto almeno 500 passi! Come minimo. Quando ti rechi al lavoro con l’auto, cerca di parcheggiare più lontano, in questo modo aggiungerai altri 200-400 passi.

dimagrire camminando-programma di 4 settiname
Se puoi cerca di non usare la macchina per andare al lavoro, vai a piedi oppure parcheggia lontano per avere la possibilità di camminare

Alcuni lavori non richiedono la presenza costante, se questo è anche il caso tuo puoi approfittarne per andare a rinfrescare le idee camminando fuori, fai un giro intorno al palazzo e torna in ufficio e hai fatto altri 400-500 passi!

Se invece uscire durante l’orario di lavoro non è possibile perché da te non si usa così, allora potresti camminare avanti e indietro nel tuo ufficio o per i corridoi. L’importante è camminare.

Lozione d'Urto Anti-Cellulite - Azione Fresco
Lozione d’Urto Anti-Cellulite – Azione Fresco
35,00 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it

Durante l’ora di pranzo

Prendi l’abitudine di camminare durante l’ora di pranzo. Scegli la destinazione lontano dal ufficio e vai a camminare. I primi 3-4 minuti cammina tranquillamente, senza fretta farai attorno ai 500-600 passi. Poi inizia a camminare in modo leggermente più veloce, come se avessi un po’ di fretta. Cammina in questo modo finché non compare un leggero affanno. A questo punto ritorna a camminare con il passo tranquillo, se è necessario fermati e riprendi il fiato. Ricordati che devi respirare! Altri 5-7 minuti e hai già fatto almeno 1400 passi!

A questo punto puoi tornare al lavoro con un passo lento e rilassato e con il senso del dovere compiuto!

Dopo il lavoro fai una passeggiata per le strade della tua città, 15 minuti con il passo veloce oppure 1 ora con un passo lento, scegli te. In questo modo hai altri 1500 passi sul tuo conto.

Totale passi giornalieri fatti: 1500-3000 passi.

Seconda Settimana del programma “Dimagrire camminando”

Continua a camminare!

Sei giunta alla seconda settimana del programma di 4 settimane. Continua a uscire di casa 5 minuti prima, fai la solita passeggiata nel quartiere. I primi 100 passi cammina alzando e abbassando lentamente il mento (questo esercizio stimola la tiroide), poi aumenta il ritmo della camminata. Se è necessario fermati e riprendi il fiato. Poi entra nel tuo palazzo, prendi l’ascensore e sali fino all’ultimo piano e poi scendi a piedi ed esci dal palazzo (altri 200 passi).

Dimagrire camminando - programma di 4 settimane
Quando prenderai l’abitudine di camminare prova salire e scendere le scale senza prendere l’ascensore. Se compare l’affanno fai la pausa e riprendi

Se il tuo posto di lavoro non è lontano vai a piedi, altrimenti parcheggia l’auto un po’ più distante e camminando verso il lavoro fai tutte le telefonate che devi fare. In questo modo avrai fatto altri 100 passi.

Durante l’ora di pranzo vai a fare una passeggiata al centro commerciale, cammina per i corridoi, prova dei vestiti e cammina di nuovo. Non importa che compri nulla, sei lì per un altro scopo. In questo modo hai già fatto almeno 3500 passi.

Gel Gambe Microcircolo Venugem - Kosmika
Gel Gambe Microcircolo Venugem – Kosmika
23,00 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it

Dopo il lavoro

Dopo il lavoro fai una camminata respirando profondamente. I primi 4 minuti con un passo lento, poi altri 5 minuti con un passo veloce, poi torna a camminare con il passo tranquillo. Ma non dimenticare di respirare e quando è necessario fermati e riprendi il fiato. Respirazione è molto importante, non devi mai avere problemi con la respirazione. In questo modo hai fatto almeno altri 500 passi.

Dimagrire camminando - programma di 4 settimane
Dopo il lavoro fai una bella passeggiata, ti farà dimenticare i problemi di lavoro e farà rilassare il tuo sistema nervoso.

La sera

Invece di sdraiarsi sul divano dopo aver cenato a guardare un’ennesima puntata di qualche inutile soap opera, esci a fare una camminata insieme alla tua famiglia, al tuo marito e i tuoi bambini. Una sana passeggiata prima di andare a letto gioverà a tutta la famiglia.

Se il tempo è brutto oppure, per qualche motivo non puoi uscire di casa la sera, puoi camminare per il salotto durante le pause pubblicitarie.

Alla fine della giornata hai sul tuo conto 12 000 passi, direi un bel risultato!

Olio corpo tonificante
Olio corpo naturale super tonificante – Olio di canapa bio profumata e zenzero. L’olio essenziale di zenzero , naturale antinfiammatorio, aiuta la naturale rigenerazione cellulare e il suo aroma speziato allevia la sensazione di stanchezza, con l’aiuto dell’olio di buccia di limone e lavanda. Raccomandato anche come idratante profumato per la gravidanza.

Terza Settimana del programma “Dimagrire camminando”

Sei sulla buona strada!

La terza settimana del programma di 4 settimane delle camminate è iniziata! A questo punto inizia a svegliarti 15 minuti prima e dopo aver fatto tutte le procedure esci di casa per la tua passeggiata mattutina.

Passeggiata da sola o con i colleghi durante l’ora di pranzo dove più ti piace: al parco, lungo mare, attorno al centro commerciale etc. Dovresti camminare 15-30 minuti con il solito ritmo alternato che ormai conosci bene. Puoi ascoltare della musica mentre cammini ma ricordati che deve essere allegra, ritmica e non lagnosa e lenta. La musica grintosa ti aiuterà ad avere l’umore giusto e il ritmo adatto alla camminare.

Dimagrire camminando - programma di 4 settimane
Invece di rimanere in ufficio allora di pranzo esci e vai a fare una passeggiata lungo il fiume o al mare, o per il centro della città. Oltre a dimagrire ti farà riposare anche mentalmente e dopo avrai più energia e freschezza mentale.

Dopo il lavoro devi fare la spesa e andare a prendere i figli? Bene! Puoi usare il tragitto per aggiungere al salvadanaio altri passi. Fai il giro in più attorno al supermercato, guardi le vetrine, osservi la gente e intanto il conteggio dei passi cresce. Se è possibile sali e scendi da un piano all’altro del supermercato a piedi, usando le scale.

Dopo cena

Al posto del dessert dopo cena fai una bella camminata. Inutile dire quanto questo gioverà alla tua salute e silhouette. Venti minuti della camminata possono bastare. Ma se non hai resistito e hai mangiato il dolce allora dovresti camminare un’ora con un passo spedito.

Credo che sceglierai venti minuti con il passo tranquillo senza il dessert…

"Circularom" Forte Gambe Leggere - Integratore Alimentare
“Circularom” Forte Gambe Leggere – Integratore Alimentare
17,90 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it

Prima di andare a fare la doccia guarda se tutte le cose in casa sono in ordine. No, non devi fare le pulizie di notte! Dovresti solamente passare a setaccio le stanze mettendo le cose a posto, in questo modo fare altri passi che si aggiungeranno a quelli già fatti.

In questo modo hai fatto i tuoi 14 000 passi anche oggi!

Quarta Settimana del programma “Dimagrire camminando”

Fine della corsa? O meglio della camminata…

Sei giunta alla quarta settimana del programma. Alzati 20-30 minuti prima. La solita passeggiata nel quartiere, sali con l’ascensore fino all’ultimo piano e scendi a piedi. Prima di entrare al lavoro fai la passeggiata attorno all’ufficio.

