UltraBeauty
5 regole dell’amore

Cinque principi fondamentali per costruire un amore forte e duraturo

Per costruire un business vincente ci vuole una strategia. Così anche l’amore ha bisogno delle regole per durare a lungo e rimanere forte. Parleremo oggi di 5 regole fondamentali dell’amore.

1. Attenzione

Spesso in una relazione manca un elemento molto importante che è l’attenzione reciproca dei partner. Siamo sempre terribilmente occupati, costantemente in contatto con molte persone, ed è difficile trovare il tempo per una comunicazione normale per poter concentrarsi completamente sull’interlocutore. Siamo circondati da gadget che di solito vincono la battaglia per la nostra attenzione, e poi ci sono chiamate importanti e liste di cose da fare che cerchiamo di tenere nella nostra testa. 

Ma è l’attenzione che sta al centro delle relazioni. Per stabilire e mantenere l’intimità emotiva, non sono necessarie lunghe ore e enormi sforzi. In realtà è sufficiente prestare attenzione alla nostra metà per un po’ di tempo.

2. Vedere un bambino in un partner

L’infanzia lascia un’impronta nel carattere, nelle abitudini, nello stile di vita. Comprendere il passato infantile del tuo partner è la chiave per risolvere i conflitti, motivo per cui è bene parlare del passato in modo costruttivo. 

Sapere il suo passato da bambino ti aiuterà a comprendere meglio la realtà interiore del tuo partner e a passare dai giudizi alla curiosità ed empatia. Nella maggior parte delle coppie, ci sono periodi in cui uno non capisce affatto l’altro. Ma può succedere che a volte qualche azione del partner diventa un fattore scatenante. Capire la sua infanzia ti aiuterà a capire tutto il resto.



3. Dialogo

Spesso all’inizio di una relazione ci apriamo al nostro partner, lo ascoltiamo molto e non diciamo ciò che noi stessi vogliamo. All’inizio tutto fila liscio, ma col tempo si inizia a soffrire per l’incomprensione, perché pensiamo che il partner deve da solo accorgersi e capire quello che noi vogliamo. Invece di parlare con calma e apertamente, ci si arrabbia. Ma dobbiamo ricordare che nessuno può leggere nella mente, quindi, per costruire l’amore, è importante essere in grado di condurre un dialogo con il partner.

4. Mantenere la distanza

L’ultima delle 5 regole dell’amore riguarda lo spazio personale. Perché l’amore si basa su due pilastri: disponibilità alla resa e indipendenza. Vogliamo essere vicini al nostro partner e allo stesso tempo è importante per noi mantenere una certa distanza. Se la distanza è troppo grande, la comunicazione non può essere stabilita. Ma se non c’è alcuna distanza e i partner si uniscono, perdono la loro indipendenza

Quando l’intimità si trasforma in una fusione completa di due, il problema non è la mancanza di distanza, ma all’contrario sovrabbondanza di presenza che sopprime il desiderio sessuale. Puoi sapere tutto sul tuo partner, abbracciarti spesso, trascorrere del tempo insieme, ma non sentire la passione precedente. È utile avere uno spazio tra di voi per mantenere il fuoco della passione sempre acceso. Il desiderio regna sovrano solo se c’è sempre l’interesse di scoprire il partner.

Leggi anche:

Come sopravvivere alla guerra da civile

Questa è la storia di un uomo che insieme al suo “clan” sopravvissero per un anno in una città di 60.000 abitanti durante la caduta della Bosnia nel 1992. L’esempio di come sopravvivere alla guerra da civile.

E, nonostante si tratti della descrizione di un’emergenza, tutto ciò che ha detto può aiutare ad anticipare certe realtà e tenerne conto nel prepararsi ad esse.

“Vengo dalla Bosnia dove è stato l’inferno dal 1992 al 1995. Per un anno ho vissuto e sono sopravvissuto in una città di 60.000 persone senza acqua, elettricità, benzina, assistenza medica, protezione civile, un sistema di distribuzione alimentare e altri servizi municipali, senza alcuna forma di governo centralizzato.

La nostra città è stata bloccata dall’esercito per un anno intero e la vita in essa era una vera merda. Non avevamo polizia, né esercito, c’erano gruppi armati e coloro che erano armati difendevano le loro case e le loro famiglie. Quando tutto è cominciato, alcuni di noi erano più preparati, ma la maggior parte delle famiglie del quartiere aveva cibo solo per pochi giorni. Alcuni di noi avevano pistole e solo pochissimi di noi avevano AK47 e fucili. Dopo 1-2 mesi, le bande hanno iniziato a operare in città, hanno distrutto tutto, ad esempio, gli ospedali si sono trasformati molto presto nelle carneficine. La polizia non esisteva più e l’80% del personale ospedaliero non andava al lavoro.

Sono stato fortunato che la mia famiglia fosse numerosa in quel momento: 15 persone in una grande casa, 6 pistole, 3 AK-47. Ecco perché siamo sopravvissuti, almeno la maggior parte di noi.

Gli americani ci consegnavano razioni secche ogni 10 giorni per aiutare la città accerchiata, ma questo non bastava. Alcune, pochissime case avevano orti. Dopo 3 mesi, si diffusero le prime voci sulla morte per fame e freddo.

Abbiamo rimosso tutte le porte e gli infissi delle case abbandonate, smantellato il nostro parquet e bruciato tutti i mobili per stare al caldo.

Molti sono morti per malattie, soprattutto per l’acqua (due della mia famiglia), perché abbiamo bevuto principalmente acqua piovana. Ho anche dovuto mangiare piccioni e persino topi.

La moneta divenne ben presto carta straccia e tornammo al cambio del baratto. Le donne si davano per una conserva di carne. È difficile parlarne, ma è vero: la maggior parte delle donne che si sono vendute erano madri disperate.

Armi da fuoco, munizioni, candele, accendini, antibiotici, benzina, batterie, cibo: questo è ciò per cui abbiamo combattuto come animali. In una situazione del genere, tutto cambia: la maggior parte delle persone si trasforma in mostri. Era disgustoso.

La forza era nei numeri. Se vivi da solo in una casa, era solo questione di tempo prima che venissi ucciso e derubato, non importa quanto bene fossi armato.

Oggi io e la mia famiglia siamo ben preparati: abbiamo provviste, sono ben armato e ho esperienza. Non importa cosa potrebbe succedere: terremoto, guerra, tsunami, alieni, terroristi, scarsità, collasso economico o rivolte. Ciò che conta è che qualcosa accada.

La conclusione della mia esperienza è che non si può sopravvivere da soli, la forza è nei numeri, nella giusta scelta di amici affidabili, nell’unità della famiglia e nella sua preparazione.”

Domande e risposte

1. Si poteva spostarsi tranquillamente nella città?

La città era divisa in comunità che corrispondevano alle strade. C’erano 15-20 case sulla nostra strada e ogni sera organizzavamo pattuglie di 5 uomini armati per tenere d’occhio le bande e i nostri nemici.

Tutti i baratti avvenivano solo per strada. C’era un’intera strada per lo scambio di cose a 5 chilometri da noi, tutto era organizzato, ma a causa dei cecchini era troppo pericoloso andarci.

come sopravvivere alla guerra da civile

Inoltre, lungo la strada, si poteva imbattersi in banditi ed essere derubati. Io stesso ci sono andato solo 2 volte quando avevo bisogno di qualcosa di veramente speciale e importante (farmaci, principalmente antibiotici).

Nessuno usava le auto: le strade erano bloccate da macerie, spazzatura, auto abbandonate e il carburante era al prezzo dell’oro.

Se era necessario andare da qualche parte, lo si faceva solo di notte. Non si poteva andare da soli, ma nemmeno in un gruppo troppo grande, solo 2-3 persone. Tutti dovrebbero essere ben armati, muoversi molto rapidamente, all’ombra, tra le rovine delle case e non lungo le strade.

C’erano molte bande di 10-15 persone, a volte il loro numero arrivava a 50. Ma c’erano anche molte persone normali – come te e me, padri, nonni, che uccidevano e derubavano. Non c’erano “eroi” e “cattivi”. La maggior parte era la gente normale pronta a tutto per sopravvivere.

2. E gli alberi, mi sembra che ci siano molte foreste intorno alla città, perché hai detto di aver bruciato i mobili e le porte per scaldarsi?