All’ora di pranzo la solita passeggiata con il ritmo alternato ma con una leggera variazione: primi 5 minuti con la velocità massima ma senza mai mettersi a correre, poi rallenta il passo ma non troppo e cammina così altri 5 minuti. Poi altri 10 minuti con un ritmo tranquillo. Non dimenticare di complimentarti con te stessa, te lo sei meritata!

Dimagrire camminando - programma di 4 settimane
Camminare è l’attività tipica dell’uomo ed è quella più adatta di qualsiasi altra per dimagrire. Assecondando la natura raggiungerai il tuo peso-forma più facilmente e senza fatica

Prima di uscire dal lavoro cammina sulle scale su e giù per alcuni minuti e poi ancora 10-15 minuti fuori, all’area aperta.

La sera dopo cena la solita passeggiata e la messa in ordine della casa (in casa c’è sempre qualcosa che non è in ordine).

Così alla fine della giornata sul tuo conto ci sono 16 000 passi! Complimenti! Lo hai fatto!

Coq10, Magnesio e Biancospino Complex
Coq10, Magnesio e Biancospino Complex
29,50 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it

Conclusioni – questo è solo l’inizio!

Hai fatto 4 settimane di programma “Dimagrire camminando” e spero che ci hai preso gusto. A questo punto, se hai seguito tutti i consigli, hai appreso delle nuove abitudini salutari e hai perso qualche chilo. Se il tuo peso è rimasto invariato, cosa molto improbabile, allora dovresti verificare dove potrebbe essere il problema:

  • cibo troppo ricco di carboidrati semplici (pane, pasta, pizza, riso bianco, biscotti, cereali, zucchero, miele etc.);
  • troppi grassi nel cibo (sopratutto grassi trans che si trovano nei cibi pronti e nel fast food);
  • le ore di sonno troppo poche;
  • dieta troppo povera di proteine (il nostro organismo ne ha bisogno sopratutto quando fa gli sforzi fisici, per non perdere la massa muscolare devi regolarmente assumere i cibi proteici: fagioli, carne di tutti i tipi, uova, bacon);
  • patologie in corso di tipo endocrino che impediscono il dimagrimento naturale.

I primi tre punti sono abbastanza facili da verificare, basta essere onesti con se stessi. Nell’ultimo punto invece la situazione è più complessa. Se hai dei sospetti di avere dei problemi ormonali è meglio fare le analisi e dei controlli dallo specialista. Vai dal tuo medico e fatti prescrivere degli esami da fare per sapere con certezza di avere o no i problemi di salute che possono causano il sovrappeso.

Dimagrire camminando - programma di 4 settimane
Il corpo ama essere sano e se lo metterai in condizioni di volere essere sano, non farà nessuna resistenza al dimagrimento

Dovresti sapere che…

Ci sono altre due cose che devi sapere.

  1. Quando c’è del peso in eccesso l’organismo tende ad accumulare anche i liquidi (la famosa ritenzione idrica). Può darsi che hai perso il peso, dopo aver fatto tutti quei passi, ma il risultato non si vede perché il gonfiore lo copre. Le donne tendono a trattenere l’acqua sopratutto in prossimità del ciclo. Se sei vicina al ciclo, prima di disperarti per l’assenza di risultato, aspetta qualche giorno e continua a camminare. L’acqua non è il grasso, si trattiene facilmente ma va via altrettanto facilmente. Normalmente dopo il ciclo la ritenzione idrica diminuisce spontaneamente. Quindi è consigliabile iniziare il programma “Dimagrire camminando” di 4 settimane subito dopo il ciclo.
  2. Dopo aver fatto tante camminate è probabile che i tuoi muscoli delle gambe si sono rafforzati. I muscoli pesano sempre di più rispetto al grasso, pertanto potresti essere dimagrita ma sulla bilancia non si vede. Dovresti misurare i tuoi risultati non solo sulla bilancia ma anche con il metro. Misura la circonferenza dei fianchi, del seno e del punto vita e fissa i risultati su un foglio, dopo qualche mese potrai paragonare i tuoi progressi con orgoglio.

E adesso?

Il programma di 4 settimane per dimagrire camminando non finisce qui! L’inizio è stato dato, adesso tocca a te a proseguire per la tua strada! Con il tempo, se non è ancora successo, prenderai l’abitudine di camminare molto a piedi ed è molto probabile che vorrai fare altra attività fisica, è normale – il tuo corpo ci prende gusto nel sentirsi bene e sempre più in forma. Ma ricordati che non deve mai diventare uno stress, fai delle attività sportive che ti piacciono veramente come ad esempio nuoto, corsa in bicicletta, danza latino-americana, ginnastica posturale.

red-rose-style
Ti piace stile Minimal Chic? Acquista questi articoli qui.

Insomma, ci devi andare volentieri e devi uscire da lì con il sorriso. La tua mente e il tuo corpo devono percepire queste attività come qualcosa di estremamente piacevole. Dimagrire in questo modo sarà ancora più facile perché il tuo corpo non farà nessuna resistenza.

Forse ti è già capitato oppure lo hai sentito dire da qualcuno che in palestra si “ammazzava di fatica” per dimagrire ma alla fine non solo non dimagriva ma addirittura prendeva altro peso. Perché è successo? E’ semplice! Perché quella estenuante attività fisica viene percepita dal corpo e dal subconscio come uno stress enorme, come un attentato alla sopravvivenza e come conseguenza attivava le difese del organismo rallentando il metabolismo e quindi addio il dimagrimento! Pertanto se hai solo letto l’articolo per curiosità, ma vuoi dimagrire. Inizia subito dimagrire camminando con il Programma di 4 settimane!

(Se vuoi approfondire questo argomento leggi questo articolo. )

Ultima motivazione per dimagrire camminando

Ti sembra faticoso camminare? Pensa che una passeggiata di un’ora al giorno con il passo energico permette di consumare tanta energia che in un anno potrebbe diventare 30 chili di grasso!

Se hai letto l’articolo ma ancora non hai iniziato non aspettare troppo! Inizia da domani! Cambia la tua vita in meglio! E’ arrivato il momento di seguire il Programma di 4 settimane per dimagrire camminando!

Segui i tuoi bioritmi, scegli il tempo per le passeggiate che più ti piace ma cammina. Inizia piano piano e dopo aumenta il ritmo e il tempo. Non devi fare subito lo sportivo agonistico, non devi dimostrare niente a nessuno se non a te stessa. L’importante è iniziare e i risultati non tarderanno ad arrivare!

Leggi anche: Perché le diete non funzionano , Cosa mangiare per dimagrire e I nemici della salute della donna.


Per alcuni consigli ci siamo ispirati al libro del dietologo dr. A. Kavalkov, “Metodo del dr. Kovalkov – Vincita sul peso”.

Nel articolo sono state usate foto da Pixels dei fotografi: Daniel Reche, Sam Lion, Rachel Claire, Vanessa Garcia, Keira Burton, @thiszun, Ava Trifo.

Perché le diete non funzionano

Hai provato svariate diete ma non hai perso nemmeno mezzo chilo?

Hai fatto la dieta e avevi perso qualche chilogrammo ma dopo li hai ripresi con gli interessi… In questo articolo UltraBeauty spiega perché le diete non funzionano.

Forse non sai che nel nostro corpo esiste un ormone regolatore del peso corporeo, la leptina. Questo ormone esercita un ruolo fondamentale sul peso corporeo ma fino al 1994 era sconosciuto. E’ stato scoperto da Jeffrey Friedman, un ricercatore presso la Rockfeller University di New York.

Si è scoperto che la leptina viene prodotta dalle cellule adipose e aiuta a tenere il conto di quanti lipidi ci sono nel corpo. Questo ormone, prodotto dalle cellule, viaggia attraverso il flusso sanguigno finché non si connette con un’altra cellula, situata altrove nel corpo, facendole svolgere un’azione specifica.

Leptina – ormone contro obesità

La leptina è l’ormone principale del controllo del peso corporeo. Più hai cellule adipose, o più esse sono grandi, più leptina produci. Quando hai un alto livello di leptina nel tuo corpo, il tuo cervello riceve il messaggio che ci sono molti lipidi nel tuo corpo, perciò smetti di avere fame. Se invece la leptina in circolo è pochissima: mangi di più.

Leggi anche “Nemici della salute della donna” .

Un corpo che funziona normalmente, nelle persone magre, è molto sensibile ai livelli di leptina così, il cervello manda il messaggio alla tiroide affinché produca più ormoni tiroidei, e questo fa accelerare il metabolismo. Inoltre, improvvisamente la persona non ha più voglia di alimenti dolci, ha più energia e brucia più calorie. Il cervello comincia controllare l’assunzione del cibo. Ogni volta che la persona con le funzioni ormonali normali mangia, il suo stomaco produce ormoni che indicano sazietà. Quando i livelli di leptina sono alti, il cervello diventa molto più sensibile a questi ormoni e la persona si sente sazia molto prima.

Persone naturalmente magre

Spesso le persone naturalmente magre sono attive e hanno molta energia. Qualche volta mangiano molto e le altre restano quasi a digiuno per tutto il giorno. Il motivo per cui una persona magra non finisce il suo pranzo dipende dal fatto che la sua chimica è diversa. Il suo cervello è più sensibile ai messaggi del suo stomaco. La leptina ha cambiato l’equilibrio ormonale del suo organismo facendola sentire sazia molto prima e permettendole di bruciare più calorie durante la giornata. Quello che viene chiamato “metabolismo veloce“.

Leggi anche “Nemici della salute della donna”.

Scoperta dei ricercatori perché diete falliscono

I ricercatori hanno scoperto che le persone in sovrappeso hanno i livelli alti di leptina, ma non perdono peso. Perché? E’ semplice! Le persone obese e sovrappeso hanno la resistenza alla leptina.

Ciò significa che il cervello non ascolta più l’ormone leptina e questo equivale a non averla più. A questo punto si diventa sempre più grassi! Le cellule non riescono più a rispondere al messaggio della leptina.

A causa della resistenza alla leptina, anche se hai un peso in eccesso di 25, 50 o 95 chili il tuo cervello pensa che in corpo hai un livello di grassi pari a zero. Quindi, il tuo cervello ti costringe a mangiare una grande quantità di cibo grasso e ipercalorico, per accrescere il livello dei grassi corporei. Dopo, quando hai ingerito questi cibi, il tuo corpo fa in modo che ogni grammo di cibo in più che hai mangiato, al di là del fabbisogno reale, venga immagazzinato sotto forma di grasso.

Il tuo organismo sta solo cercando di farti raggiungere il livello salutare, anche se in realtà lo hai già superato da un po’. La resistenza alla leptina è uno dei motivi perché le diete non funzionano.

La resistenza alla leptina è un incubo per chi vuole dimagrire. Nel mondo contemporaneo la resistenza alla leptina stanno vivendo milioni di persone in tutto il mondo.



Come alzare l’interruttore della leptina

La resistenza alla leptina è un fattore evolutivo degli umani, concepito per aiutare ad aumentare il peso per motivi di sopravvivenza, quando la quantità di cibo era scarsa e le condizioni climatiche molto rigide. Il grasso è la difesa naturale del corpo contro gli inverni freddi e le carestie.

Patire la fame o trascorrere le giornate al freddo sono tipi particolari di stress, che innescano specifici schemi chimici nel organismo che portano il cervello ad essere resistente alla leptina, costringendo il corpo a ingrassare.

Anche se non ci dobbiamo più preoccupare di carestie e congelamento, ci resta ancora lo stress. Oggi ci sono molti tipi di stress di quanti non ce ne fossero un tempo:

  • stress mentale;
  • le esperienze emotive traumatiche;
  • le tossine;
  • i farmaci infiammatori;
  • gli alimenti troppo lavorati;
  • i disturbi del sonno;
  • la dieta ipocalorica;
  • alimenti GMO.

Tutti questi fattori possono provocare dei mutamenti ormonali nel organismo pari a quelli di una carestia. Il cervello viene ingannato e attiva il programma di sopravvivenza della resistenza alla leptina. In pratica, gli stress della vita moderna attivano nel organismo il programma di auto conservazione che stimola l’aumento di peso corporeo. Così, quando ti svegli ogni giorno odiando il tuo lavoro o vivendo un rapporto personale distruttivo, il tuo organismo riceve dei segnali di stress e sviluppa con il tempo la resistenza alla leptina ed ecco perché le diete non funzionano. Non riesci a perdere peso anche con la dieta più rigida e restrittiva e quel poco che perdi, ritorna con gli interessi poco dopo.

Perché le diete non funzionano

Una volta compresa la resistenza alla leptina capiamo perché le diete non funzionano. La dieta restrittiva imita uno stato di carestia. Obbligando l’organismo patire la fame e combattendo contro ogni voglia alimentare, stai ricreando nel tuo organismo la stessa condizione della vera fame. In questo modo si attiva il programma di sopravvivenza, tu diventi resistente alla leptina. Come conseguenza, hai sempre fame, senti la stanchezza continuamente e fai fatica a fare qualsiasi movimento fisico finendo di detestare l’esercizio fisico.

Cosa fare se diete non funzionano

Come abbiamo già detto, oggi ci sono molti tipi di stress cronici che possono provocare la resistenza alla leptina e mettersi a dieta non fa che peggiorare la situazione. Dunque, come è possibile uscire da questo circolo vizioso?

Ecco l’elenco di alcune regole fondamentali che ti aiuteranno a diminuire lo stress quotidiano:

Mangia sano

Scegliere di mangiare i cibi “veri”. Quali sono? Tutto il cibo reperibile naturalmente nella natura sarebbe nutriente e non provocherebbe l’infiammazione o picchi eccessivi di zuccheri nel sangue. Nel cibo vero sono inclusi proteine derivate da animali allevati a regime biologico, noci e semi crudi, vegetali a foglia verde, verdure, frutta ed erbe.

Leggi anche “Cosa mangiare per dimagrire

Dormi bene

Sonno regolare. Dormire almeno 8 ore al giorno. Gli scienziati hanno trovato la correlazione tra le ore di sonno e la corporatura della persona: meno una persona dorme, più è robusta! C’era un punto critico nelle loro ricerche: dormire meno di 6 ore per notte era marcatamente collegato all’obesità.

Inoltre hanno scoperto che le persone che cercano di dimagrire perdono il doppio dell’adipe quando dormono bene una notte intera. E’ stato scoperto che dormire meno di 6 ore per notte fa aumentare i livelli di grelina, innescando la fame e rallentando il metabolismo, inoltre riduce la sensibilità alla leptina e all’insulina. Ma c’è dell’altro! E’ stato dimostrato che tagliare le ore al sonno scatena ben più che un aumento di peso. Hanno scoperto che le donne che dormivano meno di 5 ore in genere avevano il 45% di possibilità in più di subire un infarto miocardico, rispetto alle donne che dormivano 8 ore di fila.

Il sonno sostiene lo stato di salute di tutto l’organismo. Ma quando ti privi del sonno il tuo corpo si sottopone a uno stato di stress cronico. Il corpo rilascia l’ormone dello stress cortisolo che attiva i programma di difesa, e comincia ad andare in modalità accumulo cronico di grasso.