Non c’era una grande foresta intorno alla mia città. Era una città molto bella, con ristoranti, cinema, scuole, un aeroporto e centri culturali. Avevamo un parco in città, alberi da frutto, ma tutto questo è stato abbattuto in meno di due mesi.

Quando non c’è elettricità per cucinare e riscaldarsi, devi bruciare tutto ciò che ti capita: mobili, porte, parquet. E tutto brucia molto rapidamente.

Non avevamo accesso alla periferia e alle fattorie suburbane: c’era un nemico in periferia, eravamo circondati. E in città non sai mai chi è il tuo nemico.

3. Quali conoscenze ti sono state utili in quel periodo?

Devi immaginare che questo sia stato in realtà un ritorno all’età della pietra! Ad esempio, avevo una bombola del gas. Ma non l’ho usato per riscaldare e cucinare, era troppo costoso! L’ho adattato per ricaricare gli accendini: gli accendini non avevano prezzo! Gli altri mi ha portavano un accendino vuoto, io lo caricavo e in cambio prendevo una lattina di cibo in scatola o candele.

Io stesso sono un paramedico di professione e in queste condizioni le mie conoscenze erano il mio capitale. In questo momento, le conoscenze e le abilità, come la capacità di aggiustare le cose, sono valutate più dell’oro. Cose e scorte finiranno, è inevitabile, e le tue conoscenze e abilità sono un’opportunità per guadagnarti da vivere.

Voglio dire, impara a sistemare cose, scarpe o persone. Il mio vicino, per esempio, sapeva fare il cherosene per le lampade. Non ha mai avuto fame.

4. Con le conoscenze di oggi avendo 3 mesi di anticipo cosa faresti?

3 mesi per prepararsi? Correrei all’estero! (scherzo)

Oggi so che le cose possono cambiare molto velocemente. Ho una scorta di cibo, prodotti per l’igiene, batterie, etc. Insomma stock per 6 mesi. Vivo in un appartamento con un buon livello di sicurezza, ho un casa con un bunker in un villaggio a 5 km dal mio appartamento, anche nella casa in campagna c’è una scorta per 6 mesi. Questo è un piccolo villaggio, la maggior parte dei suoi abitanti è ben preparata, hanno esperienza dalla guerra.

Inoltre ho 4 tipi di armi da fuoco e ho 2000 colpi per ciascuno. Ho una bella casa con orto e giardino e so coltivare l’orto.

Inoltre, non voglio più sentirmi una merda – quando tutti intorno a te dicono che andrà tutto bene, so già che tutto crollerà.
Ora ho la forza di fare di tutto per sopravvivere e proteggere la mia famiglia. Quando tutto sta andando in pezzi, devi essere pronto a fare cose spiacevoli per salvare i tuoi figli. Voglio solo che la mia famiglia sopravviva.

Non c’è quasi nessuna possibilità di sopravvivere da solo (questa è la mia opinione), anche se sei armato e preparato, alla fine, se sei solo, morirai. L’ho visto molte volte. I gruppi numerosi e le famiglie ben preparati con competenze e conoscenze diverse sono l’opzione migliore.

5. Di cosa dovrebbe essere composta la scorta?

Dipende. Se vuoi sopravvivere al saccheggio, tutto ciò di cui hai bisogno sono molte armi e munizioni.

Oltre alle munizioni, cibo, prodotti per l’igiene, accumulatori, batterie, prestare attenzione alle cose semplici da scambiare: coltelli, accendini, sapone, pietre focaie. E un altra cosa, l’alcol che può essere conservato a lungo: il whisky (il marchio non ha importanza), anche il più economico, è un ottimo prodotto per lo scambio.

Molti sono morti a causa di condizioni igieniche pessime. Avrai bisogno di cose molto semplici, ma in quantità molto grandi, ad esempio molti sacchi della spazzatura. E del nastro adesivo. Piatti e bicchieri usa e getta, di plastica o di cartone, ve ne serviranno molti. Lo so per esperienza, perché non li avevamo. La mia opinione è che una scorta di prodotti per l’igiene sia più importante di una scorta di cibo.

È facile sparare a un piccione, trovare piante commestibili, ma è impossibile trovare o sparare un disinfettante, ad esempio. Occorre munirsi di tanti detersivi, disinfettanti, saponi, guanti, mascherini. Tutto monouso ovviamente.

Inoltre, hai bisogno di abilità di primo soccorso, devi sapere come pulire ferite, ustioni o anche una ferita da arma da fuoco, perché non c’è un ospedale. E anche se trovi un medico, potrebbe non avere antidolorifici oppure potresti non avere nulla per pagarlo. Impara a usare gli antibiotici e fai scorta di essi.

Le armi dovrebbero essere semplici. Ora porto una Glock.45 perché mi piace, ma questo calibro non è comune qui, quindi ho altri due TT russi da 7,62 mm. Ci sono molte di queste armi e munizioni. Non mi piace un Kalashnikov, ma tutti ne hanno uno, quindi… Hai bisogno di cose piccole e poco appariscenti, ad esempio, è bene avere un generatore, ma è meglio avere 1000 accendini BIC. Il generatore è rumoroso e attira l’attenzione, e 1.000 accendini sono economici, occupano poco spazio e possono sempre essere scambiati con qualcosa.

Abbiamo usato principalmente acqua piovana: l’abbiamo raccolta in 4 grandi botti e poi l’abbiamo fatta bollire. C’era un fiume nelle vicinanze, ma l’acqua al suo interno divenne ben presto sporca. Anche i serbatoi d’acqua sono molto importanti. Dovresti avere barili, secchi e contenitori per conservare e trasportare l’acqua.

6. L’oro e l’argento ti hanno aiutato?

Sì. Personalmente, ho cambiato tutto l’oro per le munizioni. A volte potevamo usare denaro (marchi e dollari) per comprare alcune cose, ma questi casi erano rari ei prezzi erano esorbitanti. Ad esempio, una lattina di fagioli costava 30-40 $. La valuta locale è crollata rapidamente, in altre parole, usavamo il baratto continuamente.

7. Il sale era costoso?

 Costoso, ma più economico di caffè e sigarette. Io avevo molto alcol e l’ho scambiato senza problemi. Il consumo di alcol è aumentato più di 10 volte rispetto al solito.

Ora, per barattare qualcosa probabilmente è meglio fare scorta di sigarette, accendini e batterie per il baratto, perché occupano meno spazio. Non ero pronto in quel momento, non avevo tempo per prepararmi. Nei giorni precedenti alla “merda che ha colpito il ventilatore”, i politici hanno continuato a ripetere in TV che tutto andava bene. E quando il cielo è caduto sulle nostre teste, abbiamo preso quello che potevamo.

8. È stato difficile ottenere armi da fuoco che potessero essere scambiate con armi e munizioni?

Dopo la guerra, le armi erano in ogni casa. La polizia ha confiscato molte armi all’inizio della guerra, ma la maggior parte delle persone le ha nascoste. Ho un’arma legale (con licenze), legalmente si chiama “Collezione Temporanea”. In caso di disordini, il governo ha il diritto di confiscare temporaneamente tutte le armi, quindi è bene tenerlo a mente. Sai, ci sono persone che hanno armi legali, ma ne hanno anche illegali, in caso di possibile confisca.

Se hai cose buone da scambiare, trovare un’arma non è difficile. Ma devi ricordare che i primi giorni saranno i più pericolosi a causa del caos e del panico. È possibile che non avrai il tempo di trovare un’arma per proteggere la tua famiglia. Essere disarmati in un periodo di caos, panico e disordini è molto brutto.

Nel mio caso, c’era un uomo che aveva bisogno di una batteria per auto per la sua radio, e aveva una pistola, e io ho cambiato la batteria con due pistole.

A volte scambiavo munizioni con cibo e poche settimane dopo scambiavo cibo con munizioni. Non ho mai cambiato nulla a casa e mai in grandi quantità. Solo pochissime persone (i miei vicini) sapevano quanto avevo in casa.

Il trucco è immagazzinare più spazio e denaro possibile. Quindi, scoprirai cosa è più richiesto.