Fai il movimento

Fare l’esercizio fisico. Se hai molti chili in più l’esercizio fisico per te diventa molto faticoso e passa la voglia di fare qualsiasi tipo di sport, ma ho una buona notizia per te! Ottimo modo per dimagrire senza morire di fatica in palestra è semplicemente camminare. Si, hai letto bene!

Passeggiare fa benissimo alla salute. Inizia con una mezz’ora di camminata al giorno e vedrai che ti sentirai molto meglio e, se camminerai con costanza, inizierai a dimagrire. Alla sana camminata all’aria aperta sarà dedicato un articolo a parte, qui mi limito soltanto di dire che si può benissimo dimagrire camminando, senza “ammazzarsi” in palestra.

Leggi anche “Come dimagrire camminando – programma di 4 settimane

Elimina lo stress

Elimina fonti di stress. Esamina cosa ti fa arrabbiare durante la giornata e cerca di eliminare la fonte di stress, se è possibile. Se hai un rapporto logoro che si protrae da tempo ma non ha un futuro – taglia! Non porterà a nulla se non a farti ingrassare ancora di più. Se non puoi eliminare lo stress per qualche motivo -trova una soluzione per te accettabile. Ad esempio, se hai un lavoro che detesti ma non puoi attualmente cambiarlo, allora cambia la tua visione del lavoro, trova dei lati positivi oppure chiedi di cambiare il reparto (ufficio, ruolo), cerca di non prendere tutto troppo sul personale, sii distaccato. Il tuo lavoro non è tutta la tua vita. è solo un modo di guadagnare. In seguito potrai cercare una valida alternativa ma per ora prendila con leggerezza. Ricordati che stress ti fa ingrassare è uno dei perché le diete non funzionano.

Potresti leggere anche “Quando è meglio lasciarsi

Creatività nel tempo libero

Trovati un hobby. Fare un’attività piacevole attiva gli ormoni della felicità e spegne gli ormoni di stress. Inoltre, quando siamo impegnati nelle attività piacevoli ci dimentichiamo di tutto il resto del mondo, compreso il cibo. Tuo hobby un giorno non potrà diventare una fonte di guadagno o, addirittura un vero lavoro. Perché no?!

Leggi anche “L’importanza di avere un hobby

Rilassa la mente

Medita. Benefici della meditazione sono enormi e magari dedicherò alla meditazione un articolo a parte. Qui basta dire che per sperimentare i benefici della meditazione, all’inizio basta trovare una musica rilassante, sedersi su una sedia comodamente e rilassarsi con gli occhi chiusi. Bastano anche 15-20 minuti. Puoi trovare delle meditazioni guidate gratuite su YouTube. Se non vuoi la musica, siediti in silenzio e cerca di non pensare a nulla, soprattutto ai problemi. Meditare due volte al giorno porta importanti benefici, lo scoprirai molto presto se dedicherai del tempo alla meditazione.

Potrebbe interessarti anche questo articolo “Affermazioni positive



Le diete non funzionano? Adesso sai perché

Dunque, adottare una dieta restrittiva e contare le calorie non serve a niente. Bisogno cercare piuttosto di mangiare i cibi sani e naturali nella quantità che il vostro organismo richiede. Forse la perdita di peso non sarà così immediata ma con il tempo, quando alcuni tipi di stress saranno affrontate, la tua chimica del organismo cambierà e scoprirai che i cibi spazzatura non ti attirano più. Al contrario, sentirai il desiderio di cibi sani e altamente nutritivi.

Nel giro di qualche mese, non sarai più così affamata e svilupperai abitudini alimentari più sane. Perché l’obiettivo da puntare non è il dimagrimento ma il benessere!

Quando il corpo stesso vuole essere magro, il dimagrimento avviene più facilmente. Ma per arrivare a questo punto può volerci del tempo. Armati di pazienza se vuoi avere i risultati e sii costante. Sappi che quando arrivi al punto in cui il tuo corpo vuole liberarsi dal peso in eccesso, perderlo diventa automatico.

Inizia da dentro

Vero dimagrimento inizia da un lavoro interiore. Regolando gli squilibri chimici del corpo cominciando dagli stress mentali ed emotivi, comincerai a compiere le scelte alimentari sane in modo naturale. In questo modo il tuo organismo diventerà più sensibile alla leptina e ad altri ormoni liporegolatori. Diventerai come le persone naturalmente magre, avrai molta più energia e manterrai stabile il tuo livello di zuccheri nel sangue per molte ore, passando lunghi periodi di tempo senza cibo e senza sentire la fame, il tuo senso di sazietà comparirà molto prima.

Leggi anche “Perché le coreane non ingrassano.

Ecco perché le diete restrittive non funzionano, perché non tengono conto di una complessa chimica del organismo umano pensando che basta una primitiva restrizione calorica per perdere il peso. Adesso sai che le diete apportano ulteriore stress alla tua vita.

Vivi sano e sarai magra!

Leggi anche “10 trucchi per mangiare di meno”.


Alcune informazioni sono state prese dal libro di Jon Gabriel “Trasforma il tuo corpo usando la tua mente – Il metodo Gabriel”.

Disturbo del olfatto dopo coronavirus

Scopri cosa sia parosmia

Alterazione del olfatto, cure

Uno dei sintomi più comuni di coronavirus è la perdita dell’olfatto e viene utilizzato nella diagnosi della malattia. Nel 2020 è stato condotto uno studio che ha dimostrato che l’89% di coloro che guariscono dalla malattia riacquista la capacità di sentire di sentire gli odori entro un mese, mentre il resto delle persone non sente gli odori più a lungo. Disturbo del olfatto dopo coronavirus in alcuni casi, abbastanza rari, può diventare la parosmia.

Cos’è la parosmia?

La parosmia è una forte alterazione nella percezione degli odori, è un disturbo del olfatto.

La maggior parte delle persone con parosmia riferiscono che tutto ha un odore cattivo, se non addirittura orribile: i frutti emanano odore di sostanze chimiche e la carne spesso puzza di marcio, anche se è freschissima.

Potrebbe interessarti anche “Olio di canapa – proprietà e benefici”.

Che puzza! Disturbo del olfatto

Quasi tutti gli odori vengono percepiti in modo distorto. Forse, in un certo senso è meglio non sentire nulla che vivere per un po ‘in mezzo alla puzza di marciume immaginario!

A differenza della scomparsa degli odori, che si osserva dall’inizio della malattia, l’alterazione degli odori può durare più a lungo della malattia stessa. Secondo le statistiche, circa il 15% dei guariti del coronavirus sperimenta la parosmia. Disturbo del olfatto dopo coronavirus può protrarsi per diversi mesi causando disaggi percettivi olfattivi e di conseguenza psicologici. Diciamoci la verità, non è bello sentire continuamente una puzza terribile!

Parosmia. Come viene curata?

Il ritorno ad un normale senso dell’olfatto richiede il ripristino delle cellule nervose e questo richiede tempo. I farmaci che accelerano il processo non sono ancora stati inventati, sebbene in alcuni casi più gravi il medico prescriva gli steroidi.



Disturbo del olfatto. Cure naturali

Visto che la medicina tradizionale non ha trovato un rimedio valido, potremo ricorrere alla medicina alternativa, precisamente all’Aromaterapia. Potrebbe essere utile annusare gli odori che si ritengono, normalmente, gradevoli. Sono consigliati, in questo caso, gli oli essenziali come lavanda, teetree oil, eucalipto, rosmarino e limone, quali oltre ad avere un buon odore sono anche conosciuti per le proprietà curative e anti infiammatorie. Ma attenzione! Non provate ad annusare gli oli essenziali direttamente dalla boccetta!

Per fare l’aromaterapia prendete un diffusore di oli essenziali. In commercio si trovano per tutti i gusti e tasche. Mettete poche gocce all’interno del diffusore e cominciate l’aromaterapia. Sicuramente all’inizio sentirete poco o nulla, ma piano piano l’olfatto migliorerà sempre di più.

Leggi anche “Ginnastica respiratoria dopo coronavirus.


Foto di RODNAE Productions da Pexels

7 consigli per avere la pelle perfetta ad ogni età

Sette consigli fondamentali da seguire se vuoi avere pelle perfetta ad ogni età

Chi non vorrebbe avere la pelle perfetta? Ho raccolto per te questi 7 consigli per avere la pelle perfetta ad ogni età, che i migliori dermatologi del mondo danno ai propri clienti.

7 consigli fondamentali per avere la pelle perfetta ad ogni età:

1. Acqua solo tiepida

Si vuoi avere la pelle perfetta, ti consiglio di lavarsi e bere solo l’acqua a temperatura ambiente. All’inizio sentirai un po’ di freddo ma presto ti abituerai e la pelle ringrazierà. L’acqua fresca tonifica la pelle e ovviamente ti farà sembrare più giovane, tonica e bella.

2. Olio di cocco – olio della bellezza

Olio di cocco è uno dei prodotti migliori non solo per la pelle ma anche per i capelli. Spalma l’olio di cocco sulla pelle ancora umida, subito dopo aver fatto la doccia e tampona leggermente la pelle con l’asciugamano per togliere l’eccesso. La pelle diventerà morbida e setosa. Mettendo l’olio sulla pelle bagnata eviterai l’effetto unto e avrai la pelle idratata.

Puoi anche fare la maschera nutriente-idratante sia per il viso che per i capelli. Un’impacco di olio di cocco tenuto per almeno mezzora (meglio per tutta la notte) renderà i tuoi capelli più forti e lucidi. Dopo aver tolto l’impacco lava i capelli normalmente ma aggiungi un cucchiaio di bicarbonato di sodio nell’acqua che aiuterà ad eliminare l’eccesso di grasso dai capelli.

Leggi anche “Olio di cocco – benefici e usi

3. Lavati i denti prima della colazione

Questa regola sembra bizzarra ma ha il suo senso e ti spiego subito quale sia. Se tu pulisci i denti prima di fare la colazione – eviterai di mangiare, insieme al cibo, i batteri della bocca che inevitabilmente si formano durante la notte. Questo non gioverà soltanto alla tua pelle ma a tutto l’organismo che avrà meno pulizie da fare. Usa possibilmente un dentifricio naturale, sono più delicati e non contengono sostanze nocive.



4. Giorno di riposo per la pelle

Inutile dire che anche la nostra pelle ha bisogno di un po’ di riposo. Quindi concediti la pausa dal trucco almeno per un giorno a settimana. Durante quel giorno di relax fai qualche trattamento rilassante al viso, una maschera purificante o una maschera lenitiva, un leggero massaggio. E ricordati di non andare mai a dormire con il trucco – la pelle durante la notte deve riposare e respirare, sempre se vuoi avere la pelle bellissima.

Leggi anche “Trattamenti anti-età a casa

5. Usa il primer

Il primer (base) prima di maquillage aiuta a prevenire la disidratazione della pelle dovuta ai prodotti da trucco nelle pelli secche. Nelle pelli grasse grasse inoltre aiuta a prevenire l’ostruzione dei pori con le particelle del trucco che possono causare i brufoli.



6. Non stringere i denti

Se hai la brutta abitudine di stringere i denti dovresti subito smettere di farlo. Perché quando stringi i denti lo smalto si rovina. Inoltre i muscoli delle mascelle vengono contratte e dopo diversi anni rimangono in quella posizione contratta senza rilassarmi mai. Questo fa sì che si formano le rughe intorno alle labbra e la pelle delle guance scende giù. Il viso assume l’aspetto stanco e provato, la linea del volto perde la definizione, tipica dei visi giovani.

7. Crema idratante solo sulla pelle bagnata

Ti consiglio di mettere la crema idratante sul viso subito dopo averlo lavato. Già dopo solo un minuto lo strato sottile di acqua che si crea dopo il lavaggio inizia ad evaporare e la pelle comincia a seccarsi. Pertanto spalmare la crema sulla pelle ancora umida aiuta a mantenere l’idratazione e quindi prevenire la formazione delle rughe.

Leggi anche: Sopracciglia 5 errori del trucco che ti fanno sembrare più vecchia.

I figli delle stelle

Che aspetto potevano avere figli dei vip, se non si lasciavano ma mettevano su una famiglia

Non ti è mai capitato di pensare perché questo celebre coppie di star non hanno fatto i bambini e se li avrebbero fatti che aspetto potevano avere oggi? Giochiamo con le app a creare i figli delle stelle!

Johnny Depp e Kate Moss

Ti ricordi quando Johnny stava con Kate? Erano i mitici anni ’90 e loro erano giovani e folli! La coppia bella e dannata. Anche se si sono lasciati più di venti anni fa, rimangono una delle coppie più belle ed iconiche di quei anni.

Kate ha dei ricordi molto belli sul Johnny, in un’intervista ha detto:

” Nessuno è mai riuscito a prendersi cura di me. Johnny l’ha fatto per un po'”.

Quando erano insieme Moss firmava i contratti con le case di moda più importanti, era il suo periodo d’oro. Depp stava ottenendo dei ruoli importanti come “Deade Man“, “Don Juan de Marco“, “Ed Wood“. Johnny aveva già alle spalle un matrimonio con una truccatrice e diversi fidanzamenti con le attrici più o meno famosi: Sherilyn Fenn, Jennifer Grey, Winona Ryder e Juliette Lewis.

red-rose-style
Torna di moda lo stile Minimal Chic! Acquista qui i prodotti con questa splendida rosa rossa.

Kate e Johnny si sono incontrati al Café Tabac di New York, Johnny era avvolto dal fumo della sigaretta e intento a bere il suo whisky, indossava una giacca di pelle ed era irresistibile, lei era spettinata con un vestitino leggero e look leggermente selvaggio che la contraddistingue da sempre. Fu un colpo di fulmine? Chi può dirlo?! Ma la loro storia è durata quattro anni, dal 1994 fino al 1998.

Leggi anche “Alice Cooper ha difeso Johnny Depp”

Dopo essersi separati entrambi hanno voluto costruire relazioni durature. Lei con Jefferson Hack, uno dei creatori della famosa rivista “Dazed & Confused” e lui con la modella Vanessa Paradis. Entrambi hanno avuto i figli dalle loro relazione. Ma se avessero avuto i figli mentre stavano ancora insieme, che aspetto avrebbero avuto i loro bambini?

Figli delle stelle Johnny Depp e Kate Moss:

I figli delle stelle - Johnny Depp e Kate Mossa figli
Che aspetto avrebbero i figli della coppia celebre degli anni ’90


Brad Pitt e Jennifer Aniston

Brad e Jennifer sono stati insieme per sette anni, cinque dei quali da sposati. Per tutti era la coppia ideale prima che si sono lasciati. Non ci è dato sapere come si sono conosciuti ma correva l’anno 1998.

La coppia stellare aveva ufficializzato la loro storia comparendo insieme al concerto di Sting. In seguito si sono sposati nel 2000 e per un po’ erano considerati una delle coppie più felici di Hollywood. Finché lui non incontrò Angelina Jolie sul set di Mr. e Mrs. Smith. Sappiamo tutti come è andata a finire. Ma se Brad Pitt e Jennifer Aniston non si sarebbero lasciati, avrebbero potuti avere dei figli. Scopriamo che aspetto avrebbero potuto avere. Guardate quali bei bambini ha creato la App usando le foto delle due star, belli vero?