Chiarirò: munizioni e armi sono ancora la posizione principale per me, ma chissà, forse al secondo posto, metterò maschere antigas e filtri. Avevo ammassato la spazzatura davanti al cancello del giardino e usavo una scala di alluminio per scavalcare la recinzione. Quando tornavo a casa, chiedevo di passarmela.

C’era un ragazzo nella nostra strada che ha completamente barricato la sua casa. Ha fatto un buco nel muro della casa del vicino in rovina – era il suo ingresso segreto.

Sembrerà strano, ma tutte le case più sicure sono state saccheggiate e distrutte prima delle altre.

C’erano belle case nella mia zona con recinzioni, cani, allarmi e sbarre di ferro alle finestre. La folla li ha attaccati. Alcuni sono stati in grado di reagire e resistere, altri no. Tutto dipendeva da quante persone e armi c’erano all’interno.

Certo, la sicurezza è importante, ma devi anche comportarti con moderazione. Se vivi in ​​una città e succedono cose del genere, avrai bisogno di un posto semplice e modesto in cui vivere, con un sacco di armi e munizioni. Quante munizioni? Quanti piu possibili!

Per quanto possibile, devi rendere la tua casa poco attraente.

Oggi ho le porte d’acciaio per motivi di sicurezza, ma è solo per salvarmi dalla prima ondata di caos. Dopodiché, partirò per unirmi a un folto gruppo di amici o familiari in campagna.

Durante la guerra abbiamo avuto diverse situazioni, non voglio entrare nei dettagli. Ma abbiamo sempre avuto una potenza di fuoco superiore e una recinzione alta dalla nostra parte. C’era sempre qualcuno che guardava la strada: una buona organizzazione in caso di un’incursione tra bande è di fondamentale importanza.

In città sparavano sempre.

Ancora una volta, la nostra difesa a tutto tondo era primitiva: tutte le uscite erano barricate, lasciando solo piccoli fori per le armi. Sempre almeno 5 membri della famiglia all’interno della casa erano pronti per la battaglia e una persona all’esterno era nascosta.

Per non essere ucciso da un cecchino, dovevo stare a casa tutto il giorno. I deboli muoiono nei primissimi giorni, gli altri lottano per la vita. Durante il giorno, quasi nessuno andava in strada a causa dei cecchini: la linea di difesa era molto vicina.

Molti sono morti perché volevano perlustrare la situazione, per esempio, e questo è molto importante. Voglio ricordarvi che non avevamo le informazioni, radio, TV, nient’altro che voci.

Non c’era un esercito organizzato, ma eravamo tutti soldati. Siamo stati costretti. Tutti portavano armi e cercavano di difendersi.

Ti posso dire che, se domani dovesse succedere di nuovo, io sembrerò come tutti gli altri: modesto e disperato, e forse urlerò e piangerò anche, se è necessario. Niente vestiti stravaganti. Non indosserò una super uniforme e urlerò: “Ecco, tenetevi… bastardi!” Sarò poco appariscente, ben armato e preparato, valutando attentamente la situazione insieme al mio migliore amico o fratello.

Eì bene capirlo che, indipendentemente dalla tua super difesa, super arma, se le persone vedono che dovresti essere derubato perché sei ricco, sarai derubato. È solo una questione di tempo e di numero di armi a disposizione.

9. E la sicurezza?

La difesa era molto primitiva. Ripeto: non eravamo pronti e abbiamo usato quello che potevamo.

Le finestre erano in frantumi, il tetto era in pessime condizioni a causa dei bombardamenti. Tutte le finestre erano bloccate con sacchi di sabbia e pietre. Mi sono barricato dentro.

10. E come andavate in bagno?

Abbiamo usato pale e qualsiasi pezzo di terra più vicino a casa. Suona brutto, ma era così. Ci lavavamo con l’acqua piovana, a volte nel fiume, ma era troppo pericoloso.
Non c’era carta igienica e, anche se ci fosse, l’avrei scambiata con qualcosa. Tutto era così difficile.

Posso darvi un consiglio: in primo luogo, dovete avere armi e munizioni, e dopo tutto il resto, intendo proprio tutto! Certo, molto dipende dal spazio e dal budget a disposizione.

Se hai dimenticato o perso qualcosa, va bene, ci sarà sempre qualcuno con cui puoi scambiare. Ma se ti mancano armi e munizioni, non avrai accesso allo scambio.

Eppure, non vedo problemi nelle famiglie numerose e nel numero di bocche da sfamare, perché più è grande la famiglia, più armi e più forza ci sono. E poi, poiché è inerente alle natura delle persone, si verifica l’adattamento alla situazione.

11. Che dire della cura dei malati e dei feriti?

Le ferite erano per lo più ferite da arma da fuoco. Senza specialisti e tutto il resto, se la vittima riusciva a trovare un medico, aveva circa il 30% di possibilità di sopravvivere. Non era come nei film, le persone stavano morendo e molti di loro sono morti per infezioni portate nelle ferite. Avevo una scorta di antibiotici per 3 o 4 trattamenti, ovviamente, solo per la mia famiglia.

Spesso le cose completamente stupide uccidono le persone. In assenza di medicinali e mancanza di acqua pulita, basterà una semplice diarrea per uccidervi in pochi giorni, soprattutto bambini.

Avevamo molte malattie della pelle, intossicazioni alimentari e non c’era niente che potessimo fare al riguardo. Usavamo molte piante medicinali e alcol. Può essere una soluzione a breve termine, ma a lungo termine è stato terribile.
L’igiene è la cosa principale, beh, avere la massima quantità di medicinali, in particolare antibiotici.

Leggi anche:

Finanze in coppia

Come dividere le spese in coppia per non litigare per le questioni economiche

Finanze in coppia
Finanze in coppia. Come gestire le spese in famiglia.

Quando vivi da solo ti abitui a gestire le tue finanze come vuoi. E quando prendi la decisione di vivere in coppia, potresti imbatterti in difficoltà a bilanciare le tue abitudini finanziarie di prima con i bisogni e i desideri del tuo partner. Se non discuti dal principio di aspetti finanziari con la persona amata, in seguito potrebbero sorgere i malintesi tra di voi. Sicuramente le coppie che si accordano in anticipo sulla pianificazione congiunta delle spese finanziarie hanno maggiori probabilità di stare insieme molto a lungo, perché la seconda causa di litigio nelle coppie è il denaro ( la prima causa è il conflitto con i suoceri). Dunque come gestire le finanze in coppia per vivere a lungo felici e contenti?

Domande difficili

Una delle domande difficili che una coppia deve affrontare è se dovrebbero mettere tutti i soldi in un conto comune, oppure due conti separati. Qui, a seconda delle preferenze personali, ci sono 3 opzioni:

  • Tutte le entrate in un unico conto. In pratica, tutto ciò che guadagnate viene messo in un unico posto per poi poter spendere insieme. Ciascuno contribuisce secondo le proprie capacità e ciascuno spende secondo i suoi bisogni.
  • Finanze separate. Ogni partner ha il proprio conto bancario personale. I costi sono condivisi e ogni partner è tenuto a pagare una parte delle spese comuni. Inoltre, in questa opzione i due possono condividere le spese, sia a metà, sia in base a quanto guadagna ognuno.
  • Una via di mezzo tra il primo e il secondo approccio. Ad esempio, divisione delle spese comuni come ad esempio le pulizie, spese di alloggio, conti dei bar o ristoranti, alcuni progetti comuni come i viaggi. Ciascun partner contribuisce a questi bisogni comuni ma tiene a sua completa disposizione il denaro residuo che ha guadagnato.

Finanze in coppia, a voi la scelta

La scelta sta a voi. Non dimenticare di discutere in anticipo con il tuo partner tutte le condizioni delle spese congiunte. È importante che entrambi siate soddisfatti dello schema finanziario che avete scelto. Inoltre è meglio precisare di essere entrambi finanziariamente liberi in caso di rottura, perché nella vita non si sa mai. Ognuno deve essere in grado poi di auto gestirsi finanziariamente.



Leggi anche:

Perché festeggiare San Valentino

San Valentino è un’ottima occasione per il tempo alla tua relazione, notarne il valore e l’importanza e compiacere la persona più cara.

Spesso sento dire che la festa degli innamorati è inutile e molti si domandano perché festeggiare San Valentino. Senza dubbio la festa più romantica dell’anno è San Valentino. A livello fisiologico, il romanticismo favorisce la produzione di endorfine e dopamina, gli ormoni della felicità. Se l’endorfina ci porta gioia e piacere, allora la dopamina è l’ormone di qualcosa di nuovo che non è mai stato fatto prima, come ad esempio qualsiasi risultato, avanzamento, qualcosa fuori dal ordinario, che ci porta sensazioni piacevoli e indescrivibili.

Un’occasione speciale

Dunque, San Valentino è una manifestazione di romanticismo. Nessuna festa dell’anno festeggia in maniera così forte e diretta le relazioni di coppia. Qualsiasi avvento sociale, e in particolare le festività, arrivano sempre in risposta al bisogno interiore delle persone. Così le feste popolari sono l’espressione del inconscio collettivo maturata nel tempo.

La festa di San Valentino è entrata nella nostra società di recente. Ad esempio, 100 anni fa una festa del genere non poteva “attecchire”, perché non si sentiva il bisogno generale, le menti delle persone erano impegnate con altri questioni.



L’amore è la risposta

Secondo Freud, ci sono due forze motrici nel mondo: la libido – il movimento verso la vita e il mortido – il movimento verso la morte. Se non sosteniamo il movimento verso la vita in noi stessi (e la libido non riguarda solo il sesso), allora la forza opposta ci prenderà sempre più spazio. Pertanto, è importante porre la massima enfasi sul amore per la vita, anche solo per il piacere di sentirsi vivi.

Quando ci sentiamo più vivi? Nel periodo dell’innamoramento, nello stesso periodo di bouquet e cioccolatini, quando il romanticismo, e con esso anche l’attrazione sessuale, sprizza da tutti i pori. Ecco perché vale la pena di festeggiare San Valentino. La festa degli innamorati serve per ricordare dell’amore che attrae le persone l’una verso l’altra e di cui la coppia così spesso dimentica, impantanata nei problemi e nelle preoccupazioni quotidiane.

Le relazioni misurano la qualità della nostra vita

Perché festeggiare San Valentino?
Perché festeggiare San Valentino?

Il bisogno primario delle persone è la comunione tra l’amore e il romanticismo. Dopotutto, il valore principale della nostra vita sono le relazioni. Gli scienziati hanno effettuato uno studio molto complesso durante il quale hanno raccolto dati su ciò che le persone in età avanzata, di fronte alla morte, considerano come il valore principale, la felicità e il significato della vita. Tutti i partecipanti dello studio hanno parlato di relazioni con i propri cari. E quelle persone che hanno avuto una relazione lunga e felice, consideravano la propria vita piena e significativa

Dunque, la festa di San Valentino ci ricorda ancora una volta le cose più importanti, ci tira fuori dalle preoccupazioni quotidiane e ci stimola a portare qualcosa di prezioso, importante, romantico nelle relazioni.

Una festa che ci voleva

Inoltre, San Valentino si inserisce molto bene nel ciclo annuale, perché è alla fine dell’inverno, quando le persone sono stanche dell’umidità, del grigiore e del freddo e hanno bisogno dell’ultima spinta prima della primavera. La festa degli innamorati ci aiuta ad aprire l’anima e il cuore l’uno all’altro. I regali, anche se piccoli e simbolici, ci regalano un’altra occasione per abbracciare e baciare la persona per noi più cara. Tutto ciò contribuisce alla gioia e sostiene la nostra fede nei miracoli, nell’amore e nel romanticismo.

Ecco perché è bello festeggiare San Valentino

San Valentino, come presagio di primavera, cambia le persone, le mette su un’onda romantica, le riempie di forza e desideri. E anche se non tutti lo celebrano e lo riconoscono, è un’ottima occasione per dedicare l’attenzione alla tua relazione, notarne il valore e l’importanza e regalare i momenti belli alla persona cara.

Ricorda che, la relazione amorosa è un universo che esiste solo tra i due. Potrebbe cambiare ed evolvere nel tempo, ma rimarrà sempre e solo una cosa tra i due partner. Questo universo unico lo si costruisce passo per passo, insieme. Le feste in generale e San Valentino in particolare ti permettono di decorare la relazione con qualcosa di speciale e piacevole. Allora perché non festeggiare San Valentino con regali e romanticismo? E’ un’occasione per aggiungere alla tua coppia un po’ più di calore, cura e sentimenti. Dopotutto, la felicità è fatta da momenti così semplici e belli. Buon San Valentino!

Leggi anche:



Vantaggi ad essere Soci della Banca

Come avere le condizioni vantaggiose del conto corrente bancario

Vantaggi ad essere soci della banca - chianti
Vantaggi ad essere Soci della Banca.

Viviamo in un mondo dove avere almeno un conto corrente è obbligatorio. Soprattutto negli ultimi due anni, quasi tutte le operazioni passano dalla banca. Le statistiche dicono che le operazioni on-line e pagamenti con bancomat e carte di credito sono in costante aumento. Quindi diventa fondamentale scegliere una soluzione conveniente del conto corrente e carte di credito. Scopriamo i vantaggi di essere Soci della Banca.

Ai tempi della pandemia

Negli ultimi due anni c’è stato il boom degli acquisti contactless. In contemporanea cresce anche l’uso di bancomat e carte di credito per gli acquisti online. E’ appurato che 8 italiani su 10 ricorrono agli acquisti online regolarmente. Ma l’uso delle carte di credito hanno i costi che variano da banca a banca.

I costi

Con il vecchio e buon contante non esistevano i costi. Avevi 100, ad esempio, e pagando in contanti potevi spendere tutti i 100. Adesso, quando il tuo stipendio viene accreditato direttamente sul conto corrente, devi sostenere i seguenti costi:

  • Costo di attivazione della carta di credito;
  • Costo di gestione del conto corrente;
  • Costo di gestione della carta di credito (canone mensile fisso);
  • Costi di prelievo;
  • Commissioni.

Costi di attivazione

Nel 2021 i costi di attivazione delle carte di credito si sono diminuite del 22% circa. Tuttavia costi di alcuni tipi di prelievi e commissioni sono aumentate.

Costi di gestione

Come avevamo già detto i costi di attivazione sono scesi da una media di 2, 57 euro a 2 euro. Ma il canone mensile è sceso solamente di 1, 11%, passando da 6,30 euro nel 2020 al 6,23 euro in media.

Costi di prelievo

Questo tipo di costi invece ha subito la crescita del 12,99%. I prezzi dipendono se si fa il prelievo presso il bancomat della propria banca, oppure un’altra. Se si preleva sul territorio nazionale, in Europa o all’estero. Adesso mediamente si spende 3,74 euro a prelievo presso la propria banca e la stessa cifra nella zona UE.

Diventare Soci della Banca

Un po’ di statistica. Italia ha una popolazione di 60,36 milioni dei quali 47,74 milioni hanno il conto corrente (circa 80%). Quasi 6 milioni di italiani ignorano i costi del proprio conto corrente, circa il 15% dei titolari di un conto bancario. In particolare le meno informate sono le donne, il 16,6% rispetto al 12,5% del campione maschile e i correntisti con un’età compresa tra i 45 e i 54 anni, il 17,3%. Ultimamente si registra un’impennata importante dei conti correnti.

Alla luce di questi fatti, diventa importante informarsi sui costi del conto corrente, carte di credito e bancomat. Sono poche le persone che sanno che diventare i Soci della Banca, porta i suoi vantaggi. Scopriamo quali vantaggi si può avere diventando i Soci.

Vantaggi ad essere Soci della Banca

Ogni Banca offre alcuni vantaggi per i propri Soci. Prendiamo d’esempio la Chianti Banca. Ecco i vantaggi:

  • Conti a canone zero;
  • Accesso agevolato al credito;
  • Sconti su polizze;
  • Carta di credito Socio Gold, la carta è GRATUITA se in un un anno spendi 14.000 euro. Un plafond mensile elevato ed assicurazioni gratuite sugli acquisti.
  • Mutuo protetto soci, con condizioni molto vantaggiose per i soci.

Come diventare Socio della Banca

Per diventare il Socio della Banca, dovresti sottoscrivere l’apposita domanda di ammissione a Socio presso la filiale della Banca ed inviarla al Consiglio di Amministrazione, che entro tot di giorni delibererà in merito.
Per ottenere l’ammissione a Socio è necessario sottoscrivere un minimo di numero di azioni, che nel caso di Chianti Banca è 33 azioni. Puoi leggere di piu qui.