Figli delle stelle Brad Pitt e Jennifer Aniston:

Brad Pitt e Jennifer Anniston, figli delle stelle
Figli di Brad Pitt e Jennifer Aniston

Angelina Jolie e Billy Bob Tornton

Billy Bob Tornton era il secondo marito di Angelina Jolie. I due attori si sono innamorati sul set del film Pushing Tin nel 1999. Era un amore folle: i due indossavano le fiale del sangue uno dell’altro, si scambiavano la biancheria intima e concedevano dei comportamenti bizzarri.

Dalle foto che risalgono al tempo del loro matrimonio la Jolie sembra veramente innamorata, lo sguardo che forse non ha mai avuto per Brad Pitt.

Comunque il loro folle matrimonio durò solo due anni dopodiché i due si lasciarono. Lei si è data alla politica e alla beneficenza e ha perso quello scintillio negli occhi, diventando la classica icona di Hollywood. Billy Bob continuò la vita di prima, scrivendo la musica e lavorando nel mondo del cinema. In una delle interviste ha ammesso che non si è mai sentito abbastanza per Angelina e addirittura aveva un po’ paura di lei. Forse venti anni di differenza nell’età si faceva sentire o forse la Jolie era troppo folle nell’amore? Chi può dirlo. Ma se durante quel breve matrimonio invece di adottare il suo primo figlio, Angelina Jolie avrebbe deciso di avere un figlio o una figlia da Billy Bob Tornton?

Figli delle stelle Angelina Jolie e Billy Bob Tornton :

Angelina Jolie e Billy Bob Tornton e figli delle stelle
Figli creati dalla app di Angelina Jolie e Billy Bob Tornton

Keanu Reeves e Charlize Theron

Un’altra bellissima coppia erano Keanu Reeves e Charlize Theron. Prima di mettersi insieme i due attori avevano girato insieme due film: Avvocato del Diavolo nel 1997 e Sweet November nel 2001. La loro storia fu beve ma intensa, che durò tra il 2009 e il 2010.

Peccato che si sono lasciati, se la loro love story diventava un matrimonio potevano avere dei bambini bellissimi. Guardate cosa ci è uscito dal nostro sperimento.

Keanu Reeves e Charlize Theron, figli delle stelle

Tom Cruise e Nicole Kidman

Tom Cruise e Nicole Kidman, due attori holliwoodiani sono stati sposati per più di dieci anni. Era una delle coppie più ammirate e amate dal pubblico. Li chiamavano addirittura la coppia d’oro.

Si sono conosciuti nel 1989 su set di Giorni di tuono. Nicole Kidman all’epoca aveva 22 anni a un’attrice emergente. Tom Cruise invece aveva 27 anni ed era già un attore molto conosciuto. Dopo un anno di fidanzamento la coppia si è sposata nel 1990, il giorno della vigilia di Natale. Tom faceva già parte di Scientology.

Durante il loro matrimonio Nicole Kidman rimase incinta due volte, ma in entrambi i casi aveva perso il bambino. La coppia aveva adottato due bambini ma se Nicole avesse avuto la sfortuna nelle gravidanze da Tom Cruise che aspetto avrebbero avuto i loro figli?

Tom Cruise e Nicole Kidman, figli delle stelle
Figli della ex coppia Tom Cruise-Nicole Kidman

Ben Affleck e Jennifer Lopez

Bel Affleck e Jennifer Lopez hanno iniziato a frequentarsi nei primi anni 2000, annunciando il loro fidanzamento nel 2002. Durante la loro storia d’amore, hanno recitato insieme in due film, Jersey Girl e Gigli. La coppia aveva deciso di sposarsi nel 2003 posticipando di seguito le nozze e, nel 2004 si sono lasciati.

Dopo tanti anni escono fuori gli argomenti che avevano portato la coppia alla decisione di separarsi. La continua presenza di paparazzi, l’incredulità dei fun sulla loro storia d’amore fino, addirittura, alla dimostrazione dell’odio nei confronti di J. Lo e le offese razziste non potevano giovare al rapporto. Jennifer Lopez, dopo quasi 15 anni dalla rottura, disse in un’intervista che quella storia l’aveva svuotato dentro, le aveva tolto tante energie e addirittura l’autostima e che per riprenersi le ci sono voluti due anni.

Ricordiamo che Jennifer Lopez proviene dal Bronx, il quartiere più malfamato di New York, e ha dovuto lavorare sodo per arrivare dove è arrivata ma per le fun di Ben Affleck non era abbastanza, doveva essere bianca per stare con il attore preferito.

Se Jennifer Lopez si infischiava di tutti e convolava a nozze con Ben Affleck avrebbero potuto avere dei figli. Ecco cosa ci ha creato la App:

Ben Affleck e Jennifer Lopez, figli delle stelle
Figli di Ben Affleck e Jennifer Lopez

Edward Norton e Salma Hayek

Edward Norton e Salma Hayek iniziarono a frequentarsi nel 1999 e la loro storia durò fino al 2003. Non si sa moltissimo sulla loro relazione perché entrambi attori amano tenere la loro vita privata lontano dai riflettori.

Dopo la loro separazione Salma Hayek, in un’intervista all’Indipendent ha svelato come lei e Edward Norton hanno tenuto il loro rapporto lontano dalla stampa.

“Abbiamo fatto migliaia di cose e nessuno lo sa. La maggior parte di ciò che è scritto non è vero. Mi arrabbierei di più se prendessi il giornale e pensassi:”Oh mio Dio, come lo hanno saputo?”. E’ quasi come se avessi una vita parallela di cui nessuno è alla conoscenza.”

I due ex fidanzati sono rimasti in ottimi rapporti, tanto che Edward Norton sia stato sia al primo che al secondo matrimonio di Salma Hayek.

Giocando con la App abbiamo provato a creare i figli di Edward Norton e Salma Hayek e sono venuti bellissimi, non trovate?

Edward Norton e Salma Hayek, figli delle stelle
Figli dalla ex coppia stellare di Edward Norton e Salma Hayek

Justin Bieber e Selena Gomez

Quella di Justin Bieber e Selena Gomez è la ex coppia più giovane tra quelle che abbiamo visto oggi. Il oro primo appuntamento risale al 2010 quando sono stati visti insieme in un IHOP ( franchising di frittelle). Gomez all’epoca aveva 18 anni e Bieber 16 anni.

Dopo due anni di appuntamenti girano le voci sulla gravidanza di Selena Gomez. Poi seguono vari tira e molla e nel 2018 arriva la notizia definitiva sulla pausa della loro relazione tormentata, piena di colpi di scena, tradimenti, pause di riflessione e regali costosi.

Non sappiamo se la gravidanza di Selena Gomez era vera e cosa era successo veramente ma con l’aiuto della App abbiamo ipotizzato l’aspetto dei figli di Justin Bieber e di Selena Gomez.

Figli delle stelle Justin Bieber e Selena Gomez.

Justin Bieber e Selena Gomez, figli delle stelle
Ecco che aspetto avrebbero avuto i figli della coppia Bieber-Gomez

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo con gli amici e lascia un commento.

Leggi anche “Gioielli porta-fortuna secondo lo zodiaco

Sopracciglia – 5 errori del trucco che invecchiano

Come truccare le sopracciglia evitando questi 5 errori che invecchiano

Come truccare le sopracciglia per sembrare più giovane – 5 accorgimenti

Forse non lo sai ma le sopracciglia truccate adeguatamente e curate creano un viso armonioso e attraente. Quindi non devi assolutamente trascurare le tue sopracciglia! Sopracciglia sono la cornice degli occhi e sono molto importanti nella percezione del viso, scopri quali sono i 5 errori del trucco che ti invecchiano.