Vantaggi a lungo termine

Vantaggi ad essere soci della banca
Vantaggi a lungo termine dei soci della banca.

Può sembrare che l’acquisto delle azioni sia una cosa da esperti in finanza. Ma non è così. Personalmente, ho acquistato le azioni della banca per avere il mutuo a condizioni vantaggiose e non mi sono pentita. Avendo i due conti correnti delle diverse banche, alla fine del anno vedi la differenza notevole di costi e capisci che essere i Soci della Banca porta i suoi vantaggi.

Ho chiuso il conto quale mi faceva pagare 6,50 euro di canone mensile, e ho tenuto quello gratuito dove sono Socio. Avendo il conto gratuito in un anno si risparmia solo di costi di gestione 78 euro, per non parlare di costi della carta di credito. Ti sembra poco? Invece di regalare questi soldi alla banca, posso comprare le scarpe a mio figlio.

Ma oltre al conto corrente gratuito, essendo socio, hai altri vantaggi sulle polizze, mutuo, prestiti e così via. E’ vantaggioso sia per una persona fisica che per gli imprenditori.

Considerando che gli italiani sono i cittadini che risparmiano di più in Europa, non tenere a bada i costi di gestione dei conti correnti e carte di credito sarebbe sbagliato. Se si può risparmiare, perché non farlo?

Io non mi considero l’esperta in finanza, anzi. Rientravo in quel 15% dei correntisti che ignorano i costi di gestione finche non ho deciso di eliminare le spese inutili. Si, è vero, per diventare i soci si deve investire in azioni. Ma le azioni della banca puoi anche venderle, se un giorno cambi idea. Chiudo l’articolo con il famoso detto che torna a pennello:

Chi piu spende, meno spende!

Saggezza popolare

Leggi anche:

Ai genitori del pianeta

Un messaggio importante ai genitori del pianeta

Ai genitori del pianeta un messaggio importante1
Ai genitori del pianeta un messaggio importante dal Dr. Robert Malone

Un messaggio ai genitori del pianeta dallo sviluppatore della tecnologia del vaccino genetico, il Dr. Robert Malone dagli Stati Uniti:
“Prima di vaccinare tuo figlio – decisione irreversibile – volevo farti conoscere i fatti scientifici su questo vaccino genetico, che si basa sulla tecnologia del vaccino mRNA che ho creato.

Ci sono tre questioni che i genitori devono capire:

In primo luogo, una parte del codice genetico virale verrà iniettata nel corpo e nelle cellule native del bambino. Questo codice genetico farà sì che il corpo di tuo figlio produca una proteina spike tossica. Queste proteine ​​spesso causano danni irreparabili ai tessuti e agli organi chiave nei bambini (e non solo nei bambini).

Si tratta di lesioni del tessuto cerebrale, del sistema nervoso, del muscolo cardiaco, del sistema vascolare (compresa la formazione di coaguli di sangue), del sistema riproduttivo e, soprattutto, questo vaccino può innescare cambiamenti fondamentali nel sistema immunitario del bambino . La cosa più preoccupante è che quando si verifica tale danno, è irreparabile e non può essere curato.

È impossibile curare i danni al tessuto cerebrale, invertire le cicatrici fisiche sul muscolo cardiaco, è impossibile riportare il sistema immunitario geneticamente modificato al suo stato originale. Questo vaccino può anche danneggiare il sistema riproduttivo di tuo figlio, influenzando la procreazione della tua famiglia.

Secondo fatto

La seconda cosa che dovresti sapere è che questa nuova tecnologia di vaccinazione non è stata adeguatamente e completamente studiata e testata. Abbiamo bisogno di almeno 5 anni di analisi e test prima di poter valutare i rischi di questa nuova tecnologia in modo realistico. I danni ei rischi dei nuovi farmaci compaiono molto spesso MOLTI ANNI dopo la loro immissione in circolazione. Ti chiedo di farti una domanda, ti chiedo, come genitore: vuoi che tuo figlio diventi parte del più grande ESPERIMENTO della storia dell’umanità?


ultra-beauty.it consiglia

ultra-beauty.it consiglia oggetti personalizzati
Stampa artistica “I love Nature“, € 11,08 Acquista
ultra-beauty.it consiglia oggetti per la casa I love Nature
T-Shirt “I love Nature“, € 30,86
Acquista
ultra-beauty.it consiglia oggetti per la casa I love Nature
Poster “I love Nature“, € 11,30
Acquista

Terzo fatto

E un’ultima cosa. L’argomento addotto per giustificare la vaccinazione di tuo figlio è falso. I tuoi figli non rappresentano un pericolo per te, i tuoi genitori oi tuoi nonni. Viceversa. La loro immunità, dopo aver contratto il COVID, è fondamentale per salvare la tua famiglia, se non il mondo intero, da questa malattia.

In sintesi: non vi è alcun vantaggio per i vostri figli o la vostra famiglia nel vaccinare i vostri figli contro i piccoli rischi del virus, dati i noti rischi per la salute del vaccino con cui voi e i vostri figli potreste dover convivere come genitore per il resto della loro vita.

l rapporto rischio/beneficio con questo particolare vaccino non si avvicina nemmeno a argomentare a favore di questo vaccino per i bambini.

Io, come padre e nonno, ti do una raccomandazione fiduciosa: difendi la salute dei tuoi figli, disobbedisci e combatti per il tuo futuro”.

Testo originale e video intervista completa qui.

Leggi anche:

Perché la nuova generazione è così diversa?

La generazione più incomprensibile e incompresa della storia

Perché la nuova generazione è così diversa
Perché la nuova generazione è così diversa?

I millennials è la generazione nata a cavallo tra l’inizio degli anni ’80 e gli anni 2000. Per la prima volta nella storia umana, un quarto della popolazione mondiale è giovane e il ritmo del pianeta è cresciuto a dismisura. Le nostre vite sono cambiate di più negli ultimi 20 anni che in un secolo e mezzo. Allo stesso tempo ora abbiamo la nuova generazione più incomprensibile e più studiata della storia. A causa di queste folli velocità di cambiamento, c’è semplicemente un divario senza precedenti tra i giovani e chi è al potere. Non è mai stato così e in qualche modo bisogno adattarci e ridurre questo divario. Dove cercare il motivo per cui la nuova generazione è così diversa da tutte le precedenti e come possono sopravvivere in un mondo in rapida evoluzione? Cerchiamo di capirlo.

Il mondo del lavoro

Entro il 2025, circa il 75% dell’intero mercato del lavoro sarà costituito dai millennial. D’altra parte, la disoccupazione giovanile non è mai stata così grave. Tale disoccupazione è in costante crescita. Abbiamo il 29,8% dei giovani in Italia disoccupati. Si scopre che quasi un terzo dei giovani semplicemente non fa nulla. Ma il problema è da ricercare nei giovani oppure nel sistema obsoleto? Forse la risposta sta nel mezzo.

Il ritmo del cambiamento nel nostro mondo non è affatto supportato dai sistemi educativi. Ciò che viene insegnato nelle scuole ha ben poco a che fare con ciò che è necessario nel mondo reale. I risultati dei sondaggi su larga scala dicono che circa un terzo dei giovani crede che la loro istruzione sia completamente inutile. Secondo loro, non imparano nulla che possa tornare utile più avanti nella vita.

Nel frattempo l’età pensionabile è in costante aumento, ma i nuovi posti di lavoro non vengono creati abbastanza velocemente.  Aggiungiamo poi il fatto che l’intero sistema economico sta cambiando. Durante la sua vita, un tipico millennial cambierà quattro lavori entro l’età di 32 anni. Quattro! Allo stesso tempo, la generazione dei nostri genitori ha cambiato lavoro solo due volte nel corso della loro carriera.

Tutto questo porta alla gig economy, quando sei freelance per la maggior parte del tempo e devi essere pronto a cambiare campo di attività, competenze e abilità in un lampo.

Attualmente, molti giovani credono giustamente che le autorità non si preoccupino di loro e non li aiutino. Si sentono abbandonati. Questo crea apatia e porta al fatto che un terzo dei giovani semplicemente non fa nulla.

Perché la generazione moderna è diversa dalle generazioni precedenti?

Il baby boomer medio, nato a metà del XX secolo, poteva permettersi un’istruzione, una casa di proprietà, due automobili e una famiglia numerosa con un cane. Tutto questo con un buon stipendio. Ogni millennial ha ormai una grande prospettiva di laurearsi con debiti a sei cifre, che, in linea di principio, non è chiaro come estinguere. Comprare una casa è una prospettiva quasi irrealizzabile. Per non parlare di un lavoro stabile, che sarà un sogno impossibile. Confrontare due generazioni così diverse diventa difficile quando le loro condizioni di vita sono così diverse.

Il nuovo mondo

Quindi non sarebbe del tutto giusto dire che i giovani di oggi sono pigri. Il problema vero è che i requisiti per le loro capacità e la necessità di adattarsi costantemente a qualcosa di nuovo non hanno precedenti nella storia umana. Poi i millennial hanno delle caratteristiche diverse rispetto alle generazioni precedenti. Ad esempio, spesso non si preoccupano della cultura collettiva aziendale, pretendono di avere molto tempo libero dal lavoro e sperano costantemente di fare solo ciò che vogliono. E possono mostrare pigrizia nel adattarsi al ritmo attuale del cambiamento.

Generazione Z

Perché la nuova generazione è così diversa - generazione z

Non dimentichiamo che abbiamo anche la Generazione Z, per la quale la tecnologia digitale è una cosa assolutamente familiare dai pannolini. È difficile immaginare le loro prospettive nel mercato del lavoro. È possibile che debbano lavorare con qualcuno solo per un anno o due, dopodiché imparare qualcosa di nuovo e cercare un nuovo impiego.

Leggi anche “Fare la mamma è stressante

Paese che vai gioventù che trovi o no?

Internet e la cultura pop di massa hanno inondato il mondo. Non importa in quale paese ti trovi, molto probabilmente incontrerai le stesse preferenze musicali e cinematografiche. I giovani d’oggi hanno circa gli stessi influencer globali e guardano pochissimo o per niente TV.

Un esempio: il calciatore francese Antoine Griezmann ha celebrato i gol con i gesti del gioco Fortnite. La maggior parte dei fan sopra i 35 anni non capiva cosa stesse facendo, mentre i giovani impazzivano dalla gioia. E in tutto il mondo i giovani lo hanno capito.

GRIEZMANN FORTNITE DANCE COMPILATION HD

Caratteristiche della generazione Z

La generazione Z è stata studiata abbastanza e sono state individuate alcune caratteristiche generali:

  • Orientamento verso la tecnologia e la comunicazione.

Questi giovani non riescono immaginare la vita senza internet, smartphone e social network. Passano molto tempo a casa e non hanno alcuna fredda di andarsene. Si incontrano poco con gli amici e escono di rado.

  • Attenzione alla salute. I giovani della generazione Z prestano molta attenzione alla salute e sono meno inclini a fumare e bere alcolici. Secondo uno studio due terzi dei giovani di questa generazione usa app per uno stile di vita sano.
  • Consumo di informazioni.

Ci si creda che gli adolescenti moderni siano multitasking perché possano, ad esempio, ascoltare la musica, navigare su Instagram e fare i compiti allo stesso tempo. Ma questo non è del tutto vero. Perché l’attenzione è dispersa e tutto quel fiume di informazione è molto più difficile da digerire. Inoltre, la memorizzazione e l’archiviazione non sono la loro priorità, in quanto tutte le informazioni si possono sempre trovare su Internet. Si tratta soprattutto della capacità della eseguire ricerca e verifica delle informazioni sul web.

La nostra percezione di qualsiasi fenomeno è clip art. Le immagini sono piu convincenti del testo. Piu corto è il testo, meglio è. Il complesso e complicato è tagliato fuori. E’ difficile per noi concentrarsi su una cosa per molto tempo.

Un giovane della generazione Z, Ivan Survillo
  • Attitudine allo studio e al lavoro. La gioventù moderna è focalizzata sull’acquisizione delle conoscenze utili e su una carriera di successo, che tra l’altro, non è sempre associata all’ufficio, perché lavorare da remoto è piu comodo. Nonostante un apparente infantilismo, per i giovani Z è importante trovare un’opportunità per l’autorealizzazione. Solo che per loro è più difficile diventare indipendenti e scegliere un percorso in un mondo in continua evoluzione.
  • Tolleranza. Molti sociologi concordano sul fatto che la nuova generazione è molto più tollerante dei loro predecessori, si comportano in modo piu consapevole nelle relazioni e non hanno fretta a mettere su la famiglia.

Chi sono i bambini alfa?

Perché la nuova generazione è così diversa - generazione alfa

Si tratta di persone nate dopo il 2010. Il ricercatore Mark McCrindle ha suggerito di chiamarle generazione “alfa” per un motivo molto semplice: l’alfabeto latino è finito e nella scienza, in questo caso, è consuetudine passare al greco. La scelta di McCrindle ha anche una certa implicazione simbolica: un nuovo alfabeto, una nuova lettera, un nuovo inizio.

Gli alfa fanno parte di un esperimento globale non intenzionale. Fin da piccolo, invece di bambolotti, giochi e libri didattici sono stati abituati a guardare gli schermi.

Mark McCrindle in un’intervista al New York Times

Cosa possiamo aspettarci dalla generazione alfa? E’ difficile dirlo, visto che gli ultimi rappresentanti di questa generazione nasceranno nel 2025 all’incirca. Ma è chiaro che l’impatto della tecnologia sulla loro vita sarà colossale. Cresceranno interagendo con l’intelligenza artificiale, robot e giocattoli intelligenti.

Divisioni per generazioni

La divisione per generazioni viene rivista periodicamente ed è utile ricordare che non si tratta di una divisione netta. Non bisogno prendere le informazioni sulle generazioni come verità assoluta. Nonostante il fatto che i modelli generazionali sono utilizzati attivamente in sociologia e futurologia, è necessario ricordare che non esiste alcuna prova scientifica che confermi la loro esistenza. Confrontare le generazioni può essere divertente, fornire una guida o spunti di riflessione. Ma queste informazioni non dovrebbero essere prese troppo sul serio.



Come creare una casa accogliente

Consigli su come creare una casa accogliente e confortevole, in cui non vedi l’ora di tornare

Come creare la casa accogliente
Rendi la tua casa il tuo posto preferito!

Ti sei mai chiesta perché una casa sembra accogliente e un’altra invece no? Perché certe volte un bar affollato sembra più accogliente di una casa? Quali sono le cose che rendono la casa comoda ed invitante? Ho cercato di raccogliere i consigli su come creare una casa accogliente, nella quale non vedi l’ora di tornare alla fine della lunga giornata di lavoro.

Da dove iniziare?

Hai una casa e ti sei accorta che non è abbastanza accogliente? Vorresti cambiare qualcosa, ma non sai esattamente cosa? Da dove iniziare?

Come prima cosa, domandati che tipo di ambiente ti piacerebbe avere? Di che tipo di atmosfera in casa ti farebbe sentire a tuo aggio? Scegli un nome per la tua casa, per farlo pensa a te stessa e ai membri della tua famiglia. Ad esempio, siete una famiglia di persone che amano lo sport, oppure siete dei creativi. Oppure il vostro tratto distintivo è la semplicità in tutto. Ecco, queste caratteristiche devono descrivere e distinguere la vostra casa accogliente. Una volta scelto il nome della vostra abitazione, procedi con la scelta di tre parole che descrivano ogni stanza della casa. Queste parole devono corrispondere all’atmosfera che intendi creare.

Fai spazio

Una volta che hai deciso che atmosfera vuoi avere nella tua casa, fai spazio alle cose nuove. Passa a setaccio una stanza alla volta e butta via tutte le cose che non usi più da diverso tempo. Tutte le cose rotte e vecchie devono essere buttate per lasciare lo spazio ai cambiamenti.

Ovviamente, se hai una cosa antica o vecchia ma ti ricorda qualcuno, come ad esempio la tua nonna, e ti dispiace buttarla via, lasciala. Ma ricordati che troppe cose vecchie ti risucchiano l’energia e creano un atmosfera di vecchiaia e abbandono.