Le sopracciglia sono molto importanti nell’impatto generale che il viso crea nelle persone che ci guardano. Non a caso li definiscono la “cornice degli occhi”. Quindi se ti sei accorta che le tue sopracciglia hanno bisogno di una bella sistemata ma finora non hai mai utilizzato le pinzette, il rasoio e altri strumenti per le sopracciglia, è sempre meglio affidarsi agli specialisti della creazione e/o la correzione della forma delle sopracciglia. Una volta che lo specialista creerà la forma giusta alle tue sopracciglia, potrai fare il mantenimento anche da sola. Ma ricordati che ci sono i 5 errori che ti potranno far sembrare più vecchia e che dovresti evitare assolutamente.

Leggi anche: 7 consigli per avere la pelle perfetta ad ogni età.

Guardati allo specchio e osserva le tue sopracciglia 5 errori del trucco che ti invecchiano sono seguenti:

1. Matita troppo scura

Sopracciglia-5 errori del trucco che ti invecchiano-Angelina_joli_sopracciglia_no_si
Usare la matita o l’ombretto del colore troppo scuro è sbagliato perché invecchia

Il primo dei cinque errori di trucco che invecchia è quello di usare la matita per le sopracciglia troppo scura.
Evita di usare la matita o l’ombretto per le sopracciglia del colore molto più scuro rispetto alla tua tonalità naturale. Inoltre è sconsigliato di mettere il trucco in modo pesante ed uniforme.
Questo errore farà sembrare il tuo viso severo se non arrabbiato e lo sguardo stanco e provato.

Come devi fare? Il colore della matita deve essere di mezzo tono o al massimo un tono più scuro rispetto al tuo colore naturale delle sopracciglia. Per truccare le sopracciglia e farle sembrare molto naturali devi fare dei trattini leggerissimi  che imitano i peli.
Infine devi leggermente sfumare il tutto. Non disegnare mai le sopracciglia con una linea continua! A parte che non va più di moda ma crea un look volgare e per nulla naturale.

2. Lasciare le sopracciglia naturali ad ogni costo

Trucco sopracciglia
Ignorare il fatto che con l’età le sopracciglia si diradano e lasciarli “al naturale” ti farà solamente sembrare più vecchia.

Il secondo dei cinque errori di trucco che invecchia e il quale commettono molte donne è quello di ignorare il diradamento delle sopracciglia. Con il passare degli anni le sopracciglia come i capelli diventano progressivamente più radi, è un dato di fatto, non ci si può fare nulla. Forse non ci hai mai pensato prima ma il diradamento dei capelli e dei peli fa sembrare una donna più vecchia.



Se hai notato che le tue sopracciglia non sono folte come una volta allora è arrivato il momento di infoltirli. Puoi provare di rafforzare le sopracciglia con un prodotto naturale. Nel frattempo usa il trucco per infoltirli visivamente. Puoi usare l’ombretto in polvere per farle sembrare più folte.
Se invece vuoi avere un trucco più duraturo senza dover preoccuparti del trucco delle sopracciglia allora puoi optare per il trucco permanente. Le tecniche moderne di trucco permanente garantiscono un “infoltimento” pelo a pelo con un effetto molto naturale.

3. Sopracciglia bianche

Lady Gaga sopracciglia si o no
Non fare niente per le sopracciglia grigie o bianche è decisamente uno sbaglio che ti farà sembrare più vecchia.

Il terzo errore del trucco delle sopracciglia che invecchia è quello di lasciare le sopracciglia grigie o bianche.
Le tue sopracciglia sono diventati grigi o banchi come i tuoi capelli? Se vuoi sembrare più giovane devi fare assolutamente qualcosa!
Le sopracciglia bianche non si vedono e il tuo viso diventa incolore e anonimo, lo sguardo risulta spento. Inutile dire che con le sopracciglia bianche dimostri molti anni in più!
Cosa devi fare? Puoi fare il colore alle sopracciglia. Di solito lo fanno le parrucchiere ma puoi trovare dei kit di tinta per le sopracciglia anche nei supermercati grandi, nei negozi specializzati e nelle profumerie. 10 minuti di posa e sei più giovane di almeno 5 anni! Non è fantastico?! Il colore si fa una volta al mese circa.

4. Lasciare le sopracciglia selvagge

Sopracciglia - 5 errori del trucco che ti invecchiano
Uno dei 5 errori del trucco che ti invecchiano è quello di tenere le sopracciglia selvagge con un effetto monociglio.

Quarto errore che invecchia è quello di lasciare le tue sopracciglia incolte. Le sopracciglia troppo folte al pari passo con quelle rade ti invecchiano di 5-7 anni! La situazione si peggiora se si tratta di un monociglio, cioè se le tue sopracciglia si uniscono sopra il naso con la fitta peluria tipo Frida Kahlo.
Il viso con queste sopracciglia sembra molto severo e provato. Quindi via la correzione!

5. Sopracciglia sottili e a forma bizzarra

Sopracciglia-5 errori del trucco che ti invecchiano
Tenere le sopracciglia sottili come due fili oppure a girino non donano a nessuno e “regalano” al aspetto più anni.

Sopracciglia strane – è il quinto dei 5 errori che invecchiano. Le sopracciglia sottili come due fili oppure a girino, cioè con la testolina grossa e una codina sottile donano un aspetto comico al tuo viso e ti fanno sembrare più vecchia.
Se hai questo tipo di sopracciglia puoi correggerle con il trucco. Se non sei sicura di farcela da sola rivolgiti agli esperti: estetista di fiducia oppure all’operatrice di trucco permanente.

Architettura delle sopracciglia

Hai appena letto Sopracciglia – 5 errori del trucco che invecchiano e hai scoperto quali sono gli accorgimenti per sembrare più giovane. Ma se non sei sicura di essere in grado di dare la forma giusta alle tue sopracciglia sappi che esiste un servizio che si chiama “Architettura delle sopracciglia”. Questo servizio aiuta le donne come te ad avere le sopracciglia adatte al viso che risaltano gli occhi ed aprono lo sguardo. 



Non tutte le estetiste sono specializzate pertanto informati prima di sceglierne una. Esistono, addirittura, le figure professionali che si occupano solo ed esclusivamente di styling delle sopracciglia. E’ una professione molto diffusa begli Stati Uniti, tra i Vip ma piano piano sta prendendo il piede anche in Italia. Perché le celebrità sanno bene l’importanza delle sopracciglia e si affidano ai professionisti. Rivolgendoti ad un Architetto delle sopracciglia potrai sentirti una celebrità anche tu ma soprattutto potrai essere più sicura del risultato. Perché le sopracciglia curate e truccate accuratamente creano un viso armonioso e attraente e ti fanno pure sembrare più giovane di almeno cinque anni.

Articoli recenti

10 dettagli nel look che ti fanno sembrare più vecchia

Dieci errori da evitare che ti fanno sembrare più vecchia

I dettagli che fanno la differenza

Per una donna la bellezza è molto importante ed conservarla più a lungo è un desiderio del tutto normale. E’ possibile dimostrare meno anni seguendo alcuni consigli come sembrare più giovani, senza andare dal chirurgo plastico. Scopri 10 dettagli del look che ti fanno sembrare più vecchia e cerca di evitarli. Perché sono i dettagli che fanno la differenza.

Se ti dicessi che potresti sembrare più giovane dell’età che hai?  Alcuni piccoli accorgimenti fanno una grande differenza! Il taglio di capelli giusto oppure il trucco adatto all’età ti aiuteranno sembrare più giovane. Di seguito ti elenco i più comuni errori che invecchiano di almeno 5 anni. E’ proprio così! Scopri se anche tu commetti questi errori.