Non fare ostacolare la creazione della casa accogliente da cose che non usi da molto tempo, solo perché “è un peccato buttarli via”. Sono sicura che tutti prima o poi devono affrontato questo problema, perché dopo alcuni anni le nostre case si riempiono di oggetti inutili. Questa roba si accumula negli armadi e sugli scaffali e raccoglie la polvere per anni. Le vecchie cose, già inutili, rendono difficile godersi il presente. A proposito, abbiamo già scritto un articolo sul tema delle cose inutili e dell’ordine in casa.

Questione di luce

Come creare la casa accogliente - questione di luce

Solitamente trattiamo la luce in casa in modo superficiale. Scegliamo un lampadario carino e lo appendiamo al soffitto. Qualche volta aggiungiamo una lampada da terra. Ma forse non sai che la luce è un potente strumento che crea l’atmosfera intima. Provare per credere.

Sarebbe ottimo pianificare l’illuminazione prima di fare una ristrutturazione per nascondere i fili sotto l’intonaco, ma anche dopo si può sempre trovare il modo di aggiungere la luce ambientale.

Guardati intorno, come è illuminata la tua casa? Posiziona dei fonti di luce dove ce ne bisogno, senza lasciare gli angoli bui nella stanza. Metti una lampada da terra accanto alla poltrona su cui ti piace leggere e appendi un’applique sopra il dipinto sul muro. Non dimenticare una lampada da tavolo e un lampadario con luce soffusa. E, naturalmente, le candele sparse qua e la che creano una luce calda e vivace.

Il divano

Come creare una casa comoda e accogliente

Il divano è molto importante, perché influenza la percezione di tutta la stanza. Inoltre il divano porta un grande carico emotivo, perché è un luogo dove puoi rilassarti e riposare. Sul divano si passa il tempo con la famiglia e con gli amici. Sdraiati sul divano a guardare la TV con l’anima gemella, avvolti in una coperta calda durante le domeniche fredde e piovose. Quindi prendi seriamente la scelta del divano per la tua casa accogliente.

Tessili

Casa accogliente, come crearla

Potresti avere dei mobili di un colore neutro e del design semplice, come quelli dell’Ikea, ma la tua casa potrà sembrare ricca e sofisticata, oppure hippy o stravagante. Si può ottenere l’effetto di personalizzazione degli ambienti semplicemente con gli accessori tessili.

Cerca di abbinare le tende, le coperte e i cuscini. Gli accessori devono essere nello stesso stile, se vuoi ottenere l’effetto desiderato. Prova a sfogliare qualche rivista, oppure cerca l’ispirazione su web.

La cosa positiva è che una volta che ti sei stufata dello stile scelto, potrai attuare dei cambiamenti velocemente, semplicemente sostituendo le tende, le coperte e i cuscini.

Il tappeto

Come creare la casa accogliente - tappeti
Il tappeto aggiunge un tocco in più alla tua casa e la rendono più accogliente.

Sapevi che un tappeto può cambiare la percezione della stanza in modo considerevole? Si, è proprio così. Quindi, tra i consigli su come rendere una casa accogliente ci mettiamo anche quello di aggiungere dei tappeti. Scegli un tappetto della dimensione giusta alla stanza e alla zona.

I bambini devono assolutamente avere un tappeto nella loro stanza perché giocano la maggior parte di tempo sul pavimento e un tappeto non solo eviterà i lividi e le sbucciature delle ginocchia, ma potrà prevenire anche i raffreddori ricorrenti.

In commercio si possono trovare i tappeti per tutti i gusti. Anche la scelta dei materiali è molto varia. Anche chi è allergico alle fibre naturali, potrà scegliere un tappeto adatto alle sue esigente, ad esempio uno sintetico.

La tua casa sa di te

La prima cosa che si nota, entrando in una casa, è il profumoIl profumo resta nella memoria e crea la prima impressione. Dunque, è improbabile pensare di creare un ambiente accogliente se la casa odora di umidità, o peggio ancora, di muffa.

Quindi, se la tua casa è umida, per prima cosa dovresti capire da dove proviene questa umidità. A volte basta aerare la stanza più spesso e il problema si risolve da sé. Altre volte invece si scopre che c’è qualche perdita di acqua o infiltrazione da fuori. Ad ogni modo l’umidità eccessiva non solo crea un odore sgradevole ma favorisce la crescita di funghi e batteri, creando un ambiente malsano.

Una volta eliminato il problema dell’umidità, si può procedere con la creazione dell’atmosfera giusta attraverso la miscela di profumi.

Leggi anche “Come scegliere il profumo giusto”

Non significa che devi correre ad acquistare un sacco di profumi per l’ambiente e spruzzare dove c’è un odore sgradevole. L’idea è quella di creare un profumo di base che sia sempre presente nell’appartamento, il profumo di casa che senti non appena entri in casa da fuori.

Profumo di casa

Per creare la miscela dei profumi puoi usare:

  • Diffusore per l’ambiente. Questo tipo di profumazione è adatto ai bagni e le stanze d’ingresso.
Diffusore per Ambiente con Bastoncini - Fiori di Zenzero
Diffusore per Ambiente con Bastoncini – Fiori di Zenzero
16,00 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it
  • Bustine profumate. Le bustine profumate per gli armadi e i cassetti.
Card Profumate per Armadio e Cassetti
Card Profumate per Armadio e Cassetti
10,90 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it
  • Potpourry. Potporry è una composizione realizzata con petali di fiori secchi ed oli essenziali. Si utilizzata per profumare e abbellire gli ambienti. Di solito viene collocata in ciotole di vetro, legno, o in sacchetti di stoffa.
Profumo di casa
  • Candele aromatiche. Le candele oltre a rilasciare il profumo sono anche piacevole da vedere, creano l’atmosfera calda ed accogliente.
Candele profumate - casa accogliente

Quando acquisterai diversi fonti di profumo per la tua casa, cerca di tenere sempre in mente quale sia il tipo di ambiente che vuoi creare, sia la linea generale da tenere. Inutile dire che bisogno scegliere o un unico tipo di profumo, ad esempio rosa, lavanda o gelsomino. Oppure cercare dei profumi che si abbinano bene insieme, senza creare sgradevole sorprese olfattive.

A seconda della stagione o del nostro umore, possiamo cambiare gli odori della casa a nostro piacimento.

Le piante

Creare la casa accogliente con i fiori

Hai notato come si trasforma una stanza quando c’è un bel bouquet sul tavolo? La stanza risulta immediatamente più fresca, gioiosa e confortevole

I fiori freschi rinvigoriscono la stanza e rilasciano un profumo fresco quasi impercettibile. Pertanto, è una buona idea di tenere in casa fiori freschi. Non devi comprare per forza enormi mazzi di fiori. Basterebbero anche tulipani, peonie o margherite in un bel vaso – e la stanza diventa subito più accogliente.

Un’altra opzione sono le piante da interno nei vasi. Creano un ambiente familiare e ben curato. Scegli le piante che ti piacciono e che si abbinano bene allo stile che hai scelto per la tua casa. Le piante devono essere carine e inoltre possono essere profumate, come ad esempio gelsomino, narciso, amarilli, geranio e agrumi.

Dipinti e disegni

Circondati di creatività che ispira. Crea una casa accogliente con i dipinti, disegni, quadri, foto e poster. Appendi le immagini al muro o semplicemente posizionale su un tavolo o su una mensola.

Un dipinto sopra il camino crea un atmosfera unica. Dei quadri grandi appoggiati al muro per un’atmosfera spensierata.

La magia degli specchi

Quando pensi di come creare una casa accogliente, dovresti pensare anche dove posizionare gli specchi. In ogni caso ci deve essere almeno uno specchio, ma qui stiamo considerando gli specchi decorativi.

Uno specchio bello è capace di arricchire un ambiente semplice. Inoltre gli specchi allargano l’ambiente e moltiplicano la luce nella stanza. Pertanto se hai una stanza piccola, ad esempio l’ingresso o il bagno, potresti considerare di mettere uno specchio grande sul muro.

La tua casa parla di te

Creare la casa accogliente che parla di te

Hai uno hobby? Allora perché non mettere in vista le tue creazioni? Ti piace leggere? Allora metti i tuoi libri preferiti sullo scaffale ben illuminato. Se ami dipingere, appendi i tuoi dipinti sui muri della casa. Hai una collezione di macchinine d’epoca? Perché non metterli ben esposti in una bella vetrina illuminata?

Foto, dipinti, libri e vari cimeli raccontano la nostra storia. Con la corretta disposizione di questi oggetti, ottieni una casa viva che parla di te.

Ecco, quest’ultimo consiglio forse è quello più importante di tutti quando si parla di come creare una casa accogliente. Perché casa tua è accogliente quando ti trasmette la tranquillità, il calore e i tuoi valori. La casa tua parla di te e di conseguenza non vedi l’ora di tornarci. In una casa accogliente riesci a riposare non solo fisicamente, ma anche mentalmente. Quella sensazione di pace e tranquillità, che solo una casa accogliente ti trasmette, non ha prezzo.

Come risparmiare correttamente

Come risparmiare su tutto senza svantaggi

Come risparmiare correttamente

La domanda su come risparmiare denaro è rilevante sempre e ovunque. Si tratta dell’opportunità per allungare lo stipendio in modo che sia sufficiente per tutte le cose essenziali e, a lungo termine, riuscire a creare un “salvadanaio” per qualsiasi evenienza. Il “cuscino finanziario” può servire nel caso di forza maggiore. Dunque, vediamo insieme come risparmiare correttamente i soldi senza sentirsi alle strette.

Come iniziare a risparmiare

Spesso ci sembra che non è possibile risparmiare ulteriormente, eliminiamo le cose che crediamo inutili e ci neghiamo tutto. Mangiamo cibo che non ci piace e non compriamo ciò che vogliamo ma non basta.

E’ importante capire che evitare qualsiasi spesa non significa risparmiare. I risparmi sono associati di più alle abitudini costose che una persona sviluppa nel corso della vita. Alcuni semplici trucchi alleggeriranno seriamente il budget familiare senza causare alcun disaggio.

Come imparare a risparmiare

Come risparmiare
  • Stabilire un budget. Questa è la prima e la più importante regola. Secondo una ricerca, il 90% delle persone che hanno le spese che superano i guadagni non hanno una lista di spese pianificate e quindi non rispettano il budget.
  • Stabilire obiettivi specifici. Ridurre i costi per il bene di un’idea teorica è inefficace. Numerosi studi confermano che il cervello umano è formato solo per eseguire scopi specifici. Ad esempio, il generico e teorico “voglio perdere peso” sarà molto meno efficace rispetto a “voglio pesare 60 chili”.

Allo stesso modo, il teorico “voglio spendere meno” sarà meno motivante del “voglio risparmianre n° XY di euro ogni mese per comprare un’auto/computer/bicicletta, ecc”.

  • Essere meticolosi. Come si usa dire, il diavolo si nasconde nelle piccole cose. Sei andata al mercato dall’altra parte della città a fare la spesa e credi di aver risparmiato sul prezzo? Hai contato i soldi della benzina ed eventualmente dell’autostrada? Hai risparmiato veramente? Forse se andavi a fare la spesa più vicino avresti risparmiato non solo i soldi ma anche il tempo. Hai scelto un prestito con un tasso di interesse basso? Hai contato i costi delle commissioni aggiuntive?

Dunque, quando scopri un nuovo modo per risparmiare il denaro, cerca di pesare tutte le spese che rientrano. Per gli oggetti, questa può essere la durata del loro utilizzo. Per gli elettrodomestici è il consumo di elettricità a determinare la convenienza. Se una lavatrice costa poco ma consuma elettricità in modo spropositato, forse non è un buon affare. Per quanto riguarda invece i prodotti finanziari, si devono prendere in considerazione commissioni, multe, costi di transazione, e altri costi aggiuntivi.

  • Cerca sempre il prezzo più conveniente ma senza andare a ledere la qualità. Inutile comprare la maglietta che costa poco ma dopo due lavaggi è da buttare.
  • Comprare gli abiti di stile classico che non passano di moda da una stagione all’altra. In questo modo si può risparmiare un bel po’ di soldi.

Leggi anche “10 capi che non passeranno mai di moda”

Come risparmiare sul cibo correttamente

  • Crea un menu settimanale e/o mensile e seguilo. Fino al 50% delle tue spese alimentari viene buttato via perché va a male.
  • Fai gli acquisti all’ingrosso. Fai la spesa più consistente per alcune settimane a venire oppure, se preferisci, organizzati con gli amici, parenti o vicini di casa per fare acquisti all’ingrosso.
  • Cucina la quantità adeguata del cibo. Calcola esattamente quanto devi mangiare in modo che tutti i tuoi familiari siano sazi ma senza lasciare troppo cibo nei piatti.
  • Le proteine e i carboidrati complessi sono più convenienti oltre ad essere anche più sani. Gli alimenti contenenti carboidrati semplici, come pane e pasta, sono più ricchi di calorie. Ma a causa dei picchi di insulina che procurano all’organismo, causano gli attacchi di fame improvvisi. Così finisci per mangiare di più e quindi spendi di più.
  • Opta per i dessert sani da avere in casa. “Vorrei qualcosa di gustoso” improvviso e non pianificato può consumare fino al 30% di più della spesa alimentare.

Potrebbe interessarti anche “10 trucchi per mangiare di meno”

Come risparmiare l’acqua correttamente

Oltre ai consigli di chiudere l’acqua durante l’insaponamento e poi cercare di riaprire l’acqua con gli occhi chiusi e le mani insaponate, ci sono alcuni consigli abbastanza razionali che possono aiutare a risparmiare l’acqua correttamente.

  • Controlla la doccia, se è vecchia forse è il caso di cambiare. Perché i modelli moderni sono fatti in modo di riempirsi e rilasciare l’acqua più lentamente. In questo modo risparmi il consumo di acqua.
  • Lava i vestiti una volta a settimana. Aspetta di avere una quantità di vestiti sporchi tale da riempire la lavatrice. Usare tutti i giorni la lavatrice per lavare solo alcune magliette di certo non ti fa risparmiare ne l’acqua ne l’energia elettrica.
  • La stessa regola di prima vale anche per la lavastoviglie. Inutile accenderla se hai pochi piatti. O lava a mano nel lavandino oppure aspetta che si riempie completamente.

Come risparmiare l’energia correttamente

  • Doppia tariffa. E’ utile per coloro che durante il giorno non ci sono.
  • Scollega dalla presa tutto ciò che non usi. Forse non lo sai che anche quando il dispositivo è spento, l’energia continua a “fuoriuscire”.
  • Spegni il forno 5 minuti prima che il cibo sia pronto. I forni e i fornelli elettrici si raffreddano lentamente. Non devi preoccuparti dell’induzione quindi.
  • Fai bollire una quantità di acqua limitata. L’abitudine di far bollire tanta acqua porta a spese inutili ed evitabili.

Come risparmiare benzina

  • Fai il rifornimento al fresco. Quando è caldo, la benzina emette i vapori che hanno un volume. Di conseguenza, fino al 5% del rifornimento può essere sprecato in vapore senza valore.
  • Guida in modo sicuro. Sembra un consiglio ovvio, non solo per la sicurezza, ma anche per il risparmio. Un cambio repentino di velocità provoca un consumo di carburante maggiore, fino al 25% in più.
  • Fai i controlli dell’auto regolarmente. Fino al 30%- 50% degli sforamenti di budget sono causati da piccoli malfunzionamenti della macchina.

Come risparmiare su budget familiare correttamente

Come risparmiare correttamente - budget familiare
  • Tieni una contabilità familiare. E’ conveniente pianificare le spese non solo per mesi, ma anche per giorni. Questo ti consentirà di analizzare molto accuratamente ciò che sta accadendo. Il secondo punto importante è l’uso dei grafici. I blocchi colorati ti mostreranno dove viene spesa la maggior parte dei soldi. Ci sono diversi programmi e app per tenere la spesa familiare sotto controllo. Puoi anche farlo semplicemente usando i fogli di calcolo Exel.
  • Scegli i prestiti e i prodotti finanziari con saggezza. Secondo alcuni studi, uno dei primi motivi della creazione del buco finanziario è quella di scegliere il prestito in modo frettoloso e senza valutare rischi e benefici.

Puoi anche fare un corso gratuito di contabilità per capire meglio la logica di contabilizzare entrate e uscite familiari.