10 errori del trucco che ti fanno sembrare più vecchia

1. Trucco della palpebra inferiore troppo marcato

Trucco sbagliato che ti invecchia

Uno dei dettagli del look che ti fanno sembrare più vecchia è il trucco degli occhi troppo pesante. Truccare la palpebra inferiore dopo i 35 è sconsigliato in quanto il trucco in questa zona accentua le rughe e le occhiaie. Per far sembrare l’occhio più giovane è necessario truccare la palpebra mobile (superiore) e mettere in modo accurato il mascara. Se non vuoi o non puoi perdere troppo tempo per il trucco – potresti considerare di fare il trucco permanente per risparmiare il tempo e la fatica.
Una riga sottile (eye-liner grafico o infra-cigliare) sulla palpebra mobile metterà in risalto gli occhi e rinfrescherà lo sguardo.



2. Taglio di capelli “da vecchia”

10 dettagli nel look che ti fanno sembrare più vecchia
10 dettagli nel look che ti fanno sembrare più vecchia

Un’altro dettaglio che fa sembrare più vecchia è il taglio di capelli sbagliato. Ci sono alcuni tagli di capelli che invecchiano il viso indipendentemente dal possessore, si tratta di tagli di capelli che io chiamo “da vecchia” e sono quelli con la cotonatura di tutti i tipi, quelli con la piega complicata e difficile e con i boccoli troppo accentuati. Un taglio con effetto leggermente spettinato con le ciocche disordinati rendono il look più dinamico e quindi più giovane. 
Anche i tagli troppo geometrici dopo una certa età è meglio evitare, accentuano le borse sotto gli occhi e la linea del volto non più liscia. 
Chiedete al vostro parrucchiere di fare un taglio con le linee morbide che creino movimento e volume. 



3. Prodotti per maquillage con i texture perlati

10 dettagli del look che ti fanno sembrare più vecchia-ombretto perlato
Uno degli errori da evitare perché ti fanno sembrare più vecchia è ombretto perlato che accentua le rughe

Un’altro errore del look molto comune ma che fa sembrare più vecchie è quello di usare gli ombretti e la cipria perlati. I texture perlati sono belli ma bisogno stare attenti nel uso in quanto tendono ad accumularsi nelle rughe mettendoli in questo modo in evidenza. Per sembrare più giovani è meglio preferire i prodotti satinati e e ombretti matt.
L’unica eccezione può essere fatta per la zona delle sopracciglia. Una puntina del ombretto perlato chiaro sotto la curva del sopracciglio risalta la forma e rinfresca lo sguardo.



4. Le sopracciglia troppo sottili

10 dettagli del look che ti fanno sembrare più vecchia - sopracciglia sottili
Un’altro degli errori da evitare perché ti fanno sembrare più vecchia è quello di avere le sopracciglia sottili ti fanno sembrare una vecchia.

Quarto dettaglio del look che ti farà sembrare più vecchia è quello di avere le sopracciglia troppo sottili. Niente invecchia più delle sopracciglia eccessivamente depilate sopratutto se sono anche di una tonalità sbagliata. Andavano di moda negli anni ’90 e quindi creano effetto retro il che non ti farà sembrare di certo più giovane.
Stavano per tornare di moda nel 2018 ma per fortuna questa tendenza non ha preso il piede.
Se tu hai le sopracciglia sottili di tuo oppure le hai depilate eccessivamente in passato e adesso non ti ricrescono più allora
potresti correggere le sopracciglia con degli appositi prodotti oppure fare il trucco permanente correttivo.

10 dettagli nel look che ti fanno sembrare più vecchia-fondotinta troppo scuro-katy perry

5. Fondotinta troppo scuro

Il dettaglio che più degli altri ti fa sembrare più vecchia è il fondotinta troppo scuro.
Il fondotinta più scuro ti farà sembrare più vecchia, soprattutto se si nota la differenza tra viso, collo e decolté.
Al contrario il fondotinta di una tonalità più chiara rispetto alla tua pelle darà una maggiore luminosità al viso e ti farà sembrare più giovane.
Un altro consiglio, se vuoi apparire più giovane non esagerare con i raggi UV! Anche l’abbronzatura troppo forte ti invecchia.



6. Il biondo canarino

10 dettagli del look che ti fanno sembrare più vecchia - Capelli gialli - katy perry
10 dettagli nel look che ti fanno sembrare più vecchia – capelli gialli ti fanno sembrare una bambola e accentuano tutti i difetti del viso.

Il biondo di solito ringiovanisce perché dona al viso una maggiore luminosità ma solo se si tratta delle tonalità naturali del biondo. Il biondo con la tonalità del giallo canarino non solo ti farà sembrare più grande ma renderà il tuo look poco chic. 
Tieni ben presente il tuo colore originale di partenza perché se il tuo colore è troppo scuro ottenere un biondo platino  o un biondo miele è quasi impossibile. Tenderà sempre ad ingiallirsi o ingrigirsi il ché di certo non ti farà sembrare più giovane. 
Meglio qualche ciocca leggermente più chiara  qua e là piuttosto di una schiaritura troppo aggressiva ed innaturale. 



7. Troppi colori accesi sul viso

Un altro dettaglio del look che ti fa sembrare più vecchia è quello di avere il trucco troppo acceso. Se hai evidenziato gli occhi in modo importante cerca di non esagerare con il blush e il rossetto.
Evidenziare questi tre punti contemporaneamente ti faranno sembrare una bambola e pure non troppo giovane.

10 dettagli del look che ti fanno sembrare più vecchia - Trucco troppo pesante
Nicole-Kidman-Troppa cipria

8. Troppa cipria

Usare troppa cipria non è mai una buona idea ma dopo i 35 diventa fondamentale dosarla in quanto può farti sembrare più vecchia. Per una pelle giovane tendenzialmente grassa l’uso della cipria è fondamentale ma non lo è quando la pelle non è più giovanissima.
Con gli anni la pelle diventa più secca e disidratata e mettere la cipria aumenta la disidratazione peggiorando la situazione. Inoltre la cipria tende ad accumularsi nelle rughe accentuandoli.
Pertanto se la pelle è molto secca è sconsigliabile l’uso della cipria. Nel caso della pelle mista o grassa ma matura usa la cipria di una tonalità matte solo nella zona attorno al naso e mai sotto gli occhi o sulla fronte soprattutto se ci sono le rughe.

Leggi anche “Trucco da sera dopo 40 anni

9. Truccarsi come andava di moda anni fa

Errore molto comune che fa sembrare più vecchie è quello di non considerare i cambiamenti dell’età mentre si trucca.

Una donna matura sembrerà ancora più grande se continuerà a truccarsi come faceva quando era giovane.
Marcando troppo le labbra con la matita più scura, accentuando gli zigomi con il colore troppo acceso e truccando gli occhi con la matita nera non sfumata rischi di sembrare almeno 5 anni più vecchia. Usa la matita della stessa tonalità del rossetto.

10 errori del look che ti fanno sembrare più vecchia - Trucco degli anni passati
Le mesces a strisce ti invecchiano

10. Le meches con effetto zebra

L’ultimo dei 10 dettagli del look che ti fanno sembrare più vecchia riguarda i capelli. I colpi di sole fatti bene donano la luce al viso ma se le tue meches sembrano le linee della zebra inevitabilmente sembrerai più grande dell’età che hai. 
Chiedi al tuo parrucchiere di farti una schiaritura con le tecniche moderne oppure… cambia il parrucchiere!

Leggi anche7 consigli per avere la pelle perfetta ad ogni età.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